Gli NHLers tornano alle Olimpiadi

A Pechino 2022 e MilanoCortina 2026 le Nazionali di hockey potranno avvalersi dei giocatori NHLers; è quanto è stato stabilito dall’accordo raggiunto nelle scorse ore tra NHL e l’Associazione dei giocatori della Lega nordamerica (NHLPA).
Rimangono da limare gli ultimi dettagli, poi l’articolo 24 del contratto collettivo sarà modifico con l’aggiunta del comma 10 (“La NHL e la NHLPA si impegnano a partecipare alle Olimpiadi invernali del 2022 e del 2026, subordinatamente alla negoziazione di termini accettabili per ciascuna delle NHL, NHLPA e IIHF e/o CIO”).

Gli NHLers presero parte alle Olimpiadi ininterrottamente dal 1998 al 2014, una anno prima dell’edizione di PyeongChang 2018, Gary Bettman ufficializzò la mancata partecipazione dei giocatori alla kermesse a cinque cerchi elencando i motivi di tale scelta; nei mesi successivi gli estremi tentativi di René Fasel, Presidente IIHF, per un cambio di rotta si rivelarono inefficaci.
Il ritorno ai Giochi Olimpici è stato fortemente voluto dai giocatori, assecondati questa volta dalla maggioranza dei proprietari delle franchigie:

“Sono contento per i giocatori che saranno nelle loro squadre nazionali e che riconoscono l’importanza di questo palcoscenico internazionale – ha affermato Tom Fitzgerarld, General Manager dei New Jersey Devils –. Beh, nel mondo dello sport non c’è palcoscenico più grande delle Olimpiadi. E se il tuo gioco può essere rappresentato lì, è una vittoria per il nostro campionato. Io la vedo così. In secondo luogo, credo che questo sia ciò che vogliono i giocatori. Sono appassionati e sono sicuro che è un’esperienza incredibile”.