Il Graz sgambetta il Bolzano

Prima battuta di arresto per l’Hockey Club Bolzano nella ICE Hockey League 2020-2021; i Moser Medical Graz 99ers espugnano il Palaonda imponendosi per 2-3 grazie al gol di Oliver Setzinger arrivato dopo soli 28 secondi di overtime, con il Bolzano in inferiorità numerica per la penalità presa dal rientrante Mike Halmo a 1:20 dalla sirena finale. La squadra di coach Ireland recupera i 7 giocatori fin qui assenti (Irving, Youds, Insam, Deluca, Giliati, Alberga, Findlay e Halmo) ma perde Tauferer e Frigo.

Foto di Loris Bregolato – HCBfans.net

Parte meglio il Graz, squadra ostica e molto ben messa sul ghiaccio da coach Mason, che prova subito a mettere sotto pressione la difesa dei Foxes che però riesce a reggere senza alcun patema d’animo alle folate offensive avversarie. Il Bolzano si sveglia e con Brett Findlay va per ben due volte vicinissimo al vantaggio: prima è bravo Rodrigue a parare, poi è il numero 92 dei biancorossi che, solo davanti al goalie avversario, non riesce a trovare il tempo per la deviazione a rete. I padroni di casa aumentano i giri del motore, Robertson recupera un disco in difesa e parte in contropiede, ma il successivo tiro di Plastino viene respinto dal portiere degli stiriani. La squadra ospite prova ad agire prevalentemente in contropiede per tentare di alleggerire la soffocante pressione biancorossa, senza quindi rendersi pericoloso dalle parti di Fazio; invece ogni volta che il Bolzano attacca, la difesa dei 99ers sembra traballare un po’ troppo: ci provano prima Catenacci ed Halmo, con la difesa avversaria che libera a fatica; tocca poi al giovane Pitschieler avere sulla stecca un disco d’oro proprio davanti alla porta, ma l’attaccante gardenese non riesce a mantenere sangue freddo sufficiente per infilare il disco in rete. Il Bolzano domina il campo ma fatica a trovare varchi nella rocciosa ed arcigna difesa avversaria. La prima penalità di serata è a carico degli ospiti (Setzinger) ma il power play dei Foxes, a parte un tiro di Fournier che chiama Rodrigue alla respinta, non punge; alla seconda occasione con l’uomo in più però, il Bolzano colpisce: Gazley e Bardaro lavorano un disco che Dan Catenacci infila alle spalle del portiere ospite. La reazione dei 99ers è abbastanza sterile e si va alla prima pausa con il Bolzano meritatamente in vantaggio di una sola rete.

Foto di Loris Bregolato – HCBfans.net


Nella frazione centrale, il Bolzano si trova a dover resistere agli assalti veementi degli avversari che provano ad approfittare delle penalità troppo numerose che cadono sul capo dei Foxes (due volte Findlay e poi Fournier), ma Fazio salva bene sui tentativi di Broda, Ograjensek e Porsberger; da parte sua il Bolzano prova a partire in contropiede con Daniel Frank, ma il suo passaggio ad Bernard non porta a risultati concreti. Quando a sedersi sul pancone dei puniti è Lindner, i Foxes sfiorano il raddoppio con un diagonale che esce di poco e con un tiro dalla blu di Plastino respinto fortunosamente dalla retroguardia ospite. Ancora il Bolzano a rendersi pericoloso con due contropiedi, ma Giliati prima e Bernard poi non riescono ad arrivare in tempo sui passaggi rispettivamente di Frank e Findlay. Come al solito la legge non scritta dello sport “gol sbaglia-gol subito” colpisce anche questa volta: incursione senza nemmeno troppe pretese di Broda e Lindner, disco per Alagic il cui tocco sporco finisce in maniera beffarda alle spalle di Fazio. Passano 40 secondi e Findlay torna a sedersi in panca puniti; questa volta il power play dei 99ers è efficace e Broda spedisce alle spalle di Fazio un perfetto assist di Oleksuk. 1-2 Graz alla fine dei secondi 20 minuti di gioco.

La terza frazione si apre con la penalità comminata dagli arbitri ai danni di Alsing ed il powerplay torna a colpire: una veloce combinazione Bernard-Findlay libera Angelo Miceli che infila il disco fra palo e portiere. Dopo il pareggio, le due squadre sembrano calmarsi un pochino; numerosi i rovesciamenti di fronte, ma non altrettanti i pericoli per i due portieri che devono sbrigare giusto l’ordinaria amministrazione. Quando Setzinger torna a sedersi nel penalty box, Catenacci per poco non combina la frittata: il numero 7 biancorosso perde clamorosamente il disco in uscita di zona, innescando la fuga di Kainz verso Fazio; il giocatore ospite viene steso senza tanti complimenti e gli arbitri decretano un tiro di rigore sul quale il goalie dei Foxes si supera respingendo il tentativo di McKay. Nonostante l’inferiorità numerica, gli ospiti tengono alta la pressione contro la difesa biancorossa, impedendo così ai padroni di casa di ragionare. Sul finire di frazione il Bolzano potrebbe colpire, ma colpisce una clamorosa base del esterna del palo. Quando alla terza sirena mancano 80 secondi, gli arbitri mandano in panca puniti Mike Halmo e sarà il punto di svolta del match. I padroni di casa resistono fino alla terza sirena con l’uomo in meno, ma bastano solamente 28 secondi di tempo supplementare perché il Graz trovi il gol della vittoria grazie a Setzinger che, innescato da Broda, insacca il gol decisivo, ponendo così fine alla striscia di vittorie del Bolzano che durava da 15 partite, ovvero dalla seconda giornata del pick round della scorsa stagione.

Foto di Loris Bregolato – HCBfans.net

Ora la truppa di coach Ireland dovrà cancellare dalla mente questa sconfitta perché domenica pomeriggio i biancorossi sono attesi in Ungheria sul ghiaccio del Fehervar. All’allenatore biancorosso il compito di riportare il Bolzano sulla strada della vittoria.

Riccardo Giuriato

per hockeytime.net e HCBfans.net

HCB Alto Adige Alperia – Moser Medical Graz 99ers 2-3 dts (1-0; 0-2; 1-0; 0-1): 16:12 Dan CATENACCI PP1 (1-0); 36:28 Adis Alagic (1-1); 37:43 Joel Broda PP1 (1-2); 42:05 Angelo MICELI PP1 (2-2); 60:28 Oliver Setzinger PP1 (2-3)

Tags: