Il Bolzano si sveglia tardi

Il Bolzano comincia la “campagna ad est” con una sconfitta per 5-4 patita sul difficile ghiaccio della Gabor Ocksay Jr Ice Hall di Fehervar;: decisivi per il risultato della partita, i primi 6 minuti del match in cui il Fehervar ha realizzato 3 reti in rapida successione.

Parte subito bene il Bolzano che sfiora il vantaggio con Marco Insam che, però, non trova il tempo giusto per battere Ouzas. Gli ungheresi si svegliano subito e vanno quasi subito in vantaggio alla prima azione d’attacco: l’azione si sviluppa dai due ex biancorossi Gaier e Petan; quest’ultimo serve un liberissimo Sarauer che insacca senza problemi alle spalle di Fazio. Passano due minuti esatti ed il Fehervar raddoppia: azione corale degli ungheresi, l’altro ex biancorosso Hargrove serve per Hari e Fazio è ancora battuto. Il Bolzano accusa il colpo e, dopo 99 secondi, gli ungheresi calano il tris: tiro dalla blu di Caruso e Petan tocca di quel tanto che basta per mettere fuori causa Justin Fazio. Coach Ireland prova a chiamare time out per dare la sveglia alla squadra, ma è ancora il Fehervar a sfiorare la rete con Kuralt su un rovesciamento di fronte dopo un’occasione non sfruttata da Stefano Giliati. Il Bolzano non sembra esserci; i Foxes faticano parecchio ad uscire dalla propria zona di difesa, mentre i padroni di casa sembrano giocare ora con il freno a mano tirato, visto che anche con l’uomo in più (penalità fischiata ad Domenic Alberga) non affondano più di tanto. Tornati in parità numerica, i biancorossi provano a mettere pressione alla difesa dei magiari, ma offrono il fianco alle ripartenze avversarie e per poco Petan non trova il gol dell’ex, evitato solo dal riflesso di Juston Fazio che respinge di gambale.in chiusura di frazione, Stefano Giliati serve per Anthony Bardaro, ma Ouzas non si lascia battere e si va alla prima pausa con i magiari avanti di 3 reti.

In avvio di frazione centrale, il Bolzano sfiora nuovamente la rete con Brett Findlay che, da due passi, non riesce a battere Ouzas; sul contropiede, Szita in tuffo per poco non beffa Justin Fazio. A riaprire la partita ci pensa Domenica Alberga: Dylan Di Perna conclude, Ouzas respinge corto e Alberga insacca da due passi. Il gol realizzato sembra dare nuova linfa ai Foxes, che rischiano solo sull’iniziativa di Kahkonen, ma Fazio vigila e sventa. Il Fehervar prova a piantare le tende nella zona difensiva del Bolzano, ma Daniel Frank intercetta un disco in difesa e serve per Dan Catenacci; fuga verso la gabbia avversaria del numero 7 biancorosso e disco alle spalle di Ouzas. La squadra di casa accusa il colpo e, dopo aver rischiato su un tiro in mischia che sfiora la traversa, subisce il pareggio del Bolzano: Dennis Robertson recupera un disco dietro la porta avversaria e serve per Stefano Giliati; conclusione ravvicinata che Ouzas respinge a fatica e Dan Catenacci arriva per primo sul rebound ed insacca. Passa poco meno di un minuto però ed il Fehervar ritorna in vantaggio grazie a Szabo che insacca un bel passaggio di Stipsicz. Lo stesso giocatore magiaro pochi minuti dopo spedisce alle spalle di Justin Fazio un passaggio illuminante di Petan per il quinto gol dei magiari che chiudono la seconda frazione avanti di due reti.

In avvio di terzo periodo, Domenic Alberga sfiora la doppietta personale, non riuscendo ad insaccare sull’ennesimo rebound concesso dal portiere avversario. I biancorossi provano a mettere pressione agli avversari nel disperato tentativo di riaprire il match, ma non riescono a trovare varchi nell’attenta difesa avversaria e Ouzas non corre eccessivi pericoli. La partita è dura ma divertente, Mike Halmo sfiora la rete con un tiro di poco alto; poco dopo l’ex Hargrove impensierisce Fazio che riesce a salvare con un tiro che sfiora il palo lontano. Il più in palla dei Foxes è senza dubbio Dan Catenacci che ci prova, ma trova la respinta di Ouzas sulla quale Stefano Giliati non riesce ad insaccare; sul fronte opposto, grande parata di Justin Fazio sul tiro di Stipsicz. La partita attraversa una fase di stanca, in cui i padroni di casa controllano il match e gli ospiti sembrano non averne più. Coach Ireland prova la mossa della disperazione e richiama Fazio in panchina per schierare l’extra attaccante e sembra la mossa giusta perchè Marco Insam, ben servito da Ben Youds, spedisce un missile sotto l’incrocio dei pali. Mancano 83 secondi alla fine, ma le speranze di rimonta del Bolzano affondano definitivamente quando prima Dan Catenacci e poi Dennis Robertson vengono mandati in panca puniti.

Finisce così la partita che decreta la seconda sconfitta stagionale per il Bolzano; i biancorossi dovranno provare a rifarsi già martedì sera nel recupero della prima giornata, quando affronteranno la matricola della ICE Hockey League, i Bratislava Capitals.

Riccardo Giuriato

per hockeytime.net e HCBfans.net

Hydro Fehervar AV19 – HCB Alto Adige Alperia 5-4 (3-0; 2-3; 0-1): 02:15 Andrew Sarauer (1-0); 04:15 Janos Hari (2-0); 05:54 Alex Petan (3-0); 23:23 Domenic ALBERGA (3-1); 28:11 Dan CATENACCI (3-2); 30:44 Dan CATENACCI (3-3); 31:32 Bence Szabo (4-3); 37:30 Bence Stipsicz (5-3); 58:37 Marco INSAM (5-4)