CHL: Luleå, Djurgården e Monaco ai playoff. Ambrì, Augsburger e Cardiff rimangono in corsa

Il quinto turno della fase a gironi decreta la qualificazione ai playoff dei tedeschi del Monaco e degli svedesi del Luleå e del Djurgården Stoccolma. Il netto successo dell’Ambrì Piotta a Banska Bystrica aumenta le possibilità di qualificazione dei leventinesi. Sconfitte per l’Augsburg Panther, ai rigori, e Adler Mannheim.

In attesa di Klagenfurt-Bienne, in programma domani, il Tappara Tampere si unisce alle due rivali alla testa della classifica del Gruppo A; dopo un tempo equilibrato chiuso sull’1-1, per effetto delle marcature di Otto Rauhala, in inferiorità, e Hampus Gustafsson, i finlandesi centrano la vittoria nel terzo periodo andando a segno con Charles Bertrand e Patrik Virta.

Nel Gruppo B magra consolazione per l’HPK Hämeenlinna che, con il successo per 2-0 contro il Rungsted, si assicura la terza posizione; l’incontro è risolto dai goal di Miska Ronkainen e Henri Kanninen in power play.

Si complica il passaggio del turno dell’Augsburger Panther; la sconfitta casalinga ai rigori contro il Liberec rilancia la formazione ceca. I teutonici, senza Alex Lambacher, aprono le marcature al 19’ in power play, gli ospiti operano il sorpasso con Radan Lenc e Adam Musil a cavallo tra secondo e terzo tempo. A 3’23” dalla sirena Thomas Holzmann pareggia con una rasoiata dalla media distanza. Ai rigori, invece, decide Rostislav Marosz. Chi stacca il biglietto per la fase successiva con un turno d’anticipo è il Luleå che torna dalla trasferta di Belfast con un successo per 6-3: raggiunto il parziale di 3-0, nel terzo periodo i vichinghi lasciano spazio ai britannici, i quali accorciano con due reti in power play di Liam Morgan e Liam Reddox. L’uno-due di Robin Kovacs e Petter Emanuelsson riporta a debita distanza i padroni di casa, il quali, pur andando nuovamente a segno con Reddox, devono arrendersi ad Arttu Ilomäki.

Lo Skellefteå sgambetta il Kärpät Oulu e prende il comando del Gruppo E: svedesi in vantaggio nel primo tempo grazie ad Adam Pettersson. Nei due periodi successivi gli ermellini aumentano il forechecking senza riuscire a bucare la gabbia di Gustaf Lindvall. A 1” dalla sirena Thomas Pyatt raddoppia a porta vuota. In classifica si avvicina minaccioso il Berna, spinto dal 4-1 inflitto al Grenoble: per gli Orsi hanno graffiato Alain Berger, Justin Krüger, Gregory Sciaroni ed Eric Blum a porta vuota. La rete dei francesi è opera di Kyle Hardy.

Risultato a sorpresa a Tychy: i polacchi, oramai fuori dai giochi, battono il Vienna Capitals 4-2, li scavalcano in classifica e spengono le residue speranze di qualificazione. Subìta la rete di Riley Holzapfel nel primo tempo, i padroni di casa sfruttano con Aliaksei Yafimenka e Peter Novajovsky due power play consecutivi per ribaltare il punteggio. Il 2-2 viennese matura al 26’ per mano di Alex Wall in doppia superiorità. Da metà gara sale in cattedra Filip Komorski, autore di una doppietta, che consegna il successo agli slesiani.
La sconfitta degli austriaci regala la qualificazione ai playoff al Djurgården di Stoccolma; gli svedesi, però, non si accontentano e, battendo il Mannheim li sopravanzano nella classifica del Gruppo F.  Protagoniste del confronto sono le situazioni di superiorità che hanno permesso di realizzare sette delle nove reti complessive. I capitolini raggiungono nel primo tempo il parziale di 3-0, il ritorno dei tedeschi consente loro di chiudere la frazione centrale sul 3-4. Tentativo di rimonta vanificato nel terzo tempo da altri due goal di Michael Haga che chiude la serata con un hattrick e due assist a referto.

Il Monaco ottiene il pass agli ottavi di finale piegando il Färjestad Karlstad 2-1: la partenza a spron battuto degli svedesi non spaventa i padroni di casa che riescono a beffarli al 7’ con Mark Voakes. Anche nei minuti successivi reggono la pressione avversaria, mentre in un terzo tempo più equilibrato Philip Gogulla raddoppia nei primi minuti. Nel finale gli ospiti si giocano le ultime chance riuscendo ad accorciare le distanze con Marcus Nilsson con l’uomo in più di movimento, nei restanti secondi di gioco i tedeschi alzano il muro davanti a Danny aus den Birken e portano a casa un’importante vittoria.  Lo stop del Karlstad permette all’Ambrì di portarsi ad 1 punto dal secondo posto del Gruppo G: i leventinesi regolano a domicilio il Banska Bystrica con un poker di reti realizzate da Matt D’Agostini (2, di cui 1 in power play), Johnny Kneubühler e Dominic Zwerger in inferiorità. Tommaso Goi e Nick Plastino sono stati impiegati rispettivamente per 9’08” e 18’31”. Assente per infortunio Diego Kostner.

I campioni in carica del Frölunda strapazzano il Cardiff dell’Azzurro Sean McMonagle con la pesante vittoria per 9-2 che vale il primo posto nel Gruppo H. Patrick Carlsson porta in vantaggio gli Indians dopo appena 35”; sebbene il forechecking sia asfissiante, gli scandinavi prendono il largo dal secondo tempo; tra i migliori giocatori Ryan Lasch, autore di 4 assist, e Joel Lundqvist a segno in tre occasioni. La sconfitta mette in discussione il passaggio del turno dei britannici, scavalcati dal Mountfield vittorioso a Graz 2-1 con le reti nella prima frazione di gioco di Radek Smolenak e Rudolf Cerveny. Il goal austriaco matura solo al 59.44 grazie all’ex Bolzano Travis Oleksuk in power play e con l’uomo di movimento in più.

Risultati e classifiche

Gruppo A: Frisk Asker (NOR) – Tappara Tampere (FIN) 1-3 (1-1; 0-0; 0-2)
Classifica: Klagenfurt (AUT) p.ti 9 (4 partite); Bienne (SUI) p.ti 9 (4); Tappara Tampere (FIN) p.ti 9 (5); Frisk Asker (NOR) p.ti 0 (5)

Gruppo B: HPK Hämeenlinna (FIN) – Rungsted (DEN) 2-0 (1-0; 1-0 0-0);
Classifica: Pilsen (CZE) p.ti 10 (4); Zugo (SUI) p.ti 10 (4); HPK Hämeenlinna (FIN) p.ti 7 (5); Rungsted (DEN) p.ti 0 (5)

Gruppo C: Augsburger Panther (GER) – Bili Tygri Liberec (CZE) 2-3 (1-0; 0-1; 1-1; 0-0; 0-1); Belfast Giants (GBR) – Luleå (SWE) 3-6 (0-1; 0-2; 3-3)
Classifica: Luleå (SWE) p.ti 11 (5); Augsburger Panther (GER) p.ti 9 (5); Bili Tigri Liberec (CZE) p.ti 6 (5); Belfast Giants (GBR) p.ti 4 (5)

Gruppo E: Skellefteå (SWE) – Kärpät Oulu (FIN) 2-0 (1-0; 0-0; 1-0); Berna (SUI) – Grenoble (FRA) 4-1 (1-0; 1-0; 2-1)
Classifica: Skellefteå (SWE) p.ti 10 (5); Kärpät Oulu (FIN) p.ti 9 (5); Berna p.ti 8 (5); Grenoble p.ti 3 (5)

Gruppo F: Djurgården Stoccolma (SWE) – Adler Mannheim (GER) 6-3 (3-0; 1-3; 2-0); Tychy (POL) – Vienna Capitals (AUT) 4-2 (0-1; 3-1; 1-0)
Classifica: Djurgården Stoccolma (SWE) p.ti 12 (5); Adler Mannheim (GER) p.ti 11 (5); Tychy (POL) p.ti 4 (5); Vienna Capitals (AUT) p.ti 3 (5)

Gruppo G: Monaco (GER) – Färjestad Karlstad (SWE) 2-1 (1-0; 0-0; 1-1); Banska Bystrica (SVK) – Ambrì Piotta (SUI) 0-4 (0-2; 0-2; 0-0)
Classifica: Monaco (GER) p.ti 12 (5); Färjestad Karlstad (SWE) p.ti 8 (5); Ambrì Piotta (SUI) p.ti 7 (5); Banska Bystrica (SVK) p.ti 3 (5)

Gruppo H: Frölunda Indians (SWE) – Cardiff Devils (GBR) 9-2 (1-0; 3-1; 5-1); Graz 99ers (AUT) – Mountfield (CZE) 1-2 (0-2; 0-0; 1-0)
Classifica: Frölunda Indians (SWE) p.ti 10 (5); Mountfield (CZE) p.ti 9 (5); Cardiff Devils (GBR) p.ti 8 (5); Graz 99ers (AUT) p.ti 3 (5)

in rosso le qualificate agli ottavi di finale

Tags: