ICE HL: la ripresa favorisce Graz

Dopo una pausa di 2 settimane dovuta a motivi di prevenzione legati all’emergenza sanitaria Covid-19, la ICE Hockey Ligue ha scodellato i primi dischi riaprendo i battenti con una partita per ciascun giorno della settimana. Ne approfitta il Graz che con 2 vittorie allunga in testa alla classifica.

Il primo incontro dopo l’interruzione ha visto proprio il Graz battere in casa il fanalino di coda Villach, alla quarta sconfitta consecutiva, e portarsi così momentaneamente in vetta alla classifica. I 99ers dominano la partita portandosi sul 3-0 per poi gestire il vantaggio fino al 4-2 finale. Da segnalare la doppietta di Michael Rasmussen, giovane attaccante canadese in prestito dai Detroit Red Wings.

Terza vittoria in trasferta consecutiva per il Dornbirn che, nell’incontro di lunedì sera, espugna ai rigori il ghiaccio dello Stadthalle di Klagenfurt, battendo le Rotjacken per la prima volta negli ultimi 2 anni. I Bulldogs, avanti 3-1 dopo la prima frazione di gioco, si fanno riprendere da Haudum, che finalizza con un gran polsino al sette un’azione di contropiede e, nel terzo periodo, da un gran tiro dalla blu di Eriksson che buca il traffico e sorprende Ostlund (3-3). Dopo un supplementare a reti bianche, decide l’incontro a favore del Dornbirn il penalty di Henrik Nilsson.

Il match in programma martedì ha visto il Villach festeggiare con una vittoria la sua 1000esima partita in regular season dalla rifondazione del campionato dell’anno 2000. I carinziani, al termine di un incontro molto incerto e bilanciato, riescono a recuperare 2 goal contro il Dornbirn nell’ultimo terzo, sfruttando anche la stanchezza dell’avversario al secondo incontro consecutivo in 2 giorni. Di Ulmer il rigore decisivo che regala la prima vittoria casalinga della stagione alla squadra di Dan Ceman (6-5 SO).

Nell’incontro di mercoledì il Fehérvár inanella la quarta vittoria consecutiva, fermando in casa la striscia positiva di Bratislava che si arresta a 3 vittorie. Le squadre sono scese sul ghiaccio entrambe rafforzate. Gli ungheresi hanno reagito agli infortuni di entrambi i portieri Mike Ouzas e Daniel Kornakker, ingaggiando per un mese il 31enne ex portiere della nazionale slovacca e dello Slovan Bratislava Jaroslav Janus. Gli slovacchi invece fanno fronte alla rientro anticipato del difensore Jacob Christiansen in WHL, ingaggiando l’ex Linz Matt Finn. I padroni di casa partono bene andando subito a segno con Sarauer (0-1), ma sono raggiunti e superati dalle reti di Ahl (1-1) e Hults (1-2), al suo sesto goal stagionale. A mettere le cose a posto a 3’ dalla sirena finale ci pensa il solito Petan che fa registrare il suo decimo punto in nove partite (2-2). Dopo un prolungamento a reti inviolate, il rigore di Bartalis porta la vittoria agli ungheresi (3-2 SO) che vale il terzo posto in graduatoria.

Non c’è invece partita giovedì sera a Klagenfurt dove le Giubbe Rosse, senza 4 titolari infortunati, affondano (5-0) senza patire un Fehérvár alla sua seconda partita in due giorni. Sugli scudi la terza linea dei carinziani che crea svariati grattacapi alla difesa ospite lungo tutto il match, andando in rete con Ticar, Obersteiner e Vallant. Completano il tabellino la doppietta di Haudum (MVP della serata), e il primo shuout stagionale di Sebastian Dahm. Klagenfurt porta così a 37-31 il bilancio generale degli scontri diretti con gli ungheresi, scalzandoli dal terzo posto in classifica.

La partita odierna ha visto il Graz inanellare la sesta vittoria stagionale a danno del Bratislava (5-4). Gli slovacchi partono meglio e dopo 3’ sono avanti di 2 goal grazie a Lapsansky che insacca al sette un rimbalzo (0-1), e Hults, ben pescato nello slot da un assist di Cajkovic (0-2). I 99ers però ci mettono poco a prendere le misure all’avversario e, complice un fase di rilassamento dei Caps, raggiungono il pareggio già a fine tempo con una pregevole azione personale di Cameranesi (1-2), e con Fejes, che insacca un passaggio di Grafenthin da dietro la gabbia. La seconda frazione è di marca stiriana, anche se il vantaggio arriva solo a 1” dalla sirena grazie a un tiro di Mackay che Hamerlik devia ma non a sufficienza (3-2). Incerto e spettacolare il drittel finale, che si apre con il pareggio slovacco ad opera di Bezak che approfitta di un errore di Setzinger in fase di disimpegno (3-3). I padroni di casa, più freschi fisicamente, tornano rapidamente in cattedra e operano un doppio allungo grazie a Grafenthin che risolve una mischia sottoporta (4-3), e di nuovo Mackay, servito da Porsberger, rapido ad approfittare di un errore della difesa avversaria in liberazione di terzo (5-3). Il match si riaccende a meno di 2’ dal termine quando il PP dei Caps va a segno con Bubela (5-4), ma il fortino neroarancio resiste agli assalti finali degli ospiti, e il Graz porta a casa i 3 punti rinforzando il primato in classifica.

 

RISULTATI

(8/11) Graz99ers – Villacher SV 4-2
(9/11) Klagenfurter AC – Dornbirn Bulldogs 3-4 SO
(10/11) Villacher SV – Dornbirn Bulldogs 6-5 SO
(11/11) Fehérvár AV 19 – Bratislava Capitals 3-2 SO
(12/11) Klagenfurter AC – Fehérvár AV 19 5-0
(13/11) Graz99ers – Bratislava Capitals 5-4

 

CLASSIFICA

  Team GP GD PTS
1 Graz99ers 9 +11 20
2 Vienna Capitals 7 +17 16
3 Klagenfurter AC 9 +5 16
4 Fehervar AV 19 9 -4 14
5 Red Bull Salisburgo 7 +7 13
6 HC Bolzano 5 +5 10
7 Innsbruck ‘Die Haie’ 8 -7 10
8 Bratislava Capitals 7 -6 9
9 Black Wings 1992 9 -6 8
10 Dornbirn Bulldogs 8 -8 8
11 Villacher SV 8 -14 5

 

PROSSIME GARE

(14/11) Linz Black Wings 1992 – Dornbirn Bulldogs
(15/11) Innsbruck ‘Die Haie’ – Klagenfurter AC
(15/11) Fehérvár AV 19 – Graz99ers
(15/11) Vienna Capitals – Dornbirn Bulldogs
(15/11) Bratislava Capitals – Villacher SV

Tags: