Il Val Pusteria supera largamente il Vienna

Il Val Pusteria vince largamente, dilagando letteralmente nell’ultimo tempo e festeggia l’ennesimo shutout di Colin Furlong. I Brunicensi affrontano l’ultimo impegno della regolar season in formazione un po’ rimaneggiata per le assenze nel roster di Max Oberrauch, Tommaso Traversa, Danny Elliscasis e Roland Hofer. Va detto che il risultato della gara del Lungo Bisenzio è praticamente ininfluente per ambedue le formazioni che conoscono già, in anticipo il loro destino. Il Val Pusteria, infatti, sa di non poter arrivare oltre l’attuale terzo posto anche perché sulla sponda giallo-nera si ritiene (giustamente) impossibile che “la Cenerentola” Linz, blocchi la Corazzata Renon. Di contro, per i viennesi si tratta solo di onorare l’impegno e di fare un buon finale di stagione regolare, in quanto i giovani Capitals, sanno già di essere nel gruppo di qualificazione A senza punti bonus.
Con simili premesse è ben comprensibile assistere ad un primo tempo che potremmo definire “di studio” nel quale, la testa delle due formazioni, soprattutto, quella dei padroni di casa, è ben posizionata sui prossimi impegni. Il Val Pusteria, anche per onor di firma, spinge maggiormente sull’acceleratore ma pericoli veri e propri per la porta di Max Zimmermann non ne arrivano. Il Vienna fa quello che può e cerca la gloria giocando in ripartenza, senza, peraltro trovare successo, dalle parti di Furlong. Rimane solo da segnalare per gli ospiti, l’azione personale di Henrik Neubauer che al 4:58 tira dalla blu verso la gabbia di Furlong; il portiere respinge ed il puck torna all’attaccante la cui successiva conclusione finisce alta. Il Fil-rouge della gara prosegue invariato anche nel secondo drittel. I giocatori del Vienna pattinano bene e riescono a tenere a bada la maggior pressione del Val Pusteria che a cinque minuti dalla seconda sirena fa comunque valere il suo maggiore spessore tecnico. Il goal nasce da una iniziativa di Massimo Carrozza che invita alla conclusione il lesto Fabrizio Pace che, in tuffo e con la punta della stecca, fa infilare la “pastiglia nera” in fondo al sacco.

Il terzo drittel inizia con un power play per il Brunico ma la formazione ospite con una controfuga va vicinissima al pareggio. Neubaur cattura il disco e se ne va in tandem con Rohm i due contrastati dal solo Hofer si presentano davanti a Furlong che salva sulla conclusione ravvicinata dell’attaccante ospite.
Il due a zero arriva prima del quarto minuto per merito di Yuri Cristellon che, messo davanti al portiere da un passaggio smarcante di Armin Helfer, trova la freddezza per batterlo con un tiro in diagonale all’angolo sinistro. Il 3-0 arriva nel segno dei De lorenzo Meo, con Lukas che scambia il puck con Alex che, nello slot, non si lascia pregare e batte Max Zimmermann. Sull’inerzia il Val Pusteria ottiene anche il goal del quattro a zero con il giovane Lukas De Lorenzo Meo che, dopo aver effettuato l’assist, mette infine a referto il suo goal personale. Al 56:45 gli arbitri sanzionano una penalità di due minuti a Gianluca March, il Capitals toglie il portiere nel tentativo, di fare almeno il goal della bandiera, sfruttando la doppia superiorità sul ghiaccio (6 contro 4 uomini di movimento). Di contro è il Val Pusteria a trovare l’occasione per andare sul 5-0 con un tiro, dal suo terzo difensivo, di Ivan Althuber che infila, preciso preciso il puck nella gabbia incustodita.
Sabato, 01.02.2020 ore 19.00 Lungo Rienza Arena di Brunico. Spettatori 780.
HC Val Pusteria Lupi – Vienna Capitals Silver 5 – 0 (0-0, 1-0, 4-0)
Arbitri: LEGA, STEFENELLI, Terragni, Vignolo
Marcatori: 35:24 1:0 PUS Fabrizio Pace (Massimo Carozza); 43:27 2:0 PUS Yuri Cristellon (Armin Helfer – Brandon McNally); 51:52 3:0 PUS Alex De lorenzo meo (Lukas De Lorenzo Meo – David Laner); 54:36 4:0 PUS Lukas De Lorenzo Meo (David Laner); 57:40 5:0 EN SH1 PUS Ivan Althuber (Armin Hofer – Colin Furlong ).