IHL: vittorie esterne per Merano e Varese, di rigore per Como e Caldaro

Mentre il Pergine osserva il proprio turno di riposo, Merano e Varese muovono la classifica nelle prime posizioni espugnando Torre Pellice ed Alleghe; i Mastini ritornano, così, al secondo posto. Como e Caldaro, tra le mura amiche, devono ricorrere agli shootout per avere ragione di Appiano ed Unterland.

Grande battaglia al Cotta Morandini di Torre Pellice nello scontro tra Aquile: al termine dei 60’ l’ha spuntano quelle altoatesine; tre delle quattro marcature dell’incontro maturano nel secondo tempo: Francesco De Biasio rompe gli indugi in situazione d’inferiorità al 25.39, Flavio Faggioni rimedia in poco più di un minuto, mentre Pontus Moren ribalta il risultato nel finale di periodo. Al 58.39 il sigillo ai tre punti è messo da John Carpino a porta vuota.

I Mastini mantengono le Aquile bianconere nel mirino grazie al rotondo successo in quel di Alleghe per 5-0 raggiunto con la doppietta di Daniel Tedesco, Marco Franchini (in power play), Andrea Vanetti e Domenico Perna (in 5 contro 3). Dopo il minishutout contro l’Appiano, Alessandro Tura ne mette a segno un altro nei 60’ di gioco.

Mentre Merano e Varese, a distanza, non se le sono mandate a dire, negli scontri diretti tra le squadre di centro e bassa classifica la noia non ha avuto residenza e hanno decretato le vittorie ai rigori di Como e Caldaro contro rispettivamente Appiano, fermato dopo cinque vittorie consecutive, e Unterland: a Casate le ostilità sono aperte dall’uno-due tra Matteo Formentini (in power play) e Alex Gamper, 4’ più tardi Riccardo Tombolato, in superiorità, mette la freccia del sorpasso che lampeggia fino al 15’, quando Riccardo Ambrosoli rimette in equilibrio il punteggio. L’inseguimento tra le due rivali prosegue nella frazione centrale: Rok Pajic e Gianluca Tilaro raggiungono il momentaneo 3-3, Formentini, al secondo goal personale, effettua il controsorpasso. Quando il successo sembra alla portata dei lariani, a 25” dalla sirena Tombolato rovina loro la festa calando il poker caldarese. Concluso l’overtime senza reti, ai rigori Filippo Guaita consegna i due punti ai padroni di casa.

Gara tutt’altro che scontata anche a Caldaro, dove i Lucci spezzano l’equilibrio a 2’19” dal primo riposo con Michele Volcan. I Cavalieri della Bassa Atesina ribaltano il risultato con due goal lampo di Moritz Selva in apertura di frazione centrale.  I caldaresi rispondono immediatamente ritornando in vantaggio per merito di Franz Erschbamer, al primo goal in carriera nei senior, e Florian Wieser. Il periodo ha in serbo ancora il 3-3 di Philipp Calovi; nei minuti successivi il risultato non cambia fino ai rigori, decisi da Luca De Donà.

 
Risultati 18a giornata
venerdì 6 dicembre
Bressanone  – Valdifiemme n.d.
sabato 7 dicembre
Alleghe     – Varese      0-5
Caldaro     – Unterland   4-3 rig.
Como        – Appiano     5-4 rig.
ValpEagle   – Merano      1-3
Riposa: Pergine

Classifica
1.Merano      36 punti (15 partite)
2.Varese      33 (15)
3.Pergine     31 (14)
4.Bressanone  23 (14)
5.ValpEagle   23 (15)
6.Appiano     22 (14)
7.Valdifiemme 19 (14)
8.Como        16 (14)
9.Caldaro     14 (15)
10.Alleghe    11 (14)
11.Unterland   9 (14)

Prossimo turno
giovedì 12 dicembre
Appiano     – Caldaro
Como        – Varese
Merano      – Bressanone
Pergine     – Valdifiemme
Unterland   – Alleghe
Riposa: ValpEagle

Tags: