AHL: matchpucks per Lubiana e Asiago

Mentre l’HK SZ Olimpija Ljubljana ha già il secondo matchpuck per accedere alla finale della Alps Hockey League, nella serie semifinale “best-of-five” contro l’EHC Lustenau, giovedì, la Migross Supermercati Asiago Hockey ha la prima possibilità di avanzare alla serie finale. Il loro avversario, l’HDD SIJ Acroni Jesenice, ha improvvisamente le spalle al muro dopo aver preso un vantaggio nella serie per 1:0. Jesenice ha bisogno di due vittorie contro gli stellati per accedere alla finale della Alps Hockey League per la prima volta.

Gara quattro della serie di semifinale “best-of-five” della Alps Hockey League:
Gio, 10.04.2021, 19:00: Migross Supermercati Asiago Hockey – HDD SIJ Acroni Jesenice
Gio, 10.04.2021, 19:30: EHC Lustenau – HK SZ Olimpija Ljubljana

Gio, 10.04.2021, 19:00: Migross Supermercati Asiago Hockey – HDD SIJ Acroni Jesenice
Arbitri: LAZZERI, MOSCHEN, Cristeli, De Zordo

Dopo aver perso il match di apertura, la Migross Supermercati Asiago Hockey nel frattempo ha guadagnato il vantaggio della serie per 2-1 e quindi ha la possibilità di accedere nuovamente alla finale. L’HDD SIJ Acroni Jesenice, invece, formazione che ha terminato la regular season come squadra seconda classificata, giocherà giovedì per prolungare la sfida contro i vicentini ed, in caso di risultato negativo all’Odegar, mancherebbe la finale per l’ennesima volta. La squadra slovena, infatti, si è qualificata per le semifinali della Alps Hockey League in ogni stagione (record per le formazioni Alps), ma al contempo non è mai arrivata in finale. L’Asiago, invece, è riuscito addirittura a conquistare il titolo della Alps Hockey League nella stagione 2017/18 contro i Rittner Buam dopo aver perso il trofeo transfrontaliero, sempre contro la formazione di Collalbo, l’anno precedente. I giallo-rossi hanno vinto 5:3 nella terza partita della serie di semifinale “best-of-five” contro i Red Steleers in una gara ricca di capovolgimenti di fronte. Per Jesenice è stata solo la seconda sconfitta casalinga in AHL in questa stagione. Alex Frei, autore del primo goal stellato in Gara 3, è stato particolarmente convincente per l’ Asiago nei playoff. Il giocatore di Caldaro ha segnato sette gol e quattro assist in sei partite.

E’ stata una partita molto difficile. Sicuramente di alto spessore per velocità, intensità e fisicità. Un po’ meno dal punto di vista tattico perché le due formazioni hanno concesso troppi tiri e questo ai playoff non dovrebbe succedere. Ma alla fine la vittoria è stata nostra ed ora proseguiamo. “ 

Così Gianluca Vallini, portiere che si sta distinguendo in maniera rilevante in questi playoff della Alps con prestazioni di alto spessore (372 minuti giocati e 93,8% di parate).

E’ molto importante sentire che la squadra c’è. Parlo in generale. Riceviamo i giusti tiri a partita (20-25) e quindi so di essere pronto quando chiamato in causa. Questo permette di essere sempre reattivi. In questo senso ringrazio i compagni ed il fatto che l’Asiago sia attrezzato per giocare a questi livelli con una solida difesa. Una semifinale di Alps ha uno spessore e qualità molto alti ma ci siamo ben preparati sia nei playoff del campionato italiano e sia nei quarti Alps contro il Cortina. Per i playoff italiani c’era una certa pressione perché eravamo la squadra favorita. Avere un qualcosa da dimostrare non è mai semplice, perché poi questa pressione la senti sul ghiaccio, ma quest’anno siamo un team completo che può permettersi anche una quarta linea, fondamentale se vuoi raggiungere obbiettivi importanti. “ 

Cosa prevedi per Gara 4:

“Non dobbiamo mollare di un centimetro. Loro sono una formazione che sa approfittare di certe situazioni e ne abbiamo avuto  prova martedì sera con il loro recupero nel secondo tempo.”

Michele Marchetti si sta rilevando un gran cecchino nella serie contro Jesenice con tre goal nelle ultime due sfide di semifinale.

“Alla fine del secondo tempo di Gara 3 c’era una certa rabbia e frustrazione per il capitale perso dopo aver giocato bene nel primo tempo. Siamo scesi sul ghiaccio con l’obbiettivo di ripetere quello che avevamo già dimostrato e ci siamo riusciti. Certo grazie anche al goal “impossibile” di Alex Gellert (3:3) che ci ha rilanciati bene.” 

Cosa siete riusciti a cambiare nelle ultime due Gare dopo aver perso quella iniziale:

“Premesso che è sempre un piacere confrontarsi con una squadra così tecnica. Come Asiago stiamo giocando molto fisici e ciò ci riesce. Andiamo a chiudere tutte le cariche. Cerchiamo di pattinare con loro e di fargli capire che non possono fare con il disco quello che vogliono. Per ora sembra funzionare. Si sono un po’ innervositi perché non hanno tempo di ragionare. Certo, noi siamo attrezzati per fare questo. Ma insomma, ognuno deve sfruttare quello che più ha nelle sue corde.

Quindi la quarta gara come sarà?

”Sarà un’altra battaglia. Noi dobbiamo continuare con l’intensità e continuare ad essere cinici come sempre. Però loro daranno di tutto per non essere eliminati e quindi dobbiamo nutrire il massimo rispetto per i nostri avversari.”

  • Scontri diretti assoluti in Alps: 14:12 per l’Asiago

Gio, 10.04.2021, 19:30: EHC Lustenau – HK SZ Olimpija Ljubljana
Arbitri: HOLZER, SCHAUER, Eisl, Martin.

L’EHC Lustenau ha compiuto un’impresa sensazionale ed ha respinto il primo match-point della serie dell’HK SZ Olimpija Ljubljuna e ha così prolungato la propria stagione di almeno una partita. Tuttavia, i Vorarlbergers hanno ancora bisogno di altri due successi di fila per ottenere la grande sorpresa per un posto in finale. Il Ljubljana ha dovuto subire la prima sconfitta in questi playoff, martedì, ovvero la prima sconfitta dal 9 marzo. Per l’EHC è stata la prima vittoria contro l’HKO dopo quattro sconfitte di fila. Nei playoff, è stato il primo successo in assoluto dei Leoni austriaci sugli sloveni. Già nella stagione 2018/19 le due formazioni si erano affrontate in semifinale. All’epoca, i “Draghi” celebrarono tre nette vittorie. In questa serie, tuttavia, Lustenau ha già mostrato di avere qualche buona qualità. Nella prima partita delle semifinali, la squadra del Vorarlberg è stata in grado di tenere il passo per lunghi tratti prima di essere sconfitta per 2:4. Dopo la pesante debacle di Gara 2 (0:8 in casa), gli austriaci sono riusciti a vincere il terzo incontro. Christopher D’Alvise in particolare ha dimostrato di essere pericoloso nei playoff. Con sette gol e quattro assist guida la classifica dei marcatori dei playoff Alps, insieme ad Alex Frei.

  • Scontri diretti assoluti in Alps: 11:3 per Lubiana

Foto (C): Serena Fantini

Tags: