Bolzano, sconfitta indolore a Linz

Il Bolzano, conquistata matematicamente la prima posizione in classifica e l’accesso alla prossima CHL, chiude la regular season con una sconfitta “indolore” alla Linz Ag Arena, contro il fanalino di coda dei Black Wings che si sono imposti per 3-2 in una gara senza particolari emozioni, grazie anche ad una prova di orgoglio ed alla doppietta di Lebler.

Il match alla Linz Ag Arena comincia in maniera piuttosto soft, con entrambe le squadre che oramai nulla hanno da chiedere alla stagione regolare, quindi le emozioni latitano. La prima fiammata della partita è opera dei Foxes che con Bardaro impegnano il portiere austriaco Mocher che riesce a bloccare; sul fronte opposto si fanno vedere i Black Wings con il proprio capitano Lebler che chiama Fazio alla parata. I padroni di casa provano ad alzare il proprio baricentro, ma la difesa biancorossa ne controlla le azioni senza particolari patemi e non concede conclusioni pericolose agli avversari. Torna a farsi pericoloso il Bolzano con una conclusione di Robertson che, a Mocher battuto, colpisce entrambi i pali interni prima di uscire; è l’antifona del gol che arriva pochi secondi dopo: Mocher controlla un disco dietro la propria gabbia ma serve involontariamente Giliati che, da posizione angolata, cerca e trova la porta con un tiro di prima intenzione che non lascia scampo al recupero precipitoso del portiere avversario. Passano meno di due minuti ed il Linz trova il gol del pareggio con Lebler, bravo a infilare sotto l’incrocio dei pali dopo una caparbi azione solitaria. Il Bolzano reagisce subito e sfiora il nuovo vantaggio con Robertson che, da due passi, trova la respinta d’istinto di Mocher. Gli ospiti godono di due superiorità numeriche pressochè consecutive, ma a parte una conclusione di Bardaro che colpisce la base del palo, non riescono a creare grossi pericoli alla retroguardia avversaria. Squadre al primo riposo sul punteggio di parità.

I Black Wings cominciano bene la seconda frazione, ma non riescono ad essere pericolosi davanti a Fazio, mentre i Foxes sono sfortunati quando, con Mocher in ritardo, Miceli frantuma la stecca al momento della conclusione a rete. Una penalità “generosa” ai danni di Lebler permette al Bolzano di tornare in vantaggio: Insam alza troppo la mira su assist di Miceli, il disco torna verso Bardaro che, con un preciso diagonale, infila l’estremo difensore avversario. I padroni di casa cercano il pareggio, sprecano una prima superiorità numerica ma quando il Bolzano si ritrova con Youds e Robertson in panca puniti, lo agguantano grazie a Brucker che insacca su assist di Umicevic. 2-2 alla seconda sirena.

Nella frazione conclusiva, i Foxes provano a fare la partita ma sbagliano molto e vengono puniti da Lebler che devia con il pattino una conclusione di Roach e beffa Fazio. Il Bolzano reagisce subito allo svantaggio ed attacca a pieno organico, sfiora il pareggio con Findlay e Stollery, ma Mocher è bravo in entrambe le occasioni. Le azioni offensive degli ospiti sono veementi ma confusionarie, i biancorossi non riescono a trovare conclusioni pulite verso la porta avversaria e colpiscono anche il terzo palo della serata con Pietroniro. Coach Greg Ireland prova allora a giocare la carta del sesto uomo di movimento, ma neppure con il sesto attaccante sul ghiaccio il Bolzano riesce a mettere i brividi a Mocher. Le speranze biancorosse di arrivare quantomeno all’overtime si infrangono a 19 secondi dalla sirena quando Catenacci commette fallo su Pusnik, vanificando così i sogni di rimonta dei Foxes.

I ragazzi di coach Greg Ireland torneranno sul ghiaccio il giorno di San Valentino quando, al Palaonda, affronteranno i Red Bull di Salisburgo per la prima giornata del Pick Round.

Riccardo Giuriato

per hockeytime.net e HCBfans.net

Steinbach Black Wings 1992 – HCB Alto Adige Alperia 3-2 (1-1; 1-1; 1-0): 08:35 Stefano GILIATI (0-1); 10:25 Brian Lebler (1-1); 29:22 Anthony BARDARO PP1 (1-2); 38:18 Marco Brucker PP2 (2-2); 44:19 Brian Lebler (3-2)

Tags: