IHL: il Merano aggancia la vetta, il Bressanone rimane in scia

Missione compiuta per il Merano che nel big match del decimo turno stende l’Unterland con un poker di reti e raggiunge in testa alla classifica il Caldaro, a riposo imposto dal calendario. I Cavaliers sono relegati al quarto posto, scavalcati dal Bressanone guidato contro il Varese da un super Arnost. In coda vincono Pergine (a Cavalese) e Appiano. Rimane ancora incerta la lotta per accedere alle semifinali di Coppa Italia.

A Egna il Merano va di fretta, il goal del vantaggio matura dopo 3’: in situazione di quattro contro quattro, Oscar Ahlström conquista il disco in balaustra, accentratosi supera Cloutier. Le Aquile impongono il loro gioco col chiaro intento di non concedere nulla all’Unterland: il primo intervento di Thomas Tragust si registra al 14.49. Nella frazione centrale i Cavaliers si dimostrano più propositivi, ad andare a segno, però, sono i bianconeri: al 27.58 sfruttano il primo power play del periodo a disposizione, grazie a Victor Ahlström, 4’ più tardi è Michal Juscak ad allungare al termine di un ribaltamento di fronte orchestrato con Victor Ahlström. Acquisito il risultato, nel terzo tempo agli uomini di Doug McKay non rimane che gestire la gara, al 59.27 David Pfoestl cala il poker a porta vuota e Tragust può incassare il secondo shutout stagionale.

Partita vivace ed equilibrata quella tra Bressanone e Varese; le rispettive difese (quella dei Mastini rafforzata da Sebastian Allevato) e i due goalie neutralizzano gli attaccanti avversari per quasi due tempi: per bloccare il risultato è necessario ricorrere al power play, quello più efficace è dei Falcons, in rete a 18” dal secondo intervallo con Daniel Arnost. Il leit motiv della gara rimane inalterato anche nel terzo tempo, lo stesso giocatore, nella medesima situazione di gioco, al 57.15 raddoppia, mentre a 46” dalla fine realizza l’hattrick a porta vuota. La granitica difesa dei brissinesi consente a Philipp Kosta di registrare il primo clean sheet della stagione.

Pergine e Appiano mettono fine alle rispettive strisce negative: le Linci ritrovano il sorriso vincendo il derby in casa del Valdifiemme; nella prima parte del match i biancorossi mostrano una mira migliore con Andrea Meneghini e Harrison Cottam. Dal 34’ la partita non ha soluzioni di continuità, ogni qualvolta i fiammazzi si riportano sotto nel punteggio, i rivali trovano lo spunto per ripristinare le lunghezze: succede a Gabriele Misconel, Libor Machan (in superiorità), annullati da Fabio Rigoni e Francesco Valorz. Il 3-4 di Federico Gilmozzi al 1’39” dalla sirena ridà ai padroni di casa nuova linfa, non sufficiente a raggiungere l’agognato pareggio.
L’Appiano supera l’Alleghe e lo trascina nei bassifondi della classifica: la serata di vena dei Pirati si traduce nelle marcature di Riccardo Tombolato, Simone Critelli e Robert Dowd nei primi 25’. Alle Civette trovano la prima via del goal in una situazione di cinque contro tre finalizzata da Miika Kiviranta al 35’. Nel terzo tempo Marc Oliver Vallerand e lo stesso Kiviranta lasciano invariato il vantaggio della formazione d’Oltradige.

 
Risultati
10a giornata
sabato 16 gennaio
Appiano     – Alleghe 4-2
Bressanone  – Varese  3-0
Unterland   – Merano  0-4
Valdifiemme – Pergine 3-4
Riposa: Caldaro

Classifica
1.Merano      21 punti (10 partite)
2.Caldaro     21 (11)
3.Bressanone  20 (11)
4.Unterland   17 (11)
5.Valdifiemme 16 (11)
6.Varese      14 (10)
7.Alleghe     12 (10)
8.Pergine     12 (11)
9.Appiano     11 (11)
Como ritirato

Qualificazione Coppa Italia
1.Merano      12 punti (5 partite)
2.Unterland   12 (6)
3.Varese      11 (6)
4.Caldaro     10 (5)

——————————————————————
5.Bressanone   9 (6)
6.Alleghe      7 (5)
7.Valdifiemme  5 (5)
8.Appiano      3 (5)
9.Pergine      3 (5)
Como ritirato

Prossimo turno
Recupero 5a giornata
giovedì 21 gennaio
Varese – Pergine

11a giornata
sabato 23 gennaio
Alleghe     – Bressanone
Merano      – Valdifiemme
Pergine     – Appiano
Varese      – Caldaro
Riposa: Unterland

Tags: