Il Bolzano fa 4 su 4 con l’Innsbruck

Al Bolzano bastano due gol per avere ragione di un Innsbruck che si presenta al quarto derby stagionale con un roster rimaneggiato; i Foxes si impongono per 2-0 al termine di un match per lunghi tratti dominato dai biancorossi, con gli ospiti capaci comunque di rendersi molto pericolosi, rischiando di rovinare il terzo shutout stagionale di Andreas Bernard; il portiere ospite ha avuto il pregio di mantenere i suoi in linea di galleggiamento, compiendo alcuni interventi di fattura pregevole.

La partita comincia in maniera abbastanza equilibrata: il primo tiro in porta è di Gleason Fournier che chiama McCollum alla respinta; sul fronte opposto la squadra ospite prova ad aggredire ma non trova spazi per la conclusione, rischiando nel contempo di subire i contropiedi del Bolzano; i biancorossi ne approfittano subito con Simon Pitschieler, che dopo aver recuperato un disco in neutra, entra in zona di attacco e scocca un tiro senza troppe pretese che viene deviato in rete da un difensore austriaco con McCollum impotente. Innsbruck non ci sta e, nonostante il roster ridotto, prova a cercare subito il pareggio, ma sono i Foxes a sfiorare il raddoppio con Marco Insam. Nonostante il possesso disco, gli “squali” tirolesi faticano ad organizzare una manovra d’attacco efficace e gli unici pericoli per la gabbia di Andreas Bernard arrivano da alcune mischie sì pericolose, ma che vedono il goalie e la difesa biancorossi uscirne sempre vincitori. Il portiere del Bolzano si esalta quando Jennes, servito da Herr, prova la deviazione da due passi: bella la parata dell’estremo difensore dei Foxes. Innsbruck prende coraggio, mentre il Bolzano riduce il proprio raggio d’azione: ci prova Lattner dalla blu, Andreas Bernard blocca il disco. La prima penalità del match è a carico di Mike Halmo che prende 2+2; gli ospiti provano ad approfittarne con Herr, ma il suo tocco finisce fuori non di molto. Bolzano al primo riposo in vantaggio con il minimo scarto.

In apertura di frazione centrale ci prova subito Christoffer il cui tiro scatena una mschia furibonda davanti alla porta difesa da Andreas Bernard, ma il portiere biancorosso riesce a salvare coadiuvato dai difensori. Anche gli

Photo: Werner Krainbucher

ospiti si trovano a giocare con l’uomo in meno quando Gerlach viene mandato in panca puniti e, in 4 contro 4, il Bolzano raddoppia: Angelo Miceli serve un assist d’oro per l’arrivo a rimorchio di Dennis Robertson; il numero 20 dei Foxes controlla benissimo il disco, salta McCollum e deposita nella rete sguarnita. Dopo il 2-0 ed il rientro di Halmo e Gerlach, la partite attraversa una fase confusa, con le due squadre più impegnate a distruggere il gioco altrui anziché costruire delle efficaci azioni di attacco. L’Innsbruck rischia di pescare il jolly quando Girard, da posizione impossibile, tenta il tiro in porta: il disco rimbalza contro il pattino di Andreas Bernard e rischia di beffarlo ma, fortunatamente per il Bolzano, non oltrepassa la linea di porta. Daniel Frank viene mandato nel penalty box, ma gli ospiti si rendono pericolosi solo con una conclusione di Sideroff ben respinta da Andreas Bernard; Domenic Alberga sfiora il tris, ma la sua azione porta comunque alla penalità di Lattner; l’unica occasione che il powerplay dei Foxes riesce a creare arriva da un tiro di Nick Plastino che, deviato, termina fuori di pochissimo rispetto alla porta difesa da McCollum. Sul finire della seconda frazione, la porta della panca puniti del Bolzano si apre due volte nel giro di 70 secondi: prima è Marco Insam a sedersi nel penalty box, raggiunto poco dopo da Mike Halmo, la cui penalità sembra alquanto dubbia. Bolzano al secondo riposo sul doppio vantaggio, ma in doppia inferiorità numerica.

Anche con due uomini in meno il PK biancorosso si difende egregiamente e prima Marco Insam e poi Mike Halmo tornano sul ghiaccio senza che l’Innsbruck sia riuscito a rendersi pericoloso; viceversa è il Bolzano a sfiorare la terza rete con un tiro di Stefano Giliati; McCollum respinge la conclusione del numero 11 e poi salva

(foto di Loris BREGNOLATO – HCBfans.net)

sul tentativo di tap-in di Domenic Alberga. La stanchezza comincia ad affiorare fra le file degli ospiti e, a sedersi in panca puniti, è Porseland; nonostante l’uomo in meno, gli ospiti riescono comunque a rendersi pericolosi con un diagonale di Herr su cui Andreas Bernard mette il gambale; Stefano Giliati viene liberato davanti a McCollum, ma non riesce ad essere sufficientemente lucido per battere il portiere avversario. Prima del rientro di Porseland, sono ancora gli ospiti a rendersi pericolosi con un diagonale di Tansey ben parato da Andreas Bernard. L’Innsbruck le prova tutte per rimettere in piedi la partita, ma rischia grossissimo quando Dustin Gazley prova a servire Daniel Frank che arriva con un attimo di ritardo sul passaggio del compagno; sul fronte opposto è bravo Andreas Bernard a dire di no a Bär e McCollum sventa prima su Anton Bernard e poco dopo su Domenic Alberga. Nel finale di partita due penalità prese nel giro di poco meno di due minuti (Bär e Tansey), spengono ogni residua velleità degli ospiti che, dopo aver rischiato di subire il gol del 3-0 venendo salvati dalla traversa sullo slap di Dustin Gazley, riescono a rendersi pericolosi con un contropiede di Herr fermato egregiamente da Andreas Bernard che salva così la propria porta ed il suo terzo shutout stagionale.

La truppa di coach Greg Ireland adesso avrà un giorno di riposo prima di affrontare, nel giro di 24 ore fra sabato e domenica il Fehervar (sabato) ed il Salisburgo (domenica), incontri che potrebbero già essere decisivi in ottica di qualificazione diretta alla CHL della prossima stagione.

Riccardo Giuriato

per hockeytime.net e HCBfans.net

HCB Alto Adige Alperia – HC TWK Innsbruck 2-0 (1-0; 1-0; 0-0): 02:24 Simon PITSCHIELER (1-0); 22:32 Dennis ROBERTSON (2-0)

Tags: