Il Val Pusteria interrompe il filotto di vittorie del Cortina.

Il Val Pusteria, vince per 3-2 nel match casalingo contro il Cortina, interrompendo il filotto di vittorie della formazione di Ivo Machacka. La gara, lo ricordiamo, oltre che per la classifica del Campionato AHL, era valida anche per il Campionato IHL – Serie A. I Giallo-neri, rispetto alla gara di Cortina, riescono a recuperare il solo Bryson Angelo Cianfrone, mentre restano indisponibili Lee, Perlini e Berger. Nel Cortina mancano ancora De Filippo, Michael Zanatta, Ronny De Zanna e Emanuele Larcher. Il primo drittel è piuttosto avaro di emozioni, le due formazioni si temono reciprocamente, e sono praticamente schierate “a specchio” quasi più per impedire le giocate dell’avversario che per cercare, in proprio, la via del goal. Con queste premesse è normale che le occasioni arrivino col contagocce e, sempre e soltanto, per iniziative individuali e per un’invenzione che riesca a superare la “rigidità degli schemi”. Il primo brivido lo fa correre sulle schiene dei tifosi ampezzani proprio il rientrante Bryson Cianfrone che con un preciso, millimetrico servizio, imbocca, nello slot, l’accorrente Daniel Glira. Il difensore tira col rovescio della stecca, ma il disco sbatte sulla figura del portiere ospite. L’occasione migliore per i veneti, capita a Tommaso Alverà ma il giocatore in casacca bianco-blu, forse timoroso per l’arrivo del difensore, invece di avvicinarsi ancora alla gabbia di Furlong per poter meglio sfruttare l’occasione, preferisce forzare la conclusione, esaltando la parata di Furlong. L’equilibrio si protrae anche per la prima metà del secondo tempo. Al 28:58 Max Oberrauch, nello slot, ben servito da Traversa è lesto a tirare ma la sua conclusione sbatte addosso al portiere. Il Cortina (29:37) risponde con una doppia conclusione di Cordiano e Vallazza entrambi i tiri sbattono sulla sagoma del portiere. Il goal arriva al minuto 33:13 grazie ad un tiro nel traffico di Viktor Schweitzer che viene sfiorato nello slot dalla punta del bastone del giovane Leonhard Hasler che, forse un po’ troppo libero, devia la traiettoria del puck infilandolo nell’angolo sinistro della porta di Valle da Rin. Il Cortina ha una grande chance a 4:22 dalla sirena con una bella controfuga di Chad Pietroniro che, servito nello slot, cerca di superare Furlong senza successo. Nel terzo tempo, in una fase in cui il gioco pare nelle mani dei padroni di casa, il Cortina trova, a sorpresa, il pareggio con un tiro dalla blue di Phil Pietroniero. Il goal galvanizza “Gli Scoiattoli” che nei successivi 5/6 minuti giocano decisamente meglio dei padroni di casa, mettendo in mostra un forechecking che mette in crisi il gioco della formazione di Luciano Basile. Poi per uno sgambetto su Schweitzer, a metà della pista ghiacciata, il giovane (e molto bravo) difensore Enrico Larcher viene sanzionato con una penalità di due minuti e in quei centoventi secondi arrivano due segnature. Al 49:12 il Cortina, con l’uomo in meno, passa in vantaggio. Il goal degli ospiti è molto bello ma l’azione è favorita da un regalo clamoroso dei pusteresi che sbagliano un passaggio e consentono a Francesco Adami di catturare il puck e lanciare Marco Sanna. La difesa giallo nera è sbilanciata, ma il gesto tecnico è comunque molto apprezzabile; l’attaccante ampezzano, infatti, salta secco Glira e tira nell’angolo della gabbia di Furlong per il goal del sorpasso ospite. Il 2-1 infiamma i giocatori di casa che, spinti dal solito Massimo Carrozza, trovano prima della fine del power play il goal del pareggio. L’azione, come detto nasce per merito di Carrozza che tira, riprende il rebound e scaglia la pastiglia nera, ancora una volta verso Martino Valle da Rin. Il portiere è ben piazzato ed è pronto alla “pinzata” ma, sulla traiettoria c’è Raphael Andergassen che devia il puck col bastone quel tanto che basta per infilarlo sotto la traversa. Il Cortina è annichilito ed il Val Pusteria capisce di avere l’opportunità per andare ancora in goal. Trascorrono infatti “appena” 14 secondi dal goal di Andergassen e Daniel Glira, forse per farsi perdonare la precedente disattenzione, dalla blu, lascia partire una bomba che supera il portiere ampezzano, “disturbato” dalla presenza, nello slot, di Viktor Scweitzer, abile a fare il velo davanti allo stesso estremo difensore. Il goal chiude di fatto i conti fra le due squadre e nei quasi dieci minuti restanti non succede nulla che valga la pena di essere raccontato.

Sabato, 21.11.2020, ore 20.00: Stadio Lungo Rienza di Brunico
HC Val Pusteria/Pustertal Wölfe – S.G. Cortina Hafro 3 – 2 (0-0, 1-0, 2-2)
Arbitri: LAZZERI, STEFENELLI; Giudici di Linea: Cristeli, De Zordo.
MARCATORI: 33:13 1:0 GWG EQ PUS Leonhard Hasler (Schweitzer- A De Lorenzo Meo); 42:02 1:1 EQ SGC Phil Pietroniro; 49:12 1:2 SH1 SGC Marco Sanna (Francesco Adami); 49:54 2:2 PP1 PUS Raphael Andergassen (Carozza-Cianfrone); 50:06 3:2 GWG EQ PUS Daniel Glira (Hasler – Schweitzer);
Scontri diretti AHL: PUS – SGC 16:8