Continental Cup: determinate le quattro finaliste

La Continental Cup ha scelto le quattro squadre che si contenderanno il trofeo nelle Superfinals in programma, come da tradizione, nel primo weekend di gennaio. I due gironi di semifinale, che promuovevano due squadre ciascuno, sono stati caratterizzati da emozioni e colpi di scena, in qualche caso letteralmente fino all’ultimo puck.

Il gruppo E, giocato in Danimarca, a Vojens, ha visto sul ghiaccio i padroni di casa del SonderjyskE, guidati dalla vecchia conoscenza Mario Simioni, ormai di casa in Danimarca, i francesi dell’Amiens, i Nottingham Panthers e gli ungheresi del Ferencvaros, che avevano eliminato il Renon nel turno precedente. In un raggruppamento senza grandi valori tecnici, sono emerse le individualità ed il fattore casa. I danesi si sono infatti assicurati la qualificazione incamerando 6 punti nelle prime due gare, vincendo con lo stesso score 3-1 sia contro i francesi che gli ungheresi. I gol del sempre affidabile Steffen Frank e dell’americano Philipp Lane, che si sta confermando in Europa dopo la buona stagione di esordio in Norvegia lo scorso anno, e le parate del veterano Patrick Galbraith hanno fatto la differenza. Un altro giocatore con valori tecnici sopra la media del torneo, l’americano Jake Hansen, ha regalato ai Panthers il successo nella partita di esordio contro Amiens, con 2 goal e un assist nel 4-2 finale. La seconda giornata ha regalato la prima sorpresa, col successo del Ferencvaros contro Nottingham: un 3-2 firmato da una doppietta di Gergo Nagy e blindato dalle 42 parate di Gergely Arany. La vittoria serale del SonderjyskE su Amiens qualifica i danesi ed in pratica elimina i francesi, con Nottingham e Ferencvaros padroni del proprio destino. Ma la pressione del dover vincere a tutti i costi e la stanchezza della terza partita tagliano le gambe degli ungheresi che cedono di schianto all’Amiens: 5-1 con due goal a porta vuota a risultato ormai compromesso, che testimoniano almeno il coraggio degli ungheresi nel provarci fino in fondo. L’ultima partita sancisce la qualificazione a braccetto di SonderjyskE e Nottingham Panthers, con gli inglesi che si impongono 4-2 su un avversario piuttosto demotivato tornando a giocare le Superfinals dopo l’esperienza vittoriosa del 2017, quando conquistarono il trofeo sul ghiaccio di Collalbo. Per la quarta edizione consecutiva ci sarà una squadra britannica alle finali, mentre la Danimarca torna ad avere una rappresentante dopo due anni di assenza.

Il Gruppo F, che si è disputato a Cracovia, è stato sicuramente una sorta di Superfinal anticipata, vista la qualità delle squadre sul ghiaccio: i padroni di casa, i bielorussi del Neman Grodno, i kazaki del Beybarys Atyrau e gli ucraini del Donbas Donets’k provenienti dal gruppo di qualificazione. Le tre giornate di gara hanno confermato l’equilibrio assoluto, con i bielorussi vittoriosi nella prima giornata all’overtime su Donbas, con gli ucraini capaci di rimontare due volte il doppio svantaggio prima di cedere ad un gol di Egor Stepanov dopo 62 minuti. In serata due goal dello sniper Ondrej Mikula, che viaggia alla media di un punto a partita in campionato, portano avanti Cracovia contro i kazaki, che riacciuffano la gara a 3 minuti dalla sirena, ma vengono puniti quando manca solo un giro di lancette da Damian Kapica. Seconda giornata che vede Donbas prevalere 5-3 su Beybarys con un hattrick di Ilya Korenchuk, eliminando i kazaki, con il paese asiatico per la prima volta non presente alle finals dopo 3 stagioni consecutive, con due secondi posti ed il successo dell’Arlan nell’ultima edizione. In serata il successo più netto della tre giorni: Neman Grodno si impone 4-1 su Cracovia con tre goal di Artem Kisly, lasciando agli avversari la miseria di 11 tiri in porta in 60 minuti ma soprattutto assicurandosi la qualificazione, terza presenza consecutiva di un team bielorusso alle finali, che Neman ha già vinto nel 2014-15. L’ultima giornata inizia con l’inutile successo 4-2 del Beybarys sui bielorussi, privi dello sniper Kisly, buono per non chiudere a zero punti il girone, un risultato che sarebbe stato comunque immeritato per i valori mostrati sul ghiaccio. In serata la partita più importante, con il Cracovia chiamato ad un’impresa per centrare la qualificazione: al termine di una partita molto tesa e con il Donbas che avrebbe forse meritato il successo nei regolamentari, chiusi 1-1 con le reti di Kasper Bryniczka e Vitali Lyalka. Si va ai rigori ed i polacchi si dimostrano infallibili e più freddi segnando ben tre tiri ed agguantando una qualificazione che sembrava un miraggio all’inizio della contesa. Enorme delusione per il Donbas, squadra fin dall’estate costruita per la Continental, visto il dominio incontrastato in patria, e che si ritrova eliminata senza aver mai perso nei tempi regolamentari.

“E’ una delusione enorme – ha detto il coach ucraino Sergei Viter – abbiamo giocato sempre per vincere e ci troviamo eliminati per delle sfumature. Dovevamo chiudere la partita subito all’inizio visto che eravamo partiti molto bene, ci è mancato quel momento.”

“Dopo la sconfitta col Neman è stato molto difficile ritrovare concentrazione e determinazione e con il Donbas il nostro inizio è stato timido, si vedeva. Poi abbiamo ritrovato la grinta e abbiamo portato fino in fondo la partita. Alla lotteria dei penalties il nostro portiere è stato spettacolare. E’ un momento storico per noi, dopo tanti tentativi siamo finalmente arrivati alle Superfinals” è stato il commento del coach di Cracovia Rudolf Rohacek.

Appuntamento ora per le Superfinals dal 10 al 12 gennaio in casa di una delle fnaliste. Al momento solo il Neman ha espresso la volontà di organizzare la manifestazione.

 
Risultati:
Gruppo E
venerdì 15 novembre
Amiens (FRA) – Nottingham (GBR)        2-4
SonderjyskE (DEN) – Ferencvarosi (HUN) 3-1

sabato 16 novembre
Nottingham (GBR) – Ferencvarosi (HUN)  2-3
SonderjyskE (DEN) – Amiens (FRA)       3-1

domenica 17 novembre
Ferencvarosi (HUN) – Amiens (FRA)      1-5
Nottingham (GBR) – SonderjyskE (DEN)   4-2

Classifica
1.Nottingham Panthers (GBR) 6 p.ti
2.SonderjyskE Vojens (DEN)  6
3.Amiens Gothique (FRA)     3
4.Ferencvarosi (HUN)        3

Risultati:
Gruppo F
venerdì 15 novembre
Grodno (BLR) – Donbas (UKR)            4-3 ot
Cracovia (POL)- Beibarys (KAZ)         3-2

sabato 16 novembre
Beibarys (KAZ) – Donbas (UKR)          3-5
Grodno (BLR) – Cracovia (POL)          4-1

domenica 17 novembre
Beibarys (KAZ) – Grodno (BLR)          4-2
Donbas (UKR) – Cracovia (POL)          1-2 so

Classifica
1.Neman Grodno (BLR)       5 punti
2.Cracovia Krakow (POL)    5
3.Donbas Donet’s (UKR)     5
4.Beibarys Atyrau (KAZ)    3

Tags: