Vincono le prime tre della Classe: il Lubiana è già qualificato ai Play-Off.

———————————————————————————————
Dopo due sconfitte in trasferta, al cospetto di Vipiteno e Cortina, i Red Bull Hockey Juniors hanno ripreso la loro marcia casalinga battendo le Aquile di Kitzbühel in un derby tutto austriaco. Ricordiamo che i salisburghesi, davanti al pubblico amico, hanno ottenuto, con quella di stasera, sette vittorie consecutive con una media realizzativa di quasi 8 goal per match. Per la statistica quella di stasera è l’ottava vittoria del Red Bull Hockey Juniors negli otto scontri diretti assoluti in AHL contro le aquile di Kitzbühel.
Sabato, 04.01.2020, ore 16.30: Eisarena Salzburg
Red Bull Hockey Juniors – EC Die Adler Stadtwerke Kitzbühel 5 – 3 (3-1, 1-1, 1-1)
Arbitri: RUETZ, SUPPER, Martin, Rinker.
———————————————————————————————
Il ventenne Olof Gustav Emil Norberg, ha avuto il suo momento di gloria allorquando, segnando il goal del provvisorio vantaggio alla capolista, ha portato sorprendentemente avanti la sua squadra. Un vantaggio tanto improvviso quanto breve anche se c’è da dire che la linea composta oltre che dal citato attaccante svedese, nativo di Umeå, anche dall’austro – svedese Henrik Neubauer e e dal Norvegese (di Trondheim) Markus Hermanstad non è del tutto da sottovalutare. Il Lubiana ha pareggiato nel corso del primo tempo con Janez Orehek ed è poi “dilagata” nel secondo con quattro segnature di Jezovsek, Brus, Ulamec e Chvatal. Nel terzo tempo dopo il 5-2 di Patrick Antal, Nik Simsic ha chiuso definitivamente i conti per il Lubiana che ha ottenuto il massimo risultato col minimo sforzo. Ricordiamo che con i tre punti derivanti dall’ottava vittoria consecutiva, i Draghi Verdi sono la prima squadra a conseguire la qualificazione diretta ai playoff.

Sabato, 04.01.2020, ore 17.30: Hala Tivoli di Lubiana
HK SZ Olimpija Ljubljana – Vienna Capitals Silver 6 – 2 (1-1, 4-0, 1-1)
Arbitri: OREL, WIDMANN, Markizeti, Snoj.
——————————————————————————————–
Giocare al di qua delle alpi, ultimamente, porta fortuna allo Jesenice che dopo la larga vittoria sul ghiaccio del Pranives si conferma anche a Vipiteno. Gli Sloveni sbancano la Weihenstephan Arena vincendo per cinque goal ad uno. I Broncos si erano portati in vantaggio con un goal di James Milam ma hanno poi dovuto subire la rimonta degli ospiti, andati a segno con Brus, Primozic, Sersen e (due volte) Jaka Sodja. Per la formazione dell’alta Val d’Isarco si tratta di uno stop che arriva dopo due vittorie consecutive mentre gli sloveni, dopo la sconfitta del 28 dicembre a Brunico, hanno inanellato tre vittorie consecutive, due delle quali (come detto) esterne. Lo Jesenice, peraltro, conferma anche il trend positivo nelle sfide in AHL contro il Vipiteno che lo hanno visto vincente otto volte su dieci sfide disputate.
Sabato, 04.01.2020, ore 19.30: Weihenstephan Arena di Vipiteno
Wipptal Broncos Weihenstephan – HDD SIJ Acroni Jesenice 1 – 5 (1-3, 0-0, 0-2)
Arbitri: LENDL, VIRTA, Legat, Pace.
————————————————————————————————
Il Feldkirch strapazza gli Orsi Polari di Zell am See infliggendgli un pesantissimo 8-1. Eppure gli ospiti erano passati addirittura in vantaggio con Aigner. Poi la formazione del Voralberg ha messo la quarta e prima ha pareggiato con Puschnik poi ha triturato gli avversari con le reti di Gehringer (una doppietta) e le realizzazioni di Stanley, Kyllönen, Fekete, Koczera (ancora) Puschnike e Ratz.
Sabato, 04.01.2020, ore 19.30: Vorarlberghalle di Feldkirch
VEU Feldkirch – EK Die Zeller Eisbären 9 – 1 (2-1, 2-0, 5-0)
Arbitri: LEHNER, MOSCHEN, Moidl, Piras.
—————————————————————————————————————————
I Buam sciolgono la delusione della sconfitta casalinga contro il Lubiana sciorinando, a Dornbirn, un gran primo tempo. Nei primi venti minuti di gioco la formazione di Collalbo, infatti, va in goal ben tre volte, con Thomas Spinell, Ryan Obuchowski e Alex Frei. Nel secondo tempo i Buam segnano ancora con Dan Tudin poi i Wälder segnano il punto della bandiera con Stefan Söder in power play e nel terzo tempo, Thomas Spinell segna ancora in power play per il 5-1 finale.
Sabato, 04.01.2020, ore 19.30: Messestadion Dornbirn
EC Bregenzerwald – Rittner Buam 1 – 4 (0-3, 1-1,
Arbitri: GAMPER, LEGA, Terragni, Vignolo.
———————————————————————————————
Come rendere difficile una partita banale. Questo potrebbe essere in sintesi estrema il succo della prestazione del Val Pusteria nell’incontro casalingo di questa sera al Lungo Rienza contro il Linz, giunto a Brunico con il meritato titolo di cenerentola del Torneo ma che nel secondo drittel è riuscita a far tremare il Val Pusteria ed i quasi mille tifosi assiepati sui gradoni del già freddissimo Lungo Rienza. I Brunicensi, peraltro, passato il breve ma pericoloso “black out”, hanno ripreso in mano le redini della gara, finendo per vincerla con un largo punteggio di 6-2.
Parte bene il Val Pusteria che dopo meno di quattro minuti passa in vantaggio con “il solito” Max Oberrauch lesto a concludere, nello slot, una combinazione Brighenti – Lewis. Dopo il vantaggio i giallo-neri continuano ad attaccare, senza dare l’impressione di voler strafare. A metà tempo i Lupi passano indenni prima da una inferiorità numerica semplice (Helfer in panca puniti) e, successivamente da una doppia inferiorità (Conci e Lewis in “punizione”) e chiudono il tempo attaccando il terzo difensivo dei giovani austriaci.
La ripresa si apre con una azione del tandem Carrozza – Lewis che potrebbe portare al raddoppio Al 24:44. Infatti, Massimo Carrozza da dietro alla porta serve nello slot il solissimo Lewis che colpisce il palo. Poi il Val Pusteria si addormenta e subisce due goal in meno di quaranta secondi ad opera di Jakob Mitsch, in power play, e Adrian Rosenberger. Prima di arrivare al pareggio il Val Pusteria “annaspa” per quasi cinque minuti e poi si deve aggrappare alla classe del “vecio” Armin Helfer che, in power play, con un tiro dalla blu, scavalca l’estremo difensore austriaco. Il vantaggio arriva novanta secondi più tardi per merito di una bella azione personale di Raphael Andergassen che in “Short Hand“ vola coast to coast fino a presentarsi davanti al portiere e superarlo con un rovescino. Il goal del 4-2 lo segna, ancora, il trentanovenne Armin Helfer, in power play, con una randellata dalla blue che si insacca a mezza altezza. A 2:24 dalla sirena John Lewis colpisce il secondo palo della sua sfortunata serata. Nel terzo tempo il Val Pusteria tiene sotto controllo il gioco e va ancora a segno con John Lewis che riesce, finalmente, a sfruttare in goal l’ennesimo servizio al bacio di Massimo Carrozza e, sul finire con Max Oberrauch che, al volo, devia con la stecca un tiro dalla blu di Armin Hofer siglando la sua personale duecento ottantottesima segnatura.
Tutto è bene ciò che finisce bene, recitava il titolo di una commedia di Shakespeare ma è altrettanto vero che, citando molto più prosaicamente una recente (e sciocca) serie televisiva americana, non si può “giocare con il fuoco” come han fatto, stasera, i lupi della Pusteria poiché c’è sempre il pericolo di finire col bruciarsi.
Sabato, 04.01.2020, ore 20.00: Stadio Lungo Rienza di Brunico
HC Val Pusteria Lupi – Steel Wings Linz 6 – 2 (1-0, 3-2, 2-0)
Arbitri: HOLZER, WALLNER, Cristeli, Rigoni.
MARCATORI: 03:54 1:0 PUS Max Oberrauch (John Lewis – Tobias Brighenti Moretti); 28:03 1:1 PP1 SWL Jakob Mitsch (Frühwirt); 28:41 1:2 SWL Adrian Rosenberger (Gaffal – Ober); 33:24 2:2 PP1 PUS Armin Helfer (Brighenti Moretti- Carozza); 34:56 3:2 SH1 PUS Raphael Andergassen (March – Traversa): 38:47 4:2 PP2 PUS Armin Helfer (Brighenti Moretti – Carozza); 50:50 5:2 PUS John Lewis (Carozza); 54:14 6:2 PUS Max Oberrauch (Armin Hofer)
———————————————————————————
Un acuto di Matt Wilkins regala la vittoria al Val Gardena ai tiri di rigore. Per il Lustenau che già ava perso col Gherdëina, anche la gara di andata, si è trattato di una beffa nella beffa poiché quella del Pranives è la seconda sconfitta in due giorni che subisce agli Shootout. Nei sessanta minuti chiusi sul 4 – 4 e nei cinque minuti giocati in 3 vs 3, per i Ladini, si era messo in bella evidenza il fromboliere canadese Brad McGowan autore, stasera, di un Hat-trick.
Sabato, 04.01.2020, ore 20.30: Stadio Pranives di Selva di Val Gardena
HC Gherdëina valgardena.it – EHC Lustenau 5 – 4 d.t.r. (2-2, 1-2, 1-0, 0-0)
Arbitri: GIACOMOZZI F., LAZZERI, Kainberger, Wimmler.
—————————————————————————————-
Il Cortina, grazie ad un gol di Remy Giftopoulos all’overtime, vince, in rimonta, la sfida contro il Fassa. I padroni di casa, intorno ai due terzi del primo tempo, erano avanti per 3 – 0 (Lundstrom, Chiodo e Zanet). Poi Markus Gander, tagliato prima di Natale dal Val Pusteria, prima della prima sirena, bagnava con un goal il suo debutto con la maglia del Cortina. Ancora Luca Biondi in inizio di terzo tempo allungava per il Fassa. Poi, da questo momento e per tutto il terzo tempo era il Cortina a fare la partita recuperando piano piano lo svantaggio grazie ai goal di Alessandro Zanatta, Luca Barnabo e Luca Zanatta. Per il Cortina si tratta della quarta vittoria consecutiva. Il Fassa allunga a sei la sua serie di battute di arresto consecutive.
Sabato, 04.01.2020, ore 20.45: Gianmario Scola di Alba di Canazei
SHC Fassa Falcons – S.G. Cortina Hafro 4 – 5 O.T. (3-1, 0-0, 1-3, 0-1)
Arbitri: DURCHNER, LOICHT, Holzer, Marchardt.
MARCATORI: 06:00 1:0 SH1 FAS Linus Lundstrom (Roupec); 10:47 2:0 PP1 FAS Lucas Chiodo (Castlunger); 16:12 3:0 PP1 FAS Massimo Zanet (Marchetti – Caletti); 16:19 3:1 SGC Markus Gander (Lacedelli -Giftopoulos); 42:06 4:1 FAS Luca Biondi (Mizzi); 42:55 4:2 SGC Alessandro Zanatta (Ayotte – Luca Zanatta); 44:30 4:3 SGC Luca Barnabo (Sanna – Cordiano); 58:21 4:4 SGC Luca Zanatta (Ayotte – Trecapelli); OT 61:00 4:5 SGC Remy Giftopoulos (Luca Zanatta).

Stagione Regolare

Team GP GD PTS
1 HKO 28 +49 67
2 PUS 28 +55 62
3 RIT 28 +63 60
4 EHC 28 +31 52
5 SGC 27 +23 49
6 VEU 27 +7 48
————————————————————————
7 WSV 28 -2 45
8 ASH 27 +12 44
9 FAS 27 +3 44
10 RBJ 29 +37 43
11 EKZ 28 +6 42
12 JES 27 +3 42
13 GHE 28 -12 38
14 KEC 28 -14 34
15 ECB 28 -51 26
16 KA2 27 -38 25
17 VCS 28 -45 23
18 SWL 27 -127 3

Tags: