IHL Div. I SFG2: Valpellice Bulldogs impresa completata, è finale

Con una prestazione gagliarda il Valpellice Bulldogs si ripete contro il Milano in Gara 2 di semifinale di IHL Division I e conquista una storica finale. I meneghini pagano due settimane di stop forzato e l’assenza di importanti uomini in attacco. Le finali prenderanno il via sabato 3 aprile, i torresi saranno ospiti del Dobbiaco

Superata la quarantena imposta dalla ATS di Milano a causa di alcuni casi di Covid-19, il Milano Bears si presenta al Cotta Morandini senza coach Massimo Da Rin, il terzino Michael Cecere e gli attaccanti Gianluca Tilaro (squalificato), Mattia Alario e Simone Asinelli.
Le due squadre si affrontano a viso aperto annullandosi in zona neutra, tra le poche occasioni dei primi minuti, la migliore capita sulla stecca di Perna che, in contropiede, non riesce a battere Basraoui. Il Milano esce alla distanza cercando di mettere alle corde i torresi: al 9.17 Pirelli manca l’appuntamento col disco servito orizzontalmente da Asinelli, più tardi il tentativo di Franchini da posizione defilata è respinto dall’estremo difensore avversario. Rosso risponde dalla media distanza nel primo power play della serata, seguito da Gay; nell’ultimo minuto e mezzo di gioco della frazione iniziale le due squadre danno vita al botta e risposta: Salvai, a due passi dallo slot, si vede respinto il puck da Tesini, il backhand di Petrov è neutralizzato da Basraoui.

Nella frazione centrale il Milano usufruisce di una superiorità dopo 32” della ripartenza, durante la quale Piccinelli impegna Basraoui con una conclusione al volo dalla balaustra, tuttavia i rossoblù sbloccano il vantaggio in situazione di cinque contro cinque con un’azione corale orchestrata dal duo Perna-Petrov e conclusa da Franchini. Il vantaggio ospite dura poco più di 1’: un errore difensivo di Borsa favorisce Gardiol, il quale, messo a sedere Tesini, lo supera agevolmente. Gli ospiti riprendono ad attaccare, nel corso di un nuovo power play il più attivo è Franchini; la penalità fischiata a Gabriele Asinelli ribalta l’inerzia della gara e consente al Valpellice di mettere la freccia del sorpasso con la deviazione decisiva di Martina sulla rasoiata di Rosso. I biancorossi prendono fiducia e in 54” Canale tramortisce l’Orso meneghino con una serpentina inarrestabile. I Bulldogs potrebbero colpire in contropiede a 3’38” dal termine del secondo tempo, Gardiol in un eccesso di altruismo nel cercare Gardiol sciupa la ghiotta occasione.

Costretto a recuperare nel terzo tempo il Milano si getta all’arrembaggio favorito da un power play, i padroni di casa prendono subito le contromisure, tuttavia una falla tra i biancorossi innesca la discesa vincente di Pirelli. Nei continui ribaltamenti di fronte, al 46.03 Mondon Marin colpisce un palo. La partita rimane vivace, in superiorità Milano sfiora il pareggio con Piccinelli e Asinelli; nei minuti successivi l’equilibrio prende il sopravvento, spezzato dal tentativo di Piccinelli. Il fallo di Cullati potrebbe aprire nuove prospettive per il Milano, la gestione della superiorità mostra lacune e spalanca la strada al secondo goal personale di Canale che batte Tesini nell’uno contro zero mettendo fine alla Serie. A nulla valgono gli ultimi assalti dei milanesi nel finale di gara.

Valpellice Bulldogs – Milano Bears 4-2 (0-0; 3-1; 1-1)
Valpellice Bulldogs:
Andrea Basraoui (Alessio Boaglio); Samuel Payra – Gabriel Morel – Matteo Depetris – Simone Bertin – Moreno Rosso – Samuele Ravera – Daniel Stringat; Andrea Gay – Filippo Salvai – Andrea Fornasetti – Matteo Mondon Marin – Tommaso Salvai – Paolo Gardiol – Lorenzo Martina – Pietro Cullati – Pietro Canale – Cristian Malan – Nicolò Porporato – Davide Segatel. Coach: Dino Grossi
Milano Bears: Federico Tesini (Marco Menguzzato); Riccardo Decisi – Francesco Taufer – Daniel Belloni – Andrea Fadani – Manuel Garnier – Niccolò Lo Russo; Gabriele Asinelli – Aleksandr Petrov – Andrea Pirelli – Marco Franchini – Bryan Suevo – Lorenzo Piccinelli – Cesare Borsa – Emanuele Carati – Domenico Perna – Alessio Vavasotto. Coach: Luca De Zordo.
Arbitri: Nicola Basso Linesmen: Mauro Costa e Matteo Oderda
Penalità: Valpellice Bulldogs 12 (0/4/8) – Milano Bears 8 (2/6/0)
Tiri: Valpellice Bulldogs 35 (12/19/4) – Milano Bears 20 (2/11/7)
Marcatori: (0-1) 24.07 Marco Franchini (Aleksandr Petrov – Domenico Perna); (1-1) 25.24 Paolo Gardiol; (2-1) Lorenzo Martina (Moreno Rosso) PP; (3-1) 33.05 Pietro Canale; (3-2) 44.25 Andrea Pirelli; (4-2) 55.33 Pietro Canale (Moreno Rosso) SH
Spettatori: porte chiuse

 
Semifinali (Best of 3)
Gara 2
sabato 13 marzo
Cadore – Dobbiaco                  1-4
Serie: 2-0 Dobbiaco

lunedì 29 marzo
Valpellice Bulldogs – Milano Bears 4-2
Serie: 2-0 Valpellice Bulldogs

Gara 1
sabato 6 marzo
Dobbiaco – Cadore                  3-1
Serie: 1-0 Dobbiaco
Milano Bears – Valpellice Bulldogs 1-2 ot
Serie: 1-0 Valpellice Bulldogs

Prossimo turno
Finale (Best of 3)
Gara 1
sabato 3 aprile
Dobbiaco – Valpellice Bulldogs

Tags: ,