IHL: doppia qualificazione per il Merano. Novità al quarto posto

Nella serata dei derby regionali, il Merano piega il Bressanone e si qualifica matematicamente sia alle Final Four di Coppa Italia sia al Master Round con cinque giornate di anticipo; in classifica Varese e Pergine (anch’esse certe di accedere al Master Round) rimangono in scia. Quarto posto per l’Appiano che si aggiudica il derby d’Oltradige, mentre l’Unterland lascia all’Alleghe l’ultimo posto.

Successo sudato quello del Merano che per piegare la resistenza di Philipp Kosta impiega 44’ affidandosi all’intuizione di Philipp Beber. Shutout condiviso per Thomas Tragust, sul ghiaccio nei primi 7’51”, e dal backup Lorenzo Marinelli.

Non c’è storia tra Como e Varese: i Mastini mettono in ghiaccio la vittoria nei primi 20’, dapprima con l’uno-due di Simone Asinelli e Marco Franchini, successivamente arrotonda il punteggio con Daniel Tedesco, in doppia inferiorità, e Marcello Borghi. La furia giallonera non si arresta nei restanti 40’ di gioco: altre tre reti di Tedesco, un’altra di Franchini e quella di Domenico Perna portano a nove le reti dei bosini, nel mezzo la doppietta di Matteo Formentini. L’incontro è chiuso da Filippo Ambrosoli.

Con un goal per tempo il Pergine s’impone con un secco 3-0 sul Valdifiemme: Nick Buonassisi ispira Luca Franza nel primo periodo, Andrea Meneghini e Dylan Hood, nei restanti due, innescano Christian Lombardi, autore di una doppietta. A fine partita Robin Quagliato lascia la gabbia inviolata per la terza volta in campionato: l’estremo difensore ha fermato 46 tiri dei fiamazzi.

L’Appiano si prende la rivincita sul Caldaro nel secondo derby d’Oltradige della stagione e, approfittando della battuta d’arresto del Bressanone e il turno di riposo della ValpEagle, si installa al quarto posto: i Lucci, che annoverano il debutto di Simon Mattsson, sbloccano il risultato al primo power favorevole mandando a segno Benjamin Kostner. I Pirati rispondo nel finale della prima frazione di gioco con Markus Mair, mentre a metà gara Alex Jaitner realizza la rete decisiva in superiorità.

Seppur ultime della classe, Unterland ed Alleghe danno vita ad una partita intensa e segnano gli esordi in IHL di Chad Staley e Joonas Huovinen, acquisti degli ultimi giorni dei due sodalizi. L’equilibrio iniziale è spezzato da Loris De Val in power play, gli altoatesini ribaltano lo svantaggio a cavallo dei primi due periodi, grazie ad Alex Obexer e Staley. Subìto il pareggio ospite di Manuel Da Tos (in superiorità), gli altoatesini tentano una prima fuga spinti da Tobia Pisetta (anch’egli in situazione di cinque contro quattro) e Dominik Massar, tuttavia i bellunesi non mollano la presa e al primo errore dei rivali accorciano in penalty killing con Miika Kiviranta. Nel terzo tempo, dopo il botta e risposta tra Pisetta e Da Tos, in power play, i padroni di casa architettano con Staley e Ruben Zerbetto una seconda fuga alla quale l’Alleghe riesce ad opporre solo con Huovinen, autore del 7-5 finale.

 
Risultati 19a giornata
giovedì 12 dicembre
Appiano     – Caldaro     2-1
Como        – Varese      3-9
Merano      – Bressanone  1-0
Pergine     – Valdifiemme 3-0
Unterland   – Alleghe     7-5
Riposa: ValpEagle

Classifica
1.Merano      39 punti (16 partite)
2.Varese      36 (16)
3.Pergine     34 (15)
4.Appiano     25 (15)
5.Bressanone  23 (15)
6.ValpEagle   23 (15)
7.Valdifiemme 19 (15)
8.Como        16 (15)
9.Caldaro     14 (16)
10.Unterland  12 (15)
11.Alleghe    11 (15)

Prossimo turno
sabato 14 dicembre
Appiano     – Alleghe
Caldaro     – Como
ValpEagle   – Pergine
Varese      – Unterland
domenica 15 dicembre
Valdifiemme – Merano
Riposa: Bressanone

Tags: