Il Bolzano batte il KAC e “vede” la CHL

Come l’araba fenice il Bolzano risorge dopo due sconfitte consecutive e, nel momento più importante di questa regular season, batte il Klagenfurt per 4-3 al Palaonda, rimontando per due volte un doppio svantaggio (0-2 e 1-3), andando poi a vincere grazie ad un terzo drittel semplicemente strepitoso.

Il match vede la squadra ospite partire subito fortissimo, mettendo sotto pressione la difesa del Bolzano che fa quadrato davanti ad Irving, bloccando alcune conclusioni avversarie; i Foxes provano a rea gire con Catenacci che chiama Madlener alla parata in due tempi. La prima penalità del match arriva dopo circa 3 minuti di gioco ed è a carico del KAC; il Bolzano ci prova subito con Halmo, ma il suo tiro incoccia contro il pattino di Bernard e termina fuori. Madlener compie due belle parate, bloccando prima la conclusione di Catenacci e fermando poi l’incursione solitaria di Findlay pochi secondi dopo. Geier rientro sul ghiaccio, ma sono ancora i Foxes a rendersi pericolosi in mischia, la difesa ospite libera. Il Bolzano tiene il proprio baricentro alto e sfiora il vantaggio con Miceli prima e con una doppia conclusione di Deluca poi, ma la porta degli ospiti sembra stregata. Proprio nel momento migliore dei Foxes, gli ospiti passano inopinatamente in vantaggio, grazie anche ad un pizzico di fortuna: Strong tira dalla blu, Petersen ci mette la stecca e devia in maniera decisiva il disco che prende in controtempo Irving e finisce in rete. Il Bolzano sembra accusare il colpo e concede ghiaccio agli ospiti che provano a trovare subito il colpo del KO, senza riuscirci. I padroni di casa hanno un’ultima fiammata con Miceli che si incunea di forza nella difesa ospite ma non ha la lucidità necessaria per battere Madlener. Klagenfurt in vantaggio 0-1 alla prima sirena.

Comincia la seconda frazione ed il Bolzano sembra intenzionato a trovare subito il gol del pareggio, ma a rendersi pericolosi sono gli ospiti che, con Unterweger, sfiorano il gol del raddoppio. La difesa del KAC è molto ben disposta davanti a Madlener ed i Foxes faticano a trovare varchi; gioco forza ci

HCB – Stavanger Oilers

provano con i tiri da lontano, come quello di Stollery che viene respinto da Madlener prima che Haudum anticipi di un soffio Miceli negandogli il tap-in vincente. Il Bolzano prende quota e si rende pericoloso con un wrap-around di Catenacci, ma il numero 7 biancorosso non riesce a toccare verso la porta; sul fronte opposto è ancora Petersen a far tremare Irving che però si oppone alla grande. Madlener non vuole essere da meno rispetto al collega e salva la sua porta respingendo una conclusione ravvicinata di Frigo, giunta dopo un’azione tambureggiante del Bolzano che prova a mettere sotto pressione la difesa degli ospiti. Dopo una mancata deviazione da due passi di Insam, Youds viene mandato in panca puniti ed il powerplay del KAC colpisce subito: tiro-assist di Koch e per Fraser è un gioco da ragazzi infilare nel sacco. Passa poco più di un minuto ed il Bolzano accorcia le distanze: Frank serve per Findlay che recupera e difende il disco servendolo poi a Gazley che non sbaglia. Il Klagenfurt non ci sta e torna praticamente subito in avanti di due reti: azione insistita dietro la porta di Irving, il disco viene conquistato da Haudum che poi insacca sul primo palo. Il Bolzano però non si da per vinto e, con l’uomo in più per la penalità presa da Ganahl, accorcia dopo aver rischiato lo shorthanded: Catenacci serve un assist al bacio per Gazley che non perdona e rimette in corsa i Foxes che, poco prima della sirena, sfiorano il pareggio con Frigo. Ospiti ancora in vantaggio anche alla seconda sirena.

In avvio di terzo periodo, il Bolzano va subito vicinissimo al pareggio con un’azione solitaria di Findlay, fermata però dall’opposizione di Madlener e di un difensore. Il KAC prova a colpire in contropiede, poi è Catenacci ad impegnare ancora il portiere avversario. I Foxes sembrano tutta un’altra squadra rispetto alle ultime prestazioni e trovano il pareggio grazie alla caparbietà di Gazley che, recuperato un disco in zona neutra, serve per il rimorchio di Findlay che, superato Madlener, deposita il disco in fondo al sacco. Il Bolzano sembra ora volare sulle ali dell’entusiasmo: Bernard serve per Insam che, davanti a Madlener, non riesce a impattare il disco; sul fronte opposto Irving esce di porta per controllare un disco, ne perde il controllo ed il KAC per poco non ne approfitta. I padroni di casa tornano a giocare meglio degli avversari e sfiorano per due volte la rete del sorpasso con Giliati prima e Halmo e Catenacci poi, costringendo l’allenatore ospite a chiamare un time-out nel tentativo di spezzare il ritmo dei Foxes. Il gol arriva poco dopo la metà frazione: Gazley avvia l’azione e serve per Findlay, questi si porta dietro la gabbia di Madlener e serve poi per l’accorrente Robertson che trova il varco giusto con un diagonale preciso e letale: è il gol del sorpasso! Gli ultimi attimi di apprensione per il Bolzano arrivano quando catenacci si fa mandare in panca puniti, ma il PK biancorosso regge molto bene la pressione avversaria, non concedendo conclusioni pericolose. Recuperato il quinto uomo di movimento, i Foxes tengono alta pressione sulla retroguardia avversaria, impedendo loro di ragionare e di richiamare in panca il portiere, cosa che avviene a soli 30 secondi dalla fine, quando oramai è troppo tardi per tentare un assalto al pareggio.

Con questa vittoria il Bolzano rinforza la prima posizione in classifica, tornando a 5 di vantaggio sui carinziani e portandosi ad un solo punto dalla vittoria matematica in regular season che vorrebbe dire qualificazione diretta alla prossima Champions Hockey League.

I ragazzi di coach Greg Ireland ora avranno due partite per guadagnare il punto mancante: la prima sarà venerdì sera al Palaonda contro il Villach e l’ultima sarà domenica pomeriggio contro Linz.

Riccardo Giuriato

per hockeytime.net e HCBfans.net

HCB Alto Adige Alperia – EC Klagenfurter AC 4-3 (0-1; 2-2; 2-0): 13:23 Nick Petersen (0-1); 32:46 Matt Fraser PP1 (0-2); 33:52 Dustin GAZLEY (1-2); 34:38 Lukas Haudum (1-3); 37:36 Dustin GAZLEY PP1 (2-3); 44:26 Brett FINDLAY (3-3); 51:14 Dennis ROBERTSON

Tags: