Il Val Pusteria ferma la corsa dello Jesenice

Il Val Pusteria si conferma la bestia nera dello Jesenice vincendo al Podmežakla per 4 -2. I giocatori della città dell’Alta Carniola, interrompono la serie di undici vittorie consecutive, iniziata proprio dopo la sconfitta del 28 dicembre scorso, subita sul ghiaccio di Brunico. La partita, diciamolo subito, è stata molto bella ed intensa. Gli sloveni sono passati in vantaggio con tiro da distanza ravvicinata di Jaka Sturm. Il pareggio del Val Pusteria arriva per merito di Gianluca March; il difensore, recuperato un disco nel suo terzo difensivo, avanza e dopo aver vinto un contrasto con un difensore sloveno, recupera il rimbalzo ed insacca nell’angolo destro della gabbia di Antoine Bonvalot. Sullo slancio, il Val Pusteria si porta anche in vantaggio con un tiro di Tommaso Traversa dalla distanza che passa tra i gambali del portiere sloveno. Il tempo si chiude sul 2-1 per gli ospiti che, nel secondo drittel hanno più volte la possibilità di allungare. In Penalty Killing il Val Pusteria (McNally Brandon David in panca puniti) ha, con Tommaso Traversa, l’occasionissima per andare in goal ma il rapido attaccante pusterese, liberatosi in uno contro uno, davanti al portiere non riesce a trovare il varco giusto e colpisce il corpo dell’estremo difensore francese. Due minuti dopo, un’altra limpida occasione capita sulla stecca di Brandon David McNally ma l’attaccante non riesce a concretizzarla. Il 3-1 è maturo ed arriva grazie ad una conclusione di Raphael Andargassen che anticipa, dalla breve distanza, due difensori sloveni incocciando il puck per primo ed infilandolo alle spalle di Bonvalot. Negli ultimi minuti del tempo lo Jesenice spinge in modo deciso ed a due primi dalla sirena, trova il meritato goal con Gasper Sersen che, liberissimo nello slot sfrutta un passaggio da dietro la gabbia di Jaka Sodja bravo a smantellare, con la sua azione personale, lo schieramento difensivo dei Lupi. Sullo slancio i Red Steelers potrebbero anche raggiungere un pareggio che, onestamente, non farebbe gridare allo scandalo. L’occasionissima arriva al 38:44, appena quarantaquattro secondi dopo il goal di Sersen. Il Val Pusteria è un po’ provato dal forcing offensivo degli sloveni e Mirko Djumcic impegna severamente Furlong che riesce a respingere la conclusione ravvicinata; sul puck arriva per primo Patrick Rajsar ma il tiro ribattuto ancora da uno stuolo di difensori, prende uno strano rimbalzo ed i brunicensi (stasera in maglia gialla con bordature nere) riescono ad allontanare il pericolo.

Nel terzo drittel le due formazioni si confrontano con alterne fortune. Lo Jesenice spinge ma il Val Pusteria mostra di poter controllare con sufficiente tranquillità la pressione degli sloveni. Ad un primo e dodici secondi dalla sirena gli sloveni fanno uscire il loro portiere per far entrare un uomo in più di movimento. La mossa, però, punisce i padroni di casa in quanto Tommaso Traversa (nella foto) completa una prestazione da applausi con il goal del definitivo 4-2 che, con un tiro dal centro della pista ghiacciata, si insacca nella porta incustodita.
Sabato, 15.02.2020, ore 18:00: Podmežakla Jesenice. Spettatori: 1.200.
HDD SIJ Acroni Jesenice – HC Val Pusteria Lupi 2 – 4 (1-2, 1-1, 0-1)
Arbitri: FAJDIGA, LAZZERI, Giudici di Linea: Cristeli, Snoj.
MARCATORI: 06:01 1:0 JES Jaka Sturm (Urukalo – Sodja); 15:27 1:1 PUS Gianluca March (Leitner); 17:30 1:2 PUS Tommaso Traversa (Leitner – Andergassen); 27:43 1:3 PP1 PUS Raphael Andergassen (Armin Hofer); 38:00 2:3 JES Gasper Sersen (Sodja – Sturm); 59:52 2:4 EN PUS Tommaso Traversa (Helfer).

Tags: