NL: il Ginevra si prende la vetta

In attesa di Davos-ZSC Lions in programma martedì prossimo, il Ginevra conquista un po’ a sorpresa, la vetta della classifica del campionato di NL. La formazione di Patrick Emond , infatti, dopo aver battuto nettamente (5-1) alla Bossard Arena lo Zugo, grazie alla tripletta di Tömmernes, conquista altri tre punti preziosi, sconfiggendo per (2-0) anche l’Ambrì, con due reti di Winnik e Fehr realizzate dopo soli setti minuti di gioco. Lo Zugo, ad un punto di distanza, conserva ancora il secondo posto , imponendosi ai rigori (2-1) nello scorso diretto contro lo Zurigo. Segue quindi la coppia Davos-Zurigo.  I grigionesi, nell’ultima settimana, hanno raccolto quattro punti, frutto di due vittorie, entrambe all’overtime contro Langnau e Bienne. Contro i “tigrotti”, ha deciso la rete di Tedenby, mentre nella sfida interna contro i seeländer, il gol della vittoria lo ha messo a segno Lindgren. I Lions, invece, prima della battuta d’arresto interna contro i “tori”, erano riusciti a passare (3-2) alla Valascia, al termine del supplementare, grazie alla rete di Geering. Al quinto posto, con 53 punti, viaggia in tutta tranquillità il Losanna che, nell’unico impegno affrontato, si è imposto (5-4) ai rigori, alla Tissot Arena di Bienne. I vodesi mantengono così quattro punti di vantaggio proprio sui seeländer, ormai in caduta libera, giunti alla loro ottava sconfitta consecutiva in campionato. Al settimo posto, un punto sotto, continua a lottare il Langnau, che è uscito sconfitto (5-4) all’overtime per opera del Friborgo. A decidere la sfida della BCF Arena è stata la rete del redivivo capitan Sprunger, autore di una doppietta.

Diventa invece sempre più appassionante la bagarre attorno alla fatidica linea, dove salgono improvvisamente le quotazioni del Lugano di Serge Pellettier. I bianconeri, infatti, dopo aver piegato alla Corner Arena per (4-2) il Friborgo, con la doppietta dello scatenato Bertaggia, sono andati a prendersi tre punti fondamentali alla BernArena, imponendosi (5-2) contro i campioni in carica, in un vero e proprio spareggio per la sopravvivenza. Protagonista assoluto della sfida, il nuovo arrivato McIntyre, autore di una doppietta (entrambe le reti in situazione di power-play).  I ticinesi sono ora a soli due punti di distanza, proprio dalla formazione di Jalonen. Restano ancora pienamente in corsa Ambrì e Friborgo, appaiati ad un punto di distanza dal Lugano. I leventinesi, stanno pagando a caro prezzo i tanti impegni del mese di dicembre e mostrano di avere le batterie piuttosto scariche. Il nuovo anno ha portato ben tre sconfitte, anche se le attenuanti non sembrano mancare alla formazione di Luca Cereda, sempre alle prese con parecchi infortuni. Per chiudere, nonostante il successo a sorpresa dopo i rigori contro il Berna (3-2), sembrano essere davvero poche le possibilità di risalita per il  Rapperswil, fanalino di coda con 35 punti. 

 
Risultati NL:
venerdì 3 gennaio
Bienne     – Losanna    4-5 so
Rapperswil – Berna      3-2 so
Lugano     – Friborgo   4-2
Langnau    – Davos      1-2 ot
Zugo       – Ginevra    1-5

sabato 4 gennaio
Ambrì      – Zurigo     2-3 ot

domenica 5 gennaio
Berna      – Lugano     2-5
Davos      – Bienne     4-3 ot
Friborgo   – Langnau    5-4 ot
Ginevra    – Ambrì      2-0
Zurigo     – Zugo       1-2 so

Classifica LNA (dopo 35 giornate)
1.Ginevra     62 punti*
2.Zugo        61***
3.Davos       60***
4.Zurigo      60*
5.Losanna     53**
6.Bienne      49*
7.Langnau     48**
8.Berna       45*
9.Lugano      43*
10.Friborgo   42**
11.Ambrì      42*
12.Rapperswil 35**
*=1 partita in meno
**=2 partite in meno
***=3 partite in meno

Top Scorer LNA
#               Club        Punti (reti+assist)
1.M.Arcobello  (Berna)        37     (14+23)
2.G.Roe        (Zurigo)       36     (10+26)
3.G.Hofmann    (Zugo)         33     (18+15)
4.J.Kovar      (Zugo)         33     (9+24)

Top Goalies
#                    Club         Svs%    GAA
1.T.Stephan          (Losanna)    92,86   2.13
2.R.Berra            (Friborgo)   92,55   2.36
3.I.Punnenovs        (Langnau)    92,29   2.29
4.R.Mayer            (Ginevra)    92,11   2.31
5.J.Hiller           (Bienne)     91,95   2.43

Gli highlights di Ambrì e Lugano

Tags: