I risultati delle Nazionali nei tornei internazionali

Oltre alle qualificazioni preolimpiche, nel secondo break internazionale della stagione, sono stati disputati anche tre tornei amichevoli dedicati alle Nazionali.

La Channel One Cup, seconda tappa dell’Euro Hockey Tour, è stato vinto dalla Svezia al termine di tre giorni all’insegna dell’equilibrio: la Nazionale delle Tre Corone ha raggiunto l’obiettivo vincendo di misura contro la Russia (4-3), il cui tentativo di rimonta è stato arginato da Daniel Zaar, e contro Repubblica Ceca (3-1) arresasi al goal a porta vuota di Dennis Rasmussen. I padroni di casa della Sbornaja si è rifatta ottenendo la seconda posizione in classifica ai danni della Nazionale ceca, battuta ai rigori da Vladimir Tkachyov, e Finlandia, superata nell’ultimo incontro della manifestazione dalla doppietta di Anton Slepyshev. I finnici si sono dovuti accontentare del terzo posto, perso all’overtime la prima partita, hanno ottenuto una netta vittoria per 5-1 contro Svezia, gara in cui hanno primeggiato Miro Aaltonen (1 goal e 3 assist) e Frans Tuohimaa, il quale, oltre a bloccare 34 dei 35 tiri diretti verso lo specchio della propria gabbia, che gli è valsa una percentuale parate del 97,14%, ha messo a referto il quinto goal a porta vuota. La Repubblica Ceca chiude in coda: al punto guadagnato contro la Russia, la formazione slava ne aveva guadagnati altri due all’esordio del torneo piegando la Finlandia con Lukas Sedlak all’overtime.
Risultati: Repubblica Ceca-Finlandia 4-3 ot; Russia-Svezia 3-4; Finlandia-Svezia 5-1; Russia-Repubblica Ceca 4-3 so; Repubblica Ceca-Svezia 1-3; Russia-Finlandia 2-0
Classifica: Svezia p.ti 6; Russia p.ti 5; Finlandia p.ti 4; Repubblica Ceca p.ti 3
Classifica Euro Hockey Tour: Repubblica Ceca p.ti 11; Finlandia p.ti 11; Russia p.ti 7; Svezia p.ti 7

A Visp (Svizzera) si è disputata la NaturEnergie Challenge, hanno prevalso i padroni di casa con ampi risultati: in semifinale la Norvegia è stata strapazzata con una cinquina di reti, di cui due di Simon Moser; in finale gli elvetici hanno surclassato la Russia olimpica per 8-2, uno scatenato Romain Loeffel ha contribuito al successo con quattro reti. I russi erano arrivati all’ultimo atto dopo aver rimontato lo 0-2 nei tempi regolamentari alla Slovacchia, per poi batterla ai rigori. Trascinata da Jorgen Karterud, la Norvegia si è accaparrata il terzo posto a discapito degli slovacchi (4-1).
Risultati semifinali: Russia Olimpica-Slovacchia 3-2 so; Svizzera-Norvegia 5-0. Finale 3°-4° posto: Norvegia-Slovacchia 4-1. Finale 1°-2° posto: Svizzera-Russia Olimpica 8-2

L’unica tappa dell’Euro Ice Hockey Challenge si è svolta a Budapest: sei le Nazionali in corsa, divise in due raggruppamenti che ha visto prevalere Francia e Bielorussia. Le due nazionali si sono scontrate in finale ed ha prevalso la formazione dell’est per 3-2, risultato al quale ha concorso l’uno-due di Andrei Kostitsyn (in power play) e Artyom Demkov. Terzo posto per la Corea del Sud che ha vinto il derby asiatico contro il Giappone; il miglior marcatore della partita è stato Ahn Jin Hui, autore di 3 punti (1 goal e 2 assist). I padroni di casa dell’Ungheria si sono consolati con il quinto posto: al poker di reti rifilato all’Ucraina hanno contribuito la doppietta di Nikandrosz Galanisz e i goal di Gergo e Krisztian Nagy.
Il torneo era stato preceduto dall’amichevole tra Ungheria e Corea del Sud vinta dai magiari per 2-1.
Risultati Gruppo A: Francia-Giappone 4-2; Ungheria-Giappone 1-2; Ungheria-Francia 2-5
Classifica Gruppo A: Francia p.ti 6; Giappone p.ti 3; Ungheria p.ti 0
Risultati Gruppo B: Ucraina-Bielorussia 1-4; Corea del Sud-Bielorussia 5-6 ot; Ucraina-Corea del Sud 2-4
Classifica Gruppo B: Bielorussia p.ti 5; Corea del Sud p.ti 4; Ucraina p.ti 0
Finale 5°-6° posto: Ungheria-Ucraina 4-2. Finale 3°-4° posto: Giappone-Corea del Sud 2-5. Finale 1°-2° posto: Francia-Bielorussia 2-3