NL: Zugo, prove di fuga

Grazie al doppio successo contro il Friborgo, gli svizzero-centrali sfruttano nel migliore dei modi i passi falsi degli inseguitori portando a otto le lunghezze di vantaggio sui Lions. 

Lo Zugo si conferma sempre più leader nella NL, al termine di una settimana che lo ha visto impegnato nella doppia sfida contro il Friborgo. Alla Bossard Arena, la formazione di Tangnes si è imposta per (6-3) grazie a una tripletta di Zehnder e alle reti di Leuenberger, Kovar e Klingberg. Identico l’esito anche in trasferta, dove gli svizzero-centrali hanno prevalso di misura (3-2). Dopo l’uno-due iniziale firmato da Klingberg e Hofmann, i burgundi hanno reagito con veemenza nel periodo centrale, raggiungendo la parità grazie alle reti di Kamerzin e Walser. Il game-winning-gol è arrivato per merito di Simion, che consente allo Zugo di portare a otto i punti di vantaggio sullo Zurigo. I Lions, dopo la sconfitta (2-1) patita alla Valascia in virtù del gol nell’overtime di Fora, si sono prontamente riscattati superando all’Hallenstadion il Bienne (2-0) grazie al duo Andrighetto-Roe  entrambi autori di un gol e un assist. Nella sfida casalinga domenicale, invece, i Lions hanno sprecato una ghiotta occasione per avvicinarsi, subendo una clamorosa rimonta nel periodo conclusivo da parte del Langnau, prima di cedere definitivamente ai rigori (4-3). Dopo il triplo vantaggio conseguito con i gol di Sigrist, Pedretti e Andrighetto, gli zurighesi hanno infatti ceduto di schianto, permettendo ai bernesi di riequilibrare clamorosamente il risultato con Weigel, Pascal Berger e Blaser (decisiva ai fini del successo finale è stata la trasformazione del rigore di Marcus Nilsson). 

Chi dimostra di godere di ottima salute è certamente il Ginevra, che ha surclassato per due volte il Lugano alle Vernets. Nella prima delle due sfide, la formazione di Emond si è imposta largamente (7-3). I bianconeri si sono illusi in avvio chiudendo in vantaggio il primo periodo con i gol di Suri e Boedker e al provvisorio pareggio di Riat. Nel periodo centrale, però, i ticinesi si sono sciolti come neve al sole, capitolando ben quattro volte sotto i colpi di Le Coultre, Tὂmmernes, Riat e Miranda. I sigilli finale sono stati invece opera nell’ordine di Richard e Rod.  Nel remake concluso sul (5-2), i padroni di casa, in doppio svantaggio per le reti di Lajunen e Herburger, sono stati protagonisti di un prepotente finale dove a mettersi in luce è stato soprattutto Winnik, autore di una tripletta. Da segnalare l’infortunio di Riva colpito duramente da un check di Riat (sospeso), nei confronti del quale è stata aperta una procedura. Il Servette ha poi realizzato il definitivo en-plein sbancando la Tissot Arena. Nel successo di misura (4-3) sui seeländer, in gol Vermin, Richard, Winnik e Tömmernes. Una vittoria fondamentale che consente di lasciare a tre lunghezze di distanza il Lugano (sesto), che si imposto per la quarta volta in stagione nei confronti del Davos. Alla Corner Arena, i bianconeri, rimaneggiati per le assenze in difesa di Heed e Riva, sono ritornati al successo imponendosi per (3-1) grazie ai gol di Traber, Fazzini e Wellinger. Nella sua unica uscita settimanale, invece, il Rapperswil ha impartito una severa lezione all’Ambrì, che non riesce ancora a trovare una accettabile continuità di rendimento. Protagonisti della contesa, chiusa sul (7-2), Rowe e Wetter, entrambi autori di una doppietta. Un successo che ha permesso ai sangallesi di salire all’ottavo posto, scavalcando proprio la formazione di Luca Cereda. Rimangono ancora in quarantena Losanna e Berna.

 
Risultati NL:
giovedì 7 gennaio
Ambrì      – Zurigo     2-1 ot
Ginevra    – Lugano     7-3

venerdì 8 gennaio
Zurigo     – Bienne     2-0
Ginevra    – Lugano     5-2
Zugo       – Friborgo   6-3

sabato 9 gennaio
Rapperswil – Ambrì      7-2

domenica 10 gennaio
Friborgo   – Zugo       2-3
Bienne     – Ginevra    3-4
Zurigo     – Langnau    3-4 so
Lugano     – Davos      3-1

Classifica LNA (dopo 27 giornate)
1.Zugo       54 punti (24 gare)
2.Zurigo     46 (24)
3.Friborgo   43 (24)
4.Losanna    42 (21)
5.Ginevra    39 (21)
6.Lugano     36 (22)
————————————————————–
7.Davos      30 (24)
8.Rapperswil 29 (25)
9.Bienne     27 (23)
10.Ambrì     27 (25)
————————————————————-
11.Langnau   22 (24)
12.Berna     19 (19)

Top Scorer LNA
#                Club        Punti (reti+assist)
1.R.Cervenka    (Rapperswil)   26      (9+17)
2.L.Omark       (Ginevra)      26      (8+18)
3.J.Kovar       (Zugo)         25      (8+17)
4.D.Hollenstein (Zurigo)       23      (16+7)

Top Goalies
#               Club       Svs%   GAA
1.G.Descloux    (Ginevra)  93,92  2.04
2.T.Stephan     (Losanna)  93,12  2.23
3.L.Genoni      (Zugo)     93,06  2.29
4.P.Wüthrich    (Berna)    92,80  2.49
5.N.Schlegel    (Lugano)   92,38  2.49 

Le interviste di Roberto Vedani nel post Lugano-Davos

Gli highlights  di Ambrì e Lugano

 

Tags: