Le quattro semifinaliste per la volata scudetto fanno l’en plein. Bene anche le slovene e Lustenau

—————————————————————————————————————————————–
Dopo aver momentaneamente accantonato la classifica di qualificazione alle Semifinali ed alla Finale che assegnerà lo Scudetto Italiano, con le sfide di questa sera, entra nel vivo la corsa alle qualificazioni per i Play – Off che stabiliranno la vincente di questa Quinta Edizione del Campionato di Alps Hockey League. Stasera erano in programma sette sfide, aventi la prerogativa di essere, tutte, duelli internazionali.
Tornando a parlare delle qualificazioni playoff, ricordiamo che la stessa, sarà diretta per le prime quattro qualificate al termine della regolar season mentre dalla quinta e fino alla dodicesima posizione ci saranno i pre-playoff, mentre per le ultime quattro la stagione terminerà con il completamento della stagione regolare.
—————————————————————————————————————————————–
Il Lubiana bagna l’esordio nelle file dei Draghi Verdi del difensore finlandese Juuso Pulli, sommergendo il Bregenzerwald sotto una valanga di goal. La partita si mette subito male per i “Wälder” che nella doppia trasferta verso Est, incassano, dopo quella di Klagenfurt, la seconda, pesantissima sconfitta. Con la vittoria di questa sera i campioni AHL si portano a trentanove punti, mantenendo il secondo posto in classifica generale.

Sabato, 09.01.2020, ore 17:30 Hala Tivoli di Lubiana
HK SZ Olimpija Ljubljana – EC Bregenzerwald 7 – 2 (2-0, 4-0, 1-2)
Arbitri: PAHOR, REZEK, Arlic, Bergant.
Scontri diretti assoluti in Alps: HKO – ECB 4:3. Tiri in porta: 15-6/ 13-5/8-9. Totale = 36 – 20
MARCATORI: 15:40 1:0 GWG EQ HKO Nik Simsic (Magovac); 18:00 2:0 EQ HKO Miha Zajc (Pance – Magovac); 23:37 3:0 EQ HKO Ales Music (Pance – Logar); 30:00 4:0 EQ HKO Miha Logar (Zajc); 31:29 5:0 EQ HKO Mark Sever (Simsic – Kujavec); 37:32 6:0 EQ HKO Miha Logar (Music – Sever); 47:31 6:1 PP1 ECB Kai Fässler (Akerman); 49:08 6:2 EQ ECB Tuukku Rajamäki (Wolf); 50:04 7:2 EQ HKO Miha Zajc (Zibelnik).
—————————————————————————————————————————————–
Lo Jesenice si riprende dalla brutta sconfitta patita all’Hodegart superando largamente il Vipiteno. Gli sloveni hanno tenuto in scacco per tutta la gara la formazione di Whitecotton che è riuscita a segnare il goal della bandiera, soltanto a risultato ampiamente compromesso. Nel primo tempo i padroni di casa hanno dominato la gara ma il goal del vantaggio per gli Steel Iron è arrivato solo a 5:44 dalla prima sirena. La segnatura arriva per merito di Jaka Sodja il quale si smarca nel terzo d’attacco, Tomazevic lo vede scattare in avanti e gli serve un disco che il ventunenne attaccante con un tiro al volo, infila all’angolo sinistro della porta difesa stasera da Jakob Rabanser. Il raddoppio arriva appena 21 secondi dopo. Con la difesa dei Broncos, completamente “in bambola”, Mirko Dumic passa dietro alla gabbia col puck incollato alla stecca, e lo serve sulla linea di porta dove Andrej Hebar, ben appostato ha pochissime difficoltà a spingerlo in fondo alla gabbia. Nei secondi venti minuti al goal del 3-0 di Svetina risponde in power play Trevor Gooch. Poi in apertura del drittel finale è Saso Rajsar a trovare il goal del definitivo 4-1. Per i Broncos l’unico giustificativo è legato alle numerose assenze nel roster che stanno mettendo in difficoltà il capo allenatore, Dustin Whitecotton che deve schierare la sua squadra ancora una volta facendo i conti con le assenze di Tobias Kofler, Daniel Soraruf e Renè Deluca
Sabato, 09.01.2020, ore 18.00 Sportna Dvorana Podmezakla
HDD SIJ Acroni Jesenice – Wipptal Broncos Weihenstephan 4 – 1 (2-0, 1-1, 1-0)
Arbitri: BAJT, LESNIAK, Pagon, Snoj.
Scontri diretti assoluti in Alps: JES – WSV 9:2. Tiri in porta: 16-7, 16-7, 15-7. Totale = 47 – 21
MARCATORI: 14:16 1:0 GWG EQ JES Jaka Sodja (Tomazevic – Sirovnik); 14:37 2:0 EQ JES Andrej Hebar (Dumic – Rajsar); 29:25 3:0 EQ JES Eric Svetina (Crnovic); 36:34 3:1 PP1 WSV Trevor Gooch (Hannoun – Valentini); 44:29 4:1 PP1 JES Saso Rajsar (Tomazevic – Jezovsek);
—————————————————————————————————————————————–
Il Val Pusteria vince largamente a Linz una gara dal risultato ampiamente prevedibile. Alla Keine Sorgen – Eisarena Linz andava infatti in scena il più classico dei “testa-coda” con i Lupi che in testa alla classifica con 41 punti, andavano a far visita alla Cenerentola del torneo (2 punti dopo undici gare disputate). Il Val Pusteria si è presentato al face off senza il portiere titolare Colin Furlong, neppure partito da Brunico. In porta è stato ripresentato, dopo i fasti casalinghi asiaghesi, il giovane Hannes Stoll e a fare il back-up è stato chiamato il diciottenne Gregor Bachmann, brissinese di nascita, ma prodotto del vivaio del Val Pusteria. I lupi partono fortissimo mettendo, di fatto, in ghiaccio la vittoria nei primi quindici minuti, nei quali riescono ad andare in goal per ben quattro volte. C’è da segnalare il grande lavoro della seconda linea che ha messo “il becco” in ben tre dei sette goal realizzati. Gli austriaci hanno avuto a disposizione per la prima volta il diciassettenne canadese Francesco Arcuri proveniente dalla formazione del Kingston Frontenacs che partecipa alla Ontario Hockey League, una delle tre Leghe hockeystiche giovanile facenti parte della Canadian Hockey League. Il ragazzino, nato nel giugno del 2003, ha bagnato il suo esordio con tre punti, frutto di due goal ed un assist, mettendosi in bellissima evidenza.
Sabato, 09.01.2020, ore 19:00 Keine Sorgen – Eisarena Linz.
Steel Wings Linz – HC Pustertal Wölfe 3 – 7 (1-4, 1-1, 1-2)
Scontri diretti assoluti in Alps: SWL – PUS 0:3 – Tiri in porta 7-21/ 7-10/ 4-20. Totale = 18 -51.
Arbitri: BRUNNER, WIDMANN, Moidl, Reisinger.
MARCATORI: 03:40 0:1 SH1 PUS Massimo Carozza (Perlini – Elliscasis); 10:25 0:2 EQ PUS Max Oberrauch (Carozza – Perlini); 11:59 0:3 EQ PUS Tommaso Traversa (Andergassen – Cianfrone); 15:11 0:4 GWG PP1 PUS Viktor Schweitzer (Hasler – Hofer); 19:30 1:4 EQ SWL Francesco Arcuri (Fedor – Liesch); 23:55 1:5 EQ PUS Bryan Cianfrone (Lee – Andergassen); 33:32 2:5 EQ SWL Francesco Arcuri (Pohl – Pauschenwein); 48:58 2:6 EQ PUS Brett Perlini; 52:23 2:7 PP1 PUS Max Oberrauch (Glira – Cianfrone); 59:29 3:7 EQ SWL Julian Pauschenwein (Arcuri).
—————————————————————————————————————————————–
Il Lustenau passa al Pranives, in rimonta, e guadagna tre punti importantissimi per la sua classifica. Le Furie a segno due volte con Diego Glück e con Matt Wilkins, non hanno saputo tenere il vantaggio e, già nel drittel di mezzo si sono fatti recuperare dai goal di Haberl e Karkls. Nel terzo tempo, nonostante una supremazia schiacciante (21 tiri a 9 verso la gabbia difesa da Anthony Morrone) i padroni di casa non sono riusciti a recuperare lo svantaggio ed hanno dovuto cedere i tre punti alla formazione austriaca. Da notare che per gli austriaci, che hanno giocato stasera la loro prima partita nel 2021, hanno vinto nove delle tredici sfide contro il Gherdëina.
Sabato, 09.01.2020, ore 19:00: Pranives di Selva di Val Gardena
HC Gherdëina valgardena.it – EHC Lustenau 3 – 4 (2-1, 1-3, 0-0)
Scontri diretti assoluti in Alps: GHE – EHC 4:9 Tiri in porta: 10-20/15-13/21-9/ Totale = 46 – 42.
Arbitri: MOSCHEN, STEFENELLI, Cristeli, De Zordo.
MARCATORI: 01:52 1:0 EQ GHE Diego Glück (Harrison – Messner); 07:04 1:1 PP1 EHC Maxmilian Wilfan (Karkls – Connelly); 09:39 2:1 EQ GHE Matt Wilkins; 24:54 2:2 EQ EHC Chris D’Alvise (Grabher Meier – Wilfan); 29:33 3:2 PP1 GHE Diego Glück (Willeit – Nedved); 30:22 3:3 EQ EHC Dominik Haberl (Ozolins- Hrdina); 36:34 3:4 GWG EQ EHC Renars Karkls (Connelly – Grabher Meier).
—————————————————————————————————————————————–
Dopo la sconfitta di stretta misura, patita il 4 gennaio a Brunico, l’Asiago ha innestato la marcia trionfale ed ecco che, dopo la larga lezione casalinga inflitta allo Jesenice (3-0), i Campioni d’Italia, raddoppiano stasera con un 5-1, inflitto al Feldkirch, che non lascia margine alcuno ai dubbi ed alle incertezze. Il match, sulla carta, si presentava come tra i più interessanti e dall’esito più incerto tra l’intero lotto di quelle in programma. Alla vigilia, infatti, la Migross Supermercati Asiago Hockey, era al quinto posto, ed il VEU Feldkirch, al quarto posto della classifica generale ma, la realtà dei fatti ha dimostrato che la differenza di rendimento e, diciamolo pure, di forza sul ghiaccio (almeno per quanto visto stasera) è nettamente a favore dei Leoni dell’altopiano. Unico rammarico, per il team di Petri Mattila, è stato il mancato festeggiamento da parte del portiere Vallini del secondo shutout consecutivo. La porta dei giallo rossi infatti, dopo essere rimasta intonsa nei sessanta minuti della sfida contro lo Jesenice, stasera, è caduta, peraltro a risultato ampiamente già acquisito, al 59:01, cioè a soli cinquantanove secondi dalla sirena finale del match. In maggior gloria della vittoria dei giallo rossi c’è da aggiungere che il team del Voralberg aveva conquistato il bottino pieno nelle ultime tre partite di fila. La secca sconfitta patita all’Hodegart condanna la formazione di Michael Lampert alla 12 sconfitta nelle quattordici sfide disputate in Alps Hockey League contro i veneti.
Sabato, 09.01.2020, ore 19.00: Hodegart di Asiago
Migross Supermercati Asiago Hockey – VEU Feldkirch 5 – 1 (1-0, 1-0, 3-1)
Arbitri: GIACOMOZZI F., LEGA, Carrito, Mantovani.
Scontri diretti assoluti in Alps: ASH – VEU 11:2 – Tiri in porta: 6-7/7-9/9-8. Totale = 22 – 24
MARCATORI: 11:19 1:0 GWG EQ ASH Marco Rosa (Magnabosco – McParland); 38:47 2:0 EQ ASH Michele Marchetti (Frei – Mantenuto); 41:17 3:0 EQ ASH Josè Magnabosco (Rosa – McParland); 49:30 4:0 PS EQ ASH Marco Rosa; 53:27 5:0 EQ ASH Daniel Mantenuto (Marchetti – Frei); 59:01 5:1 EQ VEU Jakob Stukel (Gehringer – Stanley).
—————————————————————————————————————————————–
Il Cortina festeggia la seconda vittoria con shut out consecutiva. Gli scoiattoli unitamente al rientro a difesa della loro gabbia del goalie titolare Marco De Filippo, ed all’arrivo del difensore Finlandese Mikko Vainonen, hanno trovato una solidità difensiva che ha loro permesso di chiudere a doppio giro di chiave il loro terzo difensivo e di passare indenni gli ultimi centoventi minuti di gioco, senza subire alcun goal. Se dovessimo plaudire un paio di giocatori della formazione di Ivo Machacka, stasera, il nostro plauso andrebbe, certamente, a Mike Cazzola e Phil Pietroniro. Il ventinovenne centro italo-canadese, stasera ha chiuso la gara con tre punti (1G/2A), mentre il ventisettenne difensore è andato a segno due volte, sfruttando la sua abilità a concludere in situazioni di power play.
Sabato, 09.01.2020, ore 20.00: Sportpark Kapselbrücke
EC Die Adler Stadtwerke Kitzbühel – S.G. Cortina Hafro 0 – 3 (0-2, 0-0, 0-1)
Scontri diretti in Alps: KEC – SGC 1:8. Tiri in porta: 6-13/6-8/12-9. Totale =24 – 30.
Arbitri: KUMMER, WUNTSCHEK, Eisl, Wimmler.
MARCATORI: 10:50 0:1 GWG EQ SGC Mike Cazzola (Zanatta – Larcher); 14:26 0:2 PP1 SGC Phil Pietroniro (Cordiano – Cazzola); 43:59 0:3 PP1 SGC Phil Pietroniro (Giftopoulos – Cazzola).
—————————————————————————————————————————————–
Il ritorno in AHL dei Red Bull Hockey Juniors, dopo più di un mese, inizia malissimo contro i Rittner Buam che superano il “Farm Team” del Salisburgo, con un largo punteggio di quattro reti ad una.
Sabato, 09.01.2020, 20.00: Rittner Arena di Collalbo
Rittner Buam – Red Bull Hockey Juniors 4 – 1 (0-0, 2-0, 2-1)
Scontri diretti assoluti in Alps: RIT – RBJ 11:5. Tiri in porta: 10-6/ 12-6/ 11-5. Totale = 33 – 17.
Arbitri: BENVEGNU, LAZZERI, Bedana, Fleischmann.
MARCATORI: 33:42 1:0 EQ RIT Stefan Quinz (Öhler – Lutz); 38:37 2:0 GWG PP1 RIT Julian Kostner (Uusivirta – Simon Kostner); 52:39 3:0 PP1 RIT Simon Kostner (Dan Tudin – Markus Spinell); 55:55 3:1 PP1 RBJ Manuel Alberg; 58:20 4:1 EN EQ RIT Stefan Quinz (Julian Kostner).
—————————————————————————————————————————————–

Tags: