Il Klagenfurt ha più “fame” e vince contro il Bolzano

Prima sconfitta per il Bolzano in questo pick round; complici le assenze di Bardaro, Stollery e Youds e la non perfetta serata di Irving, i Foxes perdono sul ghiaccio del Klagenfurt per 4-2 al termine di una partita dura ed avvincente che i padroni di casa, a ben vedere hanno comunque meritato di vincere.

Il Bolzano prova a partire subito aggressivo, ma la difesa delle “Rotjacken” chiude bene ogni varco; quando questo non succede, come nell’occasione della bella combinazione fra Findlay e Gazley, ci pensa Dahm a metterci una pezza. Il Klagenfurt dimostra di essere squadra esperta e cinica e, alla prima occasione, colpisce: Pietroniro non riesce a liberare la zona difensiva, il KAC recupera il disco che arriva sulla stecca di Unterweger il cui bluliner sorprende Irving. Passano pochi secondi ed il Bolzano potrebbe trovare il pareggio in superiorità numerica, ma il PK dei padroni di cas fa quadrato davanti alla propria porta e Dahm non corre soverchi pericoli. Le “Rotjacken” provano ad alzare il baricentro per tenere gli ospiti lontani dalla propria gabbia e quindi i Foxes devono ricorrere ai lampi di genio dei singoli per cercare di trovare il pareggio : Dahm riesce a bloccare la conclusione di Insam ben servito da Halmo. Anche la seconda penalità ai danni del KAC non viene sfruttata dai Foxes che si rendono pericolosi solamente con un tiro di Robertson deviato sottoporta. Tornati in parità numerica, i padroni di casa tornano a mettere i brividi alla retroguardia biancorossa, ma Irving riesce a sventare sia sulla conclusione di un avversario, sia su una mischia di poco successiva. Il forecheck del KAC crea non pochi problemi in fase di costruzione del gioco al Bolzano che fatica ad impostare delle azioni pericolose e quando ci riesce, trova sulla sua strada Dahm, bravo a sventare in due tempi su Bernard. L’ultimo brivido della prima frazione lo regalano ancora i padroni di casa con Irving che blocca una conclusione proprio sulla sirena. Klagenfurt in vantaggio dopo i primi 20 minuti di gioco.


Al rientro sul ghiaccio, il Bolzano prova a mettere pressione agli avversari, ma è ancora il KAC a rendersi pericoloso, costringendo Irving ad un grande salvataggio per evitare il raddoppio. Halmo viene mandato in panca puniti dagli arbitri ma sono i Foxes, pur con l’uomo in meno, ad sfiorare la rete in short-handed con Bernard; sul capovolgimento di fronte, Petersen prova l’azione solitaria, ma non trova il tempo per concludere a rete. Passano pochi secondi ed il KAC trova comunque il raddoppio grazie ad un tiro di Haudum che passa sotto il braccio di un Irving non esente da colpe e finisce per insaccarsi poco sotto la traversa. Il Bolzano prova a reagire, ma fatica a trovare il bandolo della matassa anche a causa della difesa aggressiva dei padroni di casa che impediscono ai Foxes di ragionare. Alla terza occasione con l’uomo in più, però, il Bolzano fa centro con Halmo che, dopo aver fintato per due volte la conclusione, al terzo tentativo scocca un diagonale imprendibile per Dahm. La partita si infiamma dopo il gol dei Foxes e, complice una svista arbitrale (l’arbitro non vede un fallo su Catenacci che reagisce e si prende 5+20), rischia di sfuggire di mano ai giudici di gara. Con l’uomo in meno per 5 minuti, il Bolzano trova comunque la forza di sfiorare il gol del pareggio con Halmo che fa tutto bene tranne la conclusione a rete; gol sbagliato, gol subito: i Foxes recuperano il 5 uomo di movimento sul ghiaccio ma, anziché allontanare per andare al cambio, provano ad impostare l’azione, perdono il disco e Strong trova una rete pressochè fortuita, con il disco che tocca il gambale di Irving e termina in rete. Il Bolzano traballa e rischia di subire anche la quarta rete, ma questa volta Irving è attento e salva. Squadre al secondo riposo con il Klagenfurt avanti di 2 reti.

In avvio della frazione conclusiva il Bolzano prova a riaprire il match, ma la difesa dei padroni casa controlla abbastanza agevolmente le rare ed estemporanee iniziative offensive degli ospiti che faticano a trovare varchi utili nella munitissima retroguardia avversaria. Il gioco ne risulta molto spezzettato, il Bolzano sfiora il gol con Frank che non riesce a ribadire in rete da due passi un disco uscito da una mischia davanti alla gabbia del KAC. Halmo, croce e delizia dei Foxes, si fa mandare in panca puniti per una carica scorretta e Ganahl sfiora il poker in powerplay, ma è bravo Irving a salvare. Quando a sedersi nel penalty box è Hundertpfund, il Bolzano accorcia le distanze con Findlay, rapido ad arrivare su un disco uscito da un batti e ribatti davanti a Dahm e a riaprire così il match. I Foxes sembrano riacquistare coraggio dal gol e cominciano a mettere pressione alla squadra di casa che comincia a giocare con l’orologio, rischiando però di subire il gol del pareggio sul tentativo in back di Bernard. I minuti passano veloci, coach Ireland richiama Irving in panchina per schierare il sesto uomo di movimento, ma un’indecisione di Tauferer fa pervenire il disco a Ticar che insacca a porta vuota il definitivo 4-2, con Halmo che, nell’occasione, viene alle mani con un avversario, affossando definitivamente ogni velleità di rimonta.

Finisce quindi con la vittoria delle “Rotjacken” che, con questi 3 punti, agganciano il Bolzano in testa alla classifica, pur con una partita in più rispetto alla squadra di coach Greg Ireland che tornerà sul ghiaccio martedì sera al Palaonda contro il Fehervar.

Riccardo Giuriato

per hockeytime.net e HCBfans.net

EC Klagenfurter AC – HCB Alto Adige Alperia 4-2 (1-0; 2-1; 1-1): 03:58 Clemence Unterweger (1-0); 25:25 Lukas Haudum PP1 (2-0); 29:27 Mike HALMO PP1 (2-1); 37:06 Steven Strong (3-1); 51:31 Brett FINDLAY PP1 (3-2); 58:30 Rok Ticar EN (4-2)

Tags: