NL: il Lugano risale al 5° posto

Con lo Zugo fermo a causa del posticipo della sfida con l’Ambrì, messo in quarantena dal Medico Cantonale,  non tutte le inseguitrici hanno saputo approfittarne per accorciare le distanze dai leader indiscussi della NL. Lo Zurigo, infatti, sconfitto a sorpresa all’Hallenstadion dal Langnau (3-1) , ha mantenuto inalterato il gap di 11 punti dagli svizzero-centrali. In vantaggio con Berni, i Lions hanno subito la veemente rimonta dei bernesi, che si sono imposti nel finale grazie ai gol di Huguenin, Dostoinov e Sturny. Risale invece prepotentemente il Friborgo che dopo aver superato (6-5) nel derby il Berna grazie a una tripletta di Julien Sprunger, si sono ripetuti, non senza brividi, nella sfida interna della BCF Arena con il Davos chiusa sul (7-6). In vantaggio (5-0) dopo 32’ in virtù dei gol di Herren, Mottet, Jὂrg, Bykov e Marchon, i burgundi hanno subito la pericolosa rimonta degli ospiti che si sono portati addirittura sul (5-4) nel giro di soli 10’ a cavallo tra il secondo e il terzo tempo, con i gol di Frehner, Aeschlimann, Nussbaumer e Wieser. Alla fine ci hanno pensato Di Domenico e Jecker, che con le loro preziose reti hanno mantenuto a distanza di sicurezza i grigionesi. Il Gotteron aggancia così i Lions al secondo posto.

Cinque punti li incamera il Lugano che, dopo aver sconfitto in rimonta il Losanna (4-3), grazie al gol di polso nel supplementare di Fazzini, si è imposto nuovamente, sempre alla Corner Arena, nei confronti del Rapperswil (5-2). In vantaggio con Heed, i bianconeri venivano prima raggiunti e poi superati dalle reti di Vukovic e Jeremy Wick. La reazione rabbiosa dei padroni di casa produceva però i suoi frutti e nell’arco di 5’ arrivavano i gol di Suri, di nuovo Heed e Bűrgler. Il sigillo finale era opera di Arcobello. I bianconeri grazie al quarto successo di fila, agganciano a 47 punti Bienne e Davos salendo al 5°posto. Continua invece la preoccupante crisi del Berna che esce sconfitto (6-5) all’overtime anche nel derby col Bienne (doppiette per Brunner e Simon Moser, gol vincente di Cunti).

Due difensori movimentano il mercato svizzero nell’ultima settimana: Raphael Diaz (Zugo) ha firmato un contratto di quattro anni,valido dalla prossima stagione, col Friborgo. Il ceco Vladimir Roth ha lasciato l’Ocelari Trinec per accasarsi al Losanna.
E a proposito di stranieri, nei giorni scorsi la Federazione svizzera ha reso noto la propria contrarietà alla decisione della National League di aumentare da quattro a sette il contingente stranieri dalla stagione 2022/23 che potrebbe avere effetti negativi sul movimento hockeistico elvetico.

 
Risultati NL:
giovedì 28 gennaio
Berna      – Friborgo   5-6

venerdì 29 gennaio
Lugano     – Losanna    4-3 ot

domenica 31 gennaio
Friborgo   – Davos      7-6
Lugano     – Rapperswil 5-2
Zurigo     – Langnau    1-3
Bienne     – Berna      6-5 ot

Classifica LNA (dopo 33 giornate)
1.Zugo        69 punti (30 gare)
2.Zurigo      58 (31)
3.Friborgo    58 (32)
4.Losanna     48 (25)
5.Lugano      47 (30)
6.Bienne      47 (31)
————————————————————–
7.Davos       47 (32)
8.Ginevra     44 (26)
9.Ambrì       33 (32)
10.Rapperswil 33 (33)
————————————————————-
11.Langnau    27 (30)
12.Berna      20 (22)

Top Scorer LNA
#                Club        Punti (reti+assist)
1.A.Ambühl      (Davos)        36     (13+23)
2.G.Hofmann     (Zugo)         33     (13+20)
3.J.Kovar       (Zugo)         33     (10+23)
4.D.Hollenstein (Zurigo)       32     (18+14)
5.S.Andrighetto (Zurigo)       32     (14+18)

Top Goalies
#               Club       Svs%   GAA
1.T.Stephan     (Losanna)  93,72  2.00
2.G.Descloux    (Ginevra)  93,53  2.17
3.L.Genoni      (Zugo)     92,83  2.41
4.L.Waeber      (Zurigo)   92,34  2.18
5.N.Schlegel    (Lugano)   92,19  2.53 

Le interviste di Roberto Vedani nel post Lugano-Losanna

e nel post Lugano-Rapperswil

Gli highlights  del Lugano

Tags: