Lubiana infila l’undicesimo successo; stecca il Cortina all’Olimpico.

Negli anticipi del martedì la corrazzata Lubiana batte con un largo 7-2 il Bregenzerwald, in un match tra due formazioni che non hanno più nulla da chiedere a questa prima fase del torneo. La capolista slovena, infatti, è già, ampiamente, qualificata per le fasi finali e la formazione del Voralberg, appare lontanissima, con i suoi 26 punti, dalle posizioni di classifica che contano.
Nell’altra gara il Cortina cade malamente, in casa, contro la penultima formazione in classifica. Il match che si decide agli shootout, porta nella casse degli ampezzani, un solo punticino, per puntellare la classifica: decisamente molto meno di quanto Coach De Bettin aveva preventivato.
—————————————————————————————————
Il Lubiana allunga ancora: infila l’undicesima vittoria consecutiva infliggendo un pesante passivo al malcapitato Bregenzerwald. Con i tre punti conquistati stasera, la capolista raggiunge il massimo vantaggio di nove punti sulla seconda (il Renon) e di dieci sulla terza (il Val Pusteria). L’esito dell’incontro è rimasto incerto soltanto per la prima mezz’ora, poi i Draghi Verdi hanno dilagato travolgendo le difese della formazione austriaca. “Die Wälder”, un po’ a sorpresa, sono passati in vantaggio, dopo poco più di cento secondi dal “Face-Off”, sfruttando la superiorità numerica, con un bel goal dello svedese Johan Lorraine. La risposta dei Campioni AHL arriva al 15° minuto con il goal di Gal Koren. A metà del secondo drittel gli ospiti, in power play, trovano ancora il vantaggio con Stefan Söder, che sfrutta una azione dell’olandese Giovanni Vogelaar. Da questo momento possiamo dire che c’è una sola squadra sul ghiaccio: in tre minuti, infatti, con le segnature di Kristjan Cepon, Anze Ropret e Miha Logar, gli sloveni ribaltano il risultato. Nel terzo tempo i Draghi Verdi dilagano ancora andando in goal con Martin Bohinc, Ales Music ed (ancora) Miha Logar.

Martedì, 14.01.2020, ore 19:15: Hala Tivoli. Spettatori: 462.
HK SZ Olimpija Ljubljana – EC Bregenzerwald 7 – 2 (1-1, 3-1, 3-0)
Arbitri: DURCHNER, WIDMANN, Holzer, Schweighofer
—————————————————————————————————
Un Cortina, al di sotto delle aspettative, soffre il gioco elementare ma redditizio del Vienna Capitals Silver e perde ai tiri di rigore. Gli ospiti, in power play, passano in vantaggio, in apertura di gara, con il ventiduenne attaccante svedese Henrick Neubauer. Il Cortina pareggia quasi subito con Remy Giftopoulos ma i giocatori della capitale austriaca, ritrovano il punto del nuovo vantaggio con lo svedese Hans Lukas Anderson Löfquist. In aperura di secondo tempo, in power play, il Cortina pareggia con un tiro dalla distanza di Nicholas Trecapelli. Poi Marco Sanna porta in vantaggio i suoi, segnando il goal più spettacolare dell’intera serata. Il Cortina convinto di avere in pugno il risultato, si addormenta ed Alexander Maxa punisce la morbida difesa degli ampezzani con il goal del 3-3. Nel terzo tempo il Cortina sfrutta un 2+2 comminato a Lukas Piff per fallo su Ricky Lacedelli, segnando, proprio all’inizio della seconda parte della penalità. Il goal del nuovo vantaggio lo realizza Andreas Moser, lesto a riprendere un rebound su un tiro di Bruneteau. Sembra fatta, ma una penalità comminata a Remy Giftopoulos, concede il power play agli austriaci che, come già in apertura di gara, complice, anche una gabbia difensiva cortinese un po’ statica, pareggiano con il cecchino Henrick Neubauer portando, un po’ a sorpresa, “gli Scoiattoli” all’overtime. Nei cinque minuti giocati in tre contro tre, il Cortina rischia moltissimo per una (evitabile) penalità comminata a Markus Gander che la costringe a giocare in 4 vs 3. Il risultato non cambia e le due formazioni vanno quindi ai tiri di rigore. La prima trasformazione viene affidata a Henrick Neubauer che aggira e supera Marco De Filippo. Sarà questo il goal decisivo poiché gli avanti del Cortina chiamati alla trasformazione (Kevin King, Remy Giftopoulos e Riccardo Lacedelli) falliscono miseramente e gli altri due tentativi austriaci (Hermanstad e Maxa) subiscono lo stesso, identico destino.
Il Vienna vince, meritatamente mentre il Cortina spreca, malamente, un’ottima occasione per prendere il largo in classifica.
Martedì, 14.01.2020, ore 20:30: Stadio Olimpico di Cortina d’Ampezzo
S.G. Cortina Hafro – Vienna Capitals Silver 4 – 5 d.t.r. (1-2, 2-1, 1-1)
Arbitri: BENVEGNU, STEFENELLI, Bedana, De Zordo
MARCATORI: 04:28 0:1 PP1 VCS Henrick Neubauer (Norberg); 05:36 1:1 SGC Remy Giftopoulos (Tomasini – Cordiano): 09:59 1:2 VCS Hans Lukas Anderson Löfquist (Posch); 22:32 2:2 PP1 SGC Nicholas Trecapelli (Ayotte – Moser); 25:45 3:2 SGC Marco Sanna (Michele Zanatta – Ayotte); 39:02 3:3 EQ VCS Alexander Maxa (Hermanstad – Akerman); 45:19 4:3 PP1 SGC Andreas Moser (Bruneteau – Luca Zanatta); 48:15 4:4 PP1 VCS Henrik Neubauer (Hermanstad – Norberg); 65:00 4-5 VCS Henrick Neubauer.
—————————————————————————————————
Classifica Generale
1 HKO 31 +63 76
2 RIT 31 +66 67
3 PUS 31 +53 66
4 SGC 31 +26 56
5 VEU 31 +12 55
6 EHC 31 +27 53

————————————————————————————————
7 ASH 30 +18 51
8 JES 30 +14 50
9 FAS 30 +0 50
10 RBJ 31 +44 49
11 WSV 31 -7 48
12 EKZ 31 +3 45
13 GHE 31 -9 44
14 KEC 31 -19 36
15 KA2 30 -43 28
16 ECB 30 -57 26
17 VCS 31 -52 25
18 SWL 30 -139 3

Tags: