AHL: buon avvio delle italiane nei Qualification Round

Le formazioni italiane aprono positivamente i rispettivi Gironi di Qualification Round: il Gherdëina espugna il campo del Lustenau, Wipptal Broncos e Fassa vincono in casa contro Klagenfurt II e Kitzbühel. Tra le austriache si distinguono Salisburgo Juniors, Feldkirch e lo Zeller.

Il poker di reti rifilato dal Wipptal ai cadetti del Klagenfurt vale il primo posto nel Girone A: le marcature sono aperte da Lemay al termine di un’azione personale al 7’; nel corso della gara i carinziani sbagliano molto in attacco, i Broncos li puniscono con il 2-0 firmato a Bustreo. Gli ultimi botti sono riservati per gli ultimi minuti di gioco con il 3-0 di Hackhofer, al quale risponde Kreuzer. Il sigillo finale è messo da Bustreo che completa la serata con il secondo goal personale.

Il Salisburgo Junior rimane in scia in classifica ad un punto, grazie al successo per 5-2 sul Vienna Capitals Silver: la partita subito in discesa con il vantaggio di Rattensberger, a cui segue al 14’ il 2-0 di Stapelfeldt. I giovani capitolini accorciano ad inizio della frazione centrale per mano di Preiser, mentre Luusuaniemi e Arrak mettono in sicurezza il risultato, scalfito dalla pronta risposta di Neubauer. Nel finale Tjernström mette fine alla contesa con il definitivo 5-2 a porta vuota.

La sosta dedicata ai campionati nazionali ha rigenerato il Gherdëina capace di superare il Lustenau in trasferta: determinanti le situazioni speciali che consentono alle Furie di passare due volte in vantaggio con Wilkins in penalty killing e McGowan allo scadere della frazione centrale. Nel mezzo il momentaneo pareggio di Haberl. L’allungo dei gardenesi è firmato da Wilkins, i due goal di scarto rimangono in essere fino al 57’, quando Rasmussen accorcia in cinque contro quattro e dà il via agli ultimi assalti degli austriaci rivelatisi inefficaci.

Nel Qualification Round B il Fassa piega il Kitzbühel; i Falcons dominano il primo tempo, Chiodo, ispirato da Mizzi e Biondi sblocca il risultato, mentre in un secondo tempo più equilibrato sono le situazioni speciali a fare la differenza con Mizzi a segno in power play e Caletti in inferiorità. Gli austriaci tentano la rimonta nel terzo spinti da Havlik (in superiorità) e Bolterle, tuttavia Mizzi (ancora in cinque contro quattro), Zanet ed Eastman mettono un freno ai baldanzosi progetti degli avversari.

Al Feldkirch s’impone sul Bregenzerwald con una rete per tempo: il 3-0 nasce dalle stecche di Draschkowitz, Soudek, in power play, e Samardzic. Caffi mette a referto uno shutout.

Lo Zeller rischia grosso contro gli Steel Wings: incassato lo 0-1 di Mitsch, gli Eisbären ribaltano il punteggio grazie Wilenius (in superiorità) e Selan, goal che non sono sufficienti ad evitare il controsorpasso di Maurer e Korecky. Dal 37’ sale in cattedra Sotlar, il quale si carica sulle spalle, mette a segno del nuovo pareggio e al 46’ quello del 4-3. Nei successivi 5’ Putnik e Dinhopel assestano i colpi che stendono definitivamente i giovani del Linz.

Alps Hockey League, Qualification Round A:
Red Bull Hockey Juniors – Vienna Capitals Silver 5:2 (2:0, 2:2, 1:0)
EHC Lustenau – HC Gherdeina valgardena.it 2:3 (0:0, 1:1, 1:2)
Wipptal Broncos Weihenstephan – EC-KAC II 4:1 (1:0, 1:0, 2:1)
Classifica: Wipptal Broncos p.ti 6; Salisburgo Juniors p.ti 5; Gherdëina p.ti 4; Lustenau p.ti 4; Vienna Capitals Silver p.ti 0; Klagenfurt II p.ti 0

Alps Hockey League, Qualification Round B:
VEU Feldkirch – EC Bregenzerwald 3:0 (1:0, 1:0, 1:0)
EK Die Zeller Eisbären – Steel Wings Linz 6:3 (2:1, 1:2, 3:0)
SHC Fassa Falcons – EC “Die Adler” Stadtwerke Kitzbühel 6:2 (1:0. 2:0, 3:2)
Classifica: Fassa Falcons p.ti 7; Feldkirch p.ti 6; Die Zeller Eisbären p.ti 5; “Die Adler” Kitzbühel p.ti 1; Steel Wings Linz p.ti 0; Bregenzerwald p.ti 0

Tags: