Fra Asiago e Renon in palio punti importanti, per lo scudetto IHL – Serie A

Il percorso di qualificazione alle final four del Campionato Italiano IHL – Serie A è giunto quasi ai due terzi del suo cammino. Sono state, infatti, disputate, ventiquattro, delle quarantadue gare in programma. Le rimanenti diciotto, anche grazie al solito, superlavoro agonistico natalizio, verranno giocate entro il giorno dell’Epifania con “settimane all’Inglese” che terranno vivo l’interesse degli sportivi e degli addetti ai lavori.
Essendo giunti a questo punto del torneo che, lo ricordiamo, stabilirà quali formazioni accederanno alla Final Four con la qual si assegnerà l’ottantasettesimo scudetto della storia dell’hockey su ghiaccio italiano, ci pare obbligatorio, fare una sorta di riassunto di quanto successo.
Finora, i sei volte campioni d’Italia dell’Asiago, ed i cinque volte campioni del Renon hanno confermato la loro propensione ad essere protagonisti in questa manifestazione che, dal 2010 (ad eccezione della vittoria del Bolzano nel 2012) li ha sempre visti, a turno, occupare il più alto scalino del podio.

Ad oggi, la classifica che riportiamo più in basso vede in testa l’Asiago. La formazione di Petri Mattila, dopo otto partite, è giunta a quota diciannove ed ha, peraltro, la migliore differenza reti con uno sgargiante +17.
Dietro agli attuali Campioni d’Italia, troviamo i Rittner Buam/Renon. La squadra del presidente Thomas Rottensteiner, con due gare disputate in meno, ha comunque raggranellato l’invidiabile bottino di tredici punti.
Al terzo posto, con gli stessi punti del Renon ma con una partita in più rispetto alla formazione di Collalbo, troviamo il Val Pusteria. Al quarto posto c’è il Cortina, che, lo ricordiamo ha ben 16 gli scudetti nel suo albo d’oro, ed è seconda, nella speciale classifica delle società pluridecorate, solo alla formazione di Bolzano la quale, nonostante abbia scelto di giocare nel campionato Ebel dal 2013, può vantare ben diciannove successi nel campionato italiano. Tornando a parlare della formazione ampezzana, dobbiamo segnalare che, attualmente gli Scoiattoli di Ivo Machacka, hanno raccolto undici punti in sette gare. Le altre tre concorrenti: Fassa, Gherdëina (con ben 4 scudetti nel suo palmares) e Vipiteno sono al momento distaccate ma il numero delle gare ancora in programma non esclude la possibilità di un loro recupero.
Nel turno di domani sera, quindi, spicca per interesse, la partitissima delle ore diciannove tra l’Asiago ed i Rittner Buam. La sfida, oltre ad essere una riedizione di tante, anche recenti, finali scudetto, assume infatti, anche un valore immediato per gli sviluppi della classifica IHL – Serie A.

Nella foto in evidenza, i festeggiamenti del Renon dopo il successo, ad Asiago, in finale contro il Val Pusteria del 11 febbraio 2018. Per la cronaca la gara terminò sul risultato di 6-1 . Segnarono: Oskar Ahlström, due volte Markus Spinell, Borgatello, Tudin, Frei per i Buam e Patrick Bona per i Lupi.
L’elenco delle gare finora disputate, valevoli per il campionato IHL – Serie A:

La classifica della IHL – Serie A, aggiornata.