Bolzano, 3 punti d’oro a Innsbruck per continuare a sperare

Comincia bene l’avventura di coach Ireland sulla panchina del Bolzano; infatti i biancorossi hanno espugnato la Tiwag Arena di Innsbruck per 1-3, al termine di una partita molto combattuta e che ha visto le “volpi” prevalere sugli “Haie” solo nel terzo periodo, dopo aver sprecato una marea di occasioni e anche grazie alle parate decisive di “san” Leland Irving.

L’inizio del match non offre grandi emozioni, ma pian piano le squadre cominciano a rendersi pericolose ed entrano in scena i due portieri: Scott Darling per i tiolesi e Leland Irving per i bolzanini. Sono però i biancorossi a rendersi pericolosi in due occasioni con Dan Catenacci e Colton Hargrove, ma la gabbia dell’Innsbruck resta inviolata, almeno per il momento. I primi a giocare in superiorità numerica sono i padroni di casa, ma nei 2+2 comminati a Robertson, gli “squali” non riescono a superare la guardia attenta del portiere dei Foxes. Tocca poi al Bolzano giocare con l’uomo in più, ma il powerplay dei biancorossi necessita di evidenti ritocchi vista la scarsa efficacia. Alla seconda opportunità con l’uomo in più, 2+2 a Jamie Arniel, l’Innsbruck trova la rete del vantaggio: Boivin serve sulla blu per Spurgeon e Irving è battuto dal preciso tiro del capitano degli austriaci. Innsbruck in vantaggio alla fine del primo tempo.

Nel periodo centrale, i padroni di casa cercano di trovare il gol del raddoppio, ma vanno a cozzare contro un super Irving, bravo a tenere a galla i suoi con interventi decisivi. Il Bolzano si scuote e prova a reagire, ma spreca ben 3 superiorità numeriche consecutive, concludendo poco e non riuscendo a sfruttare i numerosi rebounds concessi da Darling. Anche la fortuna non aiuta i biancorossi, quando Dennis Robertson colpisce il palo esterno. Pochi secondi prima della seconda sirena, Daniel Frank si fa mandare in panca puniti e, alla seconda pausa, il punteggio dà ancora ragione ai padroni di casa.

L’inizio del terzo periodo vede il penalty killing del Bolzano bloccare la superiorità numerica degli avversari; se il PK dei Foxes fa faville (anche la penalità a Ivan Tauferer viene “uccisa” in modo quasi esemplare), altrettanto non può dirsi del PP che continua a dimostrarsi sterile ed inefficace. A cavallo di metà periodo però la partita gira e prende la direzione di via Galvani: tiro di Ivan Tauferer respinto in qualche modo da Darling e Anthony Bardaro è il più reattivo di tutti ad arrivare sul disco e ad infilarlo in rete; passa meno di un minuto ed il Bolzano mette la freccia e sorpassa: questa volta è Daniel Frank ad insaccare su assist di Jamie Arniel.

I padroni di casa ci provano in più occasioni a cercare il pareggio, ma Leland Irving abbassa la saracinesca e blocca tutti i dischi che arrivano dalle sue parti. A 1:27 dalla fine, coach Pallin chiama fuori dal ghiaccio Darling per gli ultimi assalti con il sesto uomo di movimento, ma è il Bolzano a chiudere definitivamente il match: Daniel Frank s’invola verso la porta vuota e viene ostacolato irregolarmente da un avversario; gli arbitri, come da regolamento, concedono il gol e la partita si chiude con i biancorossi che vincono per 1-3 e mantengono vive le speranze di centrare l’accesso diretto ai playoffs.

Lunedì sera, alle 18.00, il Bolzano avrà un altro incontro da vincere assolutamente; al Palaonda di via Galvani arrivano infatti i Dornbirn Bulldogs ed i Foxes dovranno portare a casa i 3 punti per continuare a restare agganciati alla top five.

Riccardo Giuriato

per hockeytime.net e HCBfans.net

HCI – HCB 1-3 (1-0; 0-0; 0-3): 16:46 Tyler Spurgeon PP1 (1-0); 50:28 Anthony BARDARO (1-1); 51:21 Daniel FRANK (1-2); 59:41 Daniel FRANK (1-3)

Tags: