Milano Bears: presentate le nuove maglie e il logo

La dirigenza dei Bears ha scelto l’ora del crepuscolo per ammainare il logo del Milano Rossoblu, che ha accompagnato i tifosi meneghini nell’era del dopo Vipers, presentare quello nella versione rivisitata (ritenuta giovane e fresco, rappresentato da un orso con colori rossoblu che bruisce minacciosamente sopra l’acronimo HCM) e le nuove maglie destinate agli uomini di coach Massimo Da Rin nella nuova stagione ridisegnate e totalmente diverse da quello dello scorso anno, contestate da parte della tifoseria per ricordare la maglia degli “odiati” Devils di Berlusconi.

Pompeo Guarnieri, Amministratore Delegato del sodalizio meneghino, ha ribadito quanto espresso nelle presentazione di lunedì 14 settembre e l’obiettivo stagionale di centrare la promozione in IHL e ad arrivare a livelli maggiori entro il 2026.

 

Concetto ribadito all’assistant coach Luca De Zordo, il quale ha assicurato massimo impegno dei suoi ragazzi, un gruppo formato da un mix di giovani della scorsa stagione e giocatori di esperienza, maturata nei campionati italiani e in quelli internazionali.
Coach Da Rin non si è sottratto al microfono e ha espresso la speranza di ritrovare il Palaghiaccio pieno.

Presenti anche i giocatori Bryan Suevo, Gianfranco Barozzi (lo scorso anno a Chiavenna), Riccardo Decisi, Federico Tesini, Emanuele Carati, Simone Asinelli, Gabriele Asinelli, Lorenzo Piccinelli, Francesco Taufer, Andrea Pirelli e il Capitano Daniel Belloni.

Daniel Belloni

A conclusione dell’evento Belloni commenta la scorsa stagione e quella avvenire.
Alla presentazione della maglia dello scorso anno il Capitano rossoblù aveva dichiarato di sperare in una buona stagione per sé e per la squadra. Sappiamo come è andata: pagato lo scotto con un avvio in apparenza fallimentare, i giovani rossoblù hanno strappato meritatamente i playoff. Quest’anno, invee, sarà tra i protagonisti.

“Quest’anno andrà ancora meglio, puntiamo in alto, puntiamo a vincere e salire di categoria subito, senza nasconderci troppo dietro a giri di parole. La scorsa stagione è stata soddisfacente, abbiamo impiegato un po’ di tempo a creare il gruppo e a creare qualcosa di bello; dal mio punto di vista le partite contro il Dobbiaco le abbiamo giocate bene, sono state combattute contro una squadra più forte di noi”.

Quest’anno in squadra ci sono giocatori di esperienza come Perna e Petrov.

“Sicuramente ci daranno una mano per quanto riguarda le dinamiche di spogliatoio e, ovviamente, sul ghiaccio. È la carta che è mancata l’anno scorso, quando eravamo tutti Under 24”.

Gli avversari da temere per Belloni sono…

“Sicuramente Dobbiaco. E’ la squadra più in forma, con più esperienza e meglio allenata; un’altra squadra con buoni rinforzi è il Bolzano/Trento, tuttavia penso che con l’organico che abbiamo non dobbiamo temere nessuno”.