Bolzano, niente “botti” di fine anno!

Il “bunker” di Dornbirn si rivela una volta di più terreno ostile per il Bolzano che, anche questa sera, esce sconfitto dal ghiaccio della Messehalle; i Bulldogs padroni di casa si sono infatti imposti per 5-4 sui biancorossi, grazie alla tripletta decisiva di William Rapuzzi, mentre a nulla è valsa la doppietta di Dominic Alberga per i Foxes.

La prima frazione inizia in maniera abbastanza equilibrata, con i padroni di casa a sfiorare quasi subito il vantaggio con Bau Hansen; poi è il Bolzano a premere, assediando la porta avversaria senza però trovare la rete. Sebastien Sylvestre è il primo della serata a finire in panca puniti, ma la sua penalità non causa reti avversarie, grazie anche a due interventi decisivi di Leland Irvingsu altrettante conclusioni avversarie. L’equilibrio del match viene rotto dal vantaggio dei Bulldogs: Macierzysnki riceve il disco sul lato e poi spara un tiro all’incrocio del pali imprendibile per il portiere dei Foxes. La partita continua sui binari dell’equilibrio, Dante Hannoun prova a trovare il gol del pareggio, ma Järvenpäa non si lascia soprendere e para la conclusione del giocatore biancorosso. Il Bolzano sembra risvegliarsi e attacca, senza però trovare sbocchi utili alla marcatura e, quasi a fil di sirena, i padroni di casa si trovano a giocare in inferiorità numerica per la penalità presa da Schwinger. 1-0 Dornbirn dopo il primo tempo.

In avvio di frazione centrale, il Dornbirn prima “uccide” quello che rimaneva della penalità, poi sfiora iul raddoppio con Romig: servito sulla blu da Magnan, il giocatore austriaco s’invola verso Irving, ma ad uscirne vincitore è il portiere del Bolzano; sul prosieguo dell’azione, il disco rimane davanti alla gabbia biancorossa e Rapuzzi lo insacca per il 2-0. Il Bolzano barcolla e, dopo pochi minuti incassa anche il 3-0: ancora Rapuzzi, questa volta su assist di Bau Hansen, ed Irving non riesce ad evitare la terza rete avversaria. La squadra ospite prova a reagire e trova la rete con Dominic Alberga, bravo a sfruttare al meglio il perfetto assist di Hannoun e ad insaccare nell’angolo lontano. Adesso il Bolzano ci crede, ma spreca un powerplay prima che Anton Bernard accorci ulteriormente le distanze infilando la porta avversaria con un colpo di rovescio; 3-2 e partita clamorosamente riaperta! La squadra di casa si dispone a difesa della propria gabbia, Sylvestre non trova il timing giusto per infilare l’assist di Hargrove; a 6 secondi dalla sirena, Giliati viene ostacolato irregolarmente da un avversario mentre sta andando via in breakaway e gli arbitri decidono per il tiro di rigore; se ne incarica lo stesso numero 11 biancorosso che realizza. 3-3 alla fine del secondo periodo.

In avvio di terzo tempo, il Bolzano colpisce una traversa clamorosa con Angelo Miceli e, sul contropiede seguente, il Dornbirn ritorna in vantaggio grazie alla terza rete di Rapuzzi, ben servito da Vainonen. I biancorossi sono troppo nervosi e Sebastien Sylvestre deve sedersi in panca puniti; il powerplay che ne consegue permette ai padroni di casa di portarsi sul 5-3 grazie alla rete di Häußle, bravo a sfruttare il passaggio perfetto di Bau Hansen. I Foxes non ci stanno e, con la forza della disperazione, accorciano di nuovo le distanze: Stefano Giliati serve per Dominic Alberga, tocco ravvicinato e Järvenpäa è battuto! Gli ultimi minuti di gioco vedono il Bolzano assediare la zona difensiva degli avversari; Daniel Frank va ad un soffio dal pareggio, e nemmeno il sesto uomo di movimento schierato da coach Beddoes sul ghiaccio riesce a raddrizzare la partita. Finisce così 5-4 per i Dornbirn Bulldogs, confermatisi una volta ancora vera e propria bestia nera del Bolzano.

Chiuso male il 2019, la truppa di coach Beddoes avrà un inizio di 2020 particolarmente impegnativo, visto che nella prima settimana di gennaio dovrà affrontare il Salisburgo al Palaonda, l’Innsbruck in trasferta e poi ancora i Bulldogs in via Galvani. Un tour de force dal quale il Bolzano dovrà raccogliere più punti possibili per mantenere vive le speranze di acciuffare i playoff diretti senza dover passare dal purgatorio del relegation round.

Riccardo Giuriato

per hockeytime.net e HCBfans.net

DEC – HCB 5-4 (1-0; 2-3; 2-1): 12:49 Kevin Macierzynski (1-0); 22:37 William Rapuzzi (2-0); 26:08 William Rapuzzi (3-0); 29:55 Dominic ALBERGA (3-1); 34:46 Anton BERNARD (3-2); 39:54 Stefano GILIATI PS (3-3); 42:51 William Rapuzzi (4-3); 48:44 Stefan Häußle PP1 (5-3); 51:23 Dominic ALBERGA (5-4)

Tags: