Lo Jesenice vola alle spalle di Salisburgo e Lubiana

Dopo la partita di sabato contro il Klagenfurt, domenica l’EHC Lustenau si confronta con l’HDD SIJ Acroni Jesenice, nell’unica sfida in programma in questa domenica. Gli sloveni, che venerdì, hanno steccato contro il Bregenzerwald, riprendono il proscenio del Campionato AHL, vincendo largamente sul non facile ghiaccio della Rheinhalle e bissando la vittoria (6-3) ottenuta nel primo duello disputato in Slovenia.
Nei primi 39 minuti i grandi protagonisti della sfida, sono i due portieri che riescono a mantenere le rispettive gabbie “clean sheet”. Sugli scudi quindi, il ventunenne italo-Quebecchese, Anthony Morrone (Lustenau) ed il ventiquattrenne sloveno Zan Us, già goalie dei Draghi Verdi di Lubiana nella vittoriosa edizione 2019 della AHL, nonché back up di Matija Pintaric nella formazione nazionale Slovena. Il risultato, però, cambia, repentinamente, ad appena quattro secondi dal fischio della seconda sirena allorquando, in power play, gli sloveni trovano il goal del loro vantaggio. Uno sgambetto sanzionato al venticinquenne difensore (di stecca destra) Albert Krammer, regala agli sloveni il quarto power play del match. Mentre nelle prime tre circostanze il penalty killing del team del “Ländle“ (come viene amichevolmente e vezzeggiativamente chiamato il Land Voralberg dagli stessi abitanti) aveva resistito allo “special team”, in questa occasione, agli ospiti, bastano, appena, ventotto secondi per trovare il bersaglio grosso. La rete nasce dalla bravura di Jaka Sodja. Il ventunenne attaccante sloveno, infatti, sfrutta al meglio un tiro di Andrej Tazveli, deviando il puck alle spalle di Morrone.

Negli ultimi cinque minuti, proprio con lo spengersi della pressione dei padroni di casa, la maggior freschezza atletica e la classe sopraffina di alcuni giocatori del team di Mitja Sivic emerge nella doppietta dell’attaccante ventiduenne Patrick Rajsar che in meno di un minuto (per l’esattezza in soli 48 secondi!!!) va a segno due volte, facendo calare il sipario sulla sfida domenicale e lanciando i Red Steelers, al terzo posto, nell’Olimpo della classifica generale.

Domenica, 06.12.2020, ore 17.30: Rheinhalle Sägerstraße 18, 6890 Lustenau, Austria
EHC Lustenau – HDD SIJ Acroni Jesenice 0 – 3 (0-0, 0-1, 0-2)
Arbitri: Jakob SCHAUER, Oskar WALLNER; Giudici di Linea: Daniel Rinker, Sebastian Spiegel.
MARCATORI: 39:56 0:1 GWG PP1 JES Jaka Sodja (Tavzelj – Tomazevic); 54:50 0:2 EQ JES Patrick Rajsar (Dumic); 55:38 0:3 EQ JES Patrick Rajsar.

Classifica Generale:
1 RBJ 11 +35 29
2 HKO 6 +42 21
3 JES 6 +17 20
4 PUS 7 +3 20
5 VEU 5 +12 17
6 EHC 8 +5 17
7 KEC 6 +8 15
8 ASH 6 +7 14
9 GHE 7 -5 14
10 ECB 6 -8 13
11 SGC 6 +3 12
12 FAS 5 -1 12
13 WSV 6 -8 10
14 RIT 4 -22 5
15 KA2 6 -25 4
16 SWL 9 -63 2

nella foto il goleador della serata: Patrick Rajsar (con la casacca no. 9) insieme ad Jaka Sturm (no 24) ed ai giocatori del Val Pusteria Bryant Cianfrone (19) e Raphael Andergassen (40)

Tags: