Lugano: una serata record

L’Hotel Splendid di Lugano ha ospitato mercoledì 19 febbraio 2020 la settima edizione della cena di gala promossa congiuntamente dal Golden Wings Club (GWC) dell’Hockey Club Lugano e dalla Fondazione HC Lugano Academy. La serata, cui hanno presenziato 280 persone, ha ribadito che l’evento ha ormai raggiunto uno status di notorietà tale da costituire un “must” per autorità politiche cantonali e comunali, prestigiosi rappresentanti del mondo imprenditoriale e finanziario, sponsor, dirigenti sportivi e simpatizzanti della realtà bianconera. Un successo testimoniato dal ricavato netto record di 90’000 franchi che la Fondazione HC Lugano Academy ha potuto devolvere alla Sezione Giovanile dell’Hockey Club Lugano, beneficiaria finale del gala.

Presentato con eleganza e competenza da Sandy Altermatt, la serata ha vissuto il suo momento centrale, quando il giornalista Alex Tamburini ha intervistato il coach della Nazionale rossocrociata Patrick Fischer (nella foto a sinistra). Nell’anno dei Mondiali che dall’8 al 25 maggio si terranno in Svizzera sulle piste di Zurigo e Losanna, Fischer si è distinto per le sue doti di schietto e genuino comunicatore. Ha voluto ringraziare l’HCL e in modo particolare Vicky Mantegazza per avergli dato l’occasione di esordire sulla panchina di una squadra professionistica. L’esperienza di head coach sulla transenna dell’allora Resega, tra il 2013 e il 2015, non è stata solo rose ma anche qualche spina. Le sue scelte coraggiose e il suo hockey offensivo lo hanno poi catapultato alla guida della Nazionale dove, in quattro stagioni, ha raccolto più di una soddisfazione.

L’intervista ha spaziato anche su altri argomenti interessanti e pertinenti con gli obiettivi del gala. La passione e la motivazione che spingono i ragazzi, la capacità degli allenatori a livello giovanile di gestire le pressioni e le aspettative dei genitori che possono anche rivelarsi dannose, la qualità della Sezione Giovanile dell’HCL, in grado nel 2017 di vincere la classifica Label della Swiss Ice Hockey Federazione e in grado attualmente di alimentare con diversi giocatori le rappresentative giovanili rossocrociate.

Se il ricavato del gala ha potuto andare addirittura oltre quello del passato e oltre le più rosee aspettative, merito è anche stato del presenting sponsor della serata: l’abbinamento Girard-Perregaux/Les Ambassadeurs. La prestigiosa azienda di orologeria con sede a La Chaux-de-Fonds, ha presentato un esemplare della collection Laureato, personalizzato con il logo dell’Hockey Club Lugano. Un oggetto che ha catturato l’attenzione dei presenti nel quadro di un’asta silenziosa che ha senza dubbio contribuito tangibilmente a dare linfa al ricavo finale dell’evento.

Appuntamento sin d’ora per la settima edizione del gala nei primi mesi del 2021.