Un Bolzano stanco si arrende a Klagenfurt

Un Bolzano apparso affaticato e quasi mai veramente in partita, si arrende per 3-0 al Klagenfurt che ottiene il massimo risultato facendo il minimo sforzo, facilitato dalla giornata no di molti biancorossi, salvati dalla disfatta da un’altra prestazione di alto livello di Leland Irving.

Pronti via ed i padroni di casa prima sfiorano il vantaggio con un tiro dalla blu di Fischer che trova Irving pronto alla parata e poi, alla seconda occasione colpiscono: veloce ripartenza Ganahl-Hundertpfund, con quest’ultimo che serve per l’accorrente Bischofberger che insacca senza problemi. Il Bolzano accusa il colpo ed il Klagenfurt prende il comando della partita, schiacciando più volte gli ospiti in zona di difesa, dalla quale i Foxes riescono ad uscire di rado. Se il punteggio non aumenta, il merito è delle parate del goalie biancorosso che, nonostante si veda arrivare dischi ed avversari da ogni parte, chiude ogni buco possibile respingendo o bloccando le conclusioni di Comrie, Schumnig e Fischer. Per vedere i Foxes dalle parti di Madlener bisogna aspettare la metà del primo periodo di gioco, con Sebastien Sylvestre che però non trova lo specchio della porta da posizione favorevole. Che non sia la serata giustsa per la squadra ospite si capisce quando il KAC si ritrova a giocare con l’uomo in meno, ma il Bolzano non riesce a rendersi pericoloso e quindi la prima sirena vede le due squadre andare al primo riposo con le “Rotjacken” meritatamente in vantaggio.

Nella frazione centrale il copione del match non cambia: i padroni di casa attaccano ed i biancorossi si difendono con le unghie e con i denti, ma è ancora Leland Irving a salvare i suoi con due interventi ravvicinati su Unterweger e Hundertpfund. Il KAC si limita a fare il minimo sindacale ed il Bolzano prova a colpire con Jamie Arniel su imbeccata di Stefano Giliati, ma Madlener non ha problemi nel bloccare la conclusione; è un fuoco di paglia, perchè subito il Klagenfurt sfiora la traversa con una conclusione di Neal. Quando Dennis Robertson si deve sedere in panca puniti, i padroni di casa sfiorano il raddoppio con una conclusione di Obersteiner che si stampa sul palo; lo stesso numero 98 del KAC sfiora ancora la rete poco dopo con un diagonale che esce davvero di un nulla. Il Bolzano prova a reagire con Arniel, ma ancora una volta la gabbia dei padroni di casa rimane inviolata. Gli ospiti sono troppo fallosi e la penalità presa da Domenico Alberga non causa reti solo perchè Irving si supera chiudendo la propria porta in faccia a Kozek. Superata indenne l’inferiorità numerica, il Bolzano non riesce comunque a organizzare giocate offensive degne di tale nome e, circa 90 secondi prima della sirena, Luka Vidmar si prende una penalità per evitare un contropiede avversario. KAC ancora invantaggio per 1-0 al secondo riposo.

All’inizio del terzo periodo, il PK del Bolzano riesce a eliminare quanto rimasto della penalità ma sono ancora i padroni di casa a imporre il gioco. Prima è Harand a sfiorare il raddoppio con un tiro che esce di poco, poi Kernberg e Hundertpfund lavorano un disco che Ganahl, colpevolmente dimenticato da Tim Daly, infila alle spalle di un incolpevole Irving. Il Bolzano prova a reagire e sfiora la rete con Anthony Bardaro che si vede bloccare da Madlener la conclusione; pochi minuti dopo Arniel non arriva in tempo sulla respinta del portiere avversario sulla conclusione di Giliati. Gli ospiti sono anche sfortunati quando Kevin Spinozzi colpisce la base del palo con un blueliner. La penalità presa in modo ingenuo da Daniel Frank affossa definitivamente le speranze dei Foxes di provare la rimonta ed i padroni di casa, pur con Neal in panca puniti, trovano l’empty-net gol con Slim Liivik che fissa il punteggio sul definitivo 3-0 per le “Rotjacken”.

Adesso i biancorossi di coach Beddoes avranno 5 giorni di tempo per recuperare le forze ed andare a sfidare, nella serata di venerdì, il ghiaccio dei Dornbirn Bulldogs dell’ex coach Kai Suikkanen.

Riccardo Giuriato

KAC – HCB 3-0 (1-0; 0-0; 2-0): 02:02 Johannes Bischofberger (1-0); 43:07 Manuel Ganahl (2-0); 59:43 Slim Liivik EN (3-0)

Tags: