AHL: il Val Pusteria a Lustenau per allungare la serie

Tre dei quattro semifinalisti della Alps Hockey League sono già conosciuti. L’HK SZ Olimpija Ljubljana, l’HDD SIJ Acroni Jesenice e la Migross Supermercati Asiago Hockey hanno prevalso nelle loro serie con un  netto 3:0. A causa di misure mediche precauzionali riguardanti il Covid-19, il quarto duello dei quarti di finale tra l’EHC Lustenau e l’HC Pustertal Wölfe è iniziato solo giovedì e sarà giocato in modalità “best-of-3”. L’unico partecipante austriaco rimasto ha vinto sorprendentemente per 6:0 contro i gialloneri nel match di apertura al Lungo Rienza e ha quindi la possibilità di qualificarsi per le semifinali per la seconda volta dopo il 2019 in occasione di Gara 2, sabato, nel Vorarlberg. La partita sarà trasmessa in diretta su Valcome.tv. Un’eventuale sfida decisiva, qualora il Brunico prevalesse alla Rheinhalle, sarebbe in programma martedì 6 aprile a Brunico. Lubiana, Jesenice ed Asiago, intanto, aspettano il quarto team semifinalista per capire chi sfidare nel turno successivo dei playoff.

Alps Hockey League:
Sab, 03.04.2021, 19:30: EHC Lustenau – HC Pustertal Wölfe

Sab, 03.04.2021, 19:30: EHC Lustenau – HC Pustertal Wölfe
Arbitri: RUETZ, STEFENELLI, Mantovani, Rinker. I >> PPV-LIVESTREAM <<
Nell’unico duello rimasto dei quarti di finale della Alps Hockey League, l’EHC Lustenau affronterà l’HC Pustertal Wölfe. A causa di misure mediche precauzionali riguardanti il Covid-19, la serie in questione è iniziata giovedì e sarà giocata in modalità “best-of-3”. La prima partita in Val Pusteria è finita sorprendentemente per 6:0 per gli ospiti di Lustenau. La squadra del Vorarlberg ha così la possibilità di qualificarsi per le semifinali sabato per la seconda volta dopo il 2019. Per l’EHC era già la quarta vittoria di fila tra fine stagione regolare (Asiago), pre-playoff (Renon 2 volte) e quarti (Val Pusteria). I Lupi, invece, sono alla seconda sconfitta consecutiva. Negli scontri diretti è stata la sesta vittoria nel tredicesimo duello Alps per il Lustenau.

Soprattutto nel secondo periodo, la squadra, al nono posto dopo la stagione regolare, ha chiaramente impostato il ritmo di gioco a suo favore. Gli uomini di coach Flanagan, anche con un po’ di fortuna, come nel secondo goal, hanno realizzato quattro reti nel periodo centrale. Nel primo e nell’ultimo tempo, i Leoni hanno segnato un gol ciascuno. Chris D’Alvise è stato l’unico giocatore a realizzare una doppietta. In totale, il 35enne canadese ha costruito finora 24 gol in questa stagione. Nella postseason, il centro del Lustenau ha marcato almeno un goal in ciascuna partita giocata. 

Oltre a Chris D’Alvise, il portiere dell’EHC Lukas Reihs è stato “man of the match”. Il 20enne nativo di Vienna è stato in grado di salvare tutti i 27 tiri nella sua porta ed ha celebrato il suo quarto shutout della stagione. Dall’altra parte, il portiere del Brunico, Colin Furlong, ha potuto salvare solo l’82,6% di tutti i tiri nella sua porta. È stata la seconda peggiore percentuale di salvataggio della stagione per il 28enne. Esattamente un anno fa, il portiere, già finalista con gli altoatesini nella finale contro il Lubiana nel 2019, era stato nominato MVP del torneo 2019/20 che poi si era concluso senza l’assegnazione del titolo della Alps. Giovedì sera, sul punteggio di 0:4 per il Lustenau, il canadese è stato sostituito da Hannes Stoll. La seconda partita dei quarti di finale tra Lustenau e Pustertal sarà trasmessa in diretta streaming su Valcome.tv sabato dalle 19:30.

Si ricorda che il Brunico ha affrontato il primo match di questa serie senza un difensore, come Stephen Lee, e sei attaccanti: Massimo Carozza, Max Oberrauch, Luke Pither, Davide Conci,  Alex De Lorenzo Meo e Viktor Schweitzer. Praticamente mancano due blocchi in attacco che ha costretto coach Basile ha ridisegnare i vari assetti. Per il Lustenau l’unica assenza di rilievo è il portiere canadese Anthony Morrone. 

Quindi dopo una partenza un po’ difficile ed un’ultima settimana un po’ critica, il Brunico non si sente pronto a lasciare la scena della Alps.  A questo proposito,  il capitano Armin Hofer, una delle bandiere dei Lupi, da 17 anni con i colori gialloneri, è molto onesto nella sua disamina.

“Posso solo dire che ci sono delle partite che non riescono tante bene. Questo succede nei playoff. Da un certo punto in avanti, abbiamo risparmiato le energie per la trasferta in Austria. Non valeva più la pena inseguire. Questo lo dico perché non cerchiamo giustificazioni. Prima di tutto il resto, giovedì è stata una serata storta.” 

Di certo non vi siete potuti allenare come avreste dovuto, oltre ad avere un roster molto più corto del solito:

Si diciamo che è successo questo e non si può fare molto. Le assenze anche pesano. Sicuramente siamo stati impostati per giocare tutto l’anno con quattro linee ed ora ci ritroviamo, tutto ad un tratto, con un altro tipo di situazione. Ma per questo non ci arrendiamo”.

Quindi con che spirito affrontate la trasferta di sabato.

Vogliamo ancora combattere. Dobbiamo partire assolutamente bene. Difendere bene e poi anche passare in vantaggio. In una partita così fondamentale per noi, dentro o fuori, inseguire è sempre molto più difficile di quando, invece, ti ritrovi in vantaggio. Serve anche un po’ di fortuna che nella prima gara proprio non abbiamo avuto. ”

  •  Scontri diretti assoluti in Alps EHC – PUS: 6:7

Copyright: Studio 22, Lustenau

Tags: