Bolzano sprecone, Innsbruck vince ai rigori!

Il Bolzano non riesce a dare seguito alla vittoria di venerdì contro il Linz ed esce sconfitto per 3-2 dalla Tiroler Wasserkraft Arena di Innsbruck, battuto solo ai rigori dai padroni di casa e dopo aver sfiorato in più occasioni il gol vittoria nel tempo supplementare.

Il “derby del Brennero” non è mai una partita come le altre, infatti comincia con gli arbitri che mandano pressochè subito in panca puniti Lammers; il Bolzano, anziché approfittarne, spreca il powerplay dopo una manciata di secondi quando a sedersi in panca puniti è Flemming. L’avvio del match continua ad essere scoppiettante e, in 4 contro 4, sono i padroni di casa a passare in vantaggio grazie all’ex biancorosso Joel Broda che sporca alle spalle di Leland Irving un tiro di Boivin; i biancorossi chiedono la video rewiev, ma gli arbitri mantengono la decisione presa e confermano la rete. Gli Haie cercano di approfittare del momentaneo sbandamento dei biancorossi e sfiorano il raddoppio con Lammers e Spurgeon, ma non riescono a trovare la rete. La partita si calma un pochino nella fase centrale del primo periodo, poi Sebastien Sylvestre con un assolo prova a trovare il pareggio, ma non riesce ad indirizzare il disco verso la gabbia di Motte. A raddrizzare il punteggio ci pensa poco dopo Luca Frigo, servito magistralmente davanti alla porta avversaria da un perfetto passaggio di Marchetti, seguito ad un disco perso in maniera grossolana da Paulweber nel proprio terzo difensivo. La squadra di casa va in confusione e regala un’altra superiorità numerica al Bolzano che sfiora il raddoppio con Dan Catenacci, il quale fallisce un comodo tiro a porta vuota. Prima della sirena resta da segnalare un’ingenua penalità presa da Anthony Bardaro, ma alla fine del primo drittel le due squadre vanno negli spogliatoi in parità.

All’inizio della seconda frazione, i Foxes sfiorano ancora il raddoppio con Ivan Deluca, ma il giovane attaccante del Bolzano non riesce a sfruttare l’ennesimo disco perso dagli avversari. Il Bolzano preme e trova la rete del vantaggio grazie ad un’invenzione di Sebastien Sylvestre che infila Motte. Provano subito a rispondere i padroni di casa, ma Irving chiude la porta a Thornberg; con Lattner in panca puniti i bolzanini potrebbero allungare, ma Dan Catenacci, ben servito da Sylvestre, manca un’altra occasione clamorosa e non ha migliore fortuna poco dopo Kevin Spinozzi che colpisce in pieno il palo della porta avversaria; sulla ripartenza dei tirolesi, Hargrove carica pesantemente alla balaustra Zajc e poi rifiuta il fight con Pedevilla: gli arbitri comminano 2+2+2 per l’attaccante del Bolzano e 2+2 per il tirolese, ma l’azione più pericolosa la portano gli ospiti con Flemming che vanifica un 2 contro 1 tirando contro Motte anziché servire un più libero Syvestre. La parità numerica riacquisita non dura perchè, a pochi secondi dalla seconda sirena, si prende due minuti pesanti, anche se è il Bolzano a tornare negli spogliatoi avanti di una rete.

Il terzo periodo comincia com’era finito il precedente, infatti Brett Flemming si deve sedere in panca puniti e la sua penalità costa cara ai Foxes che subiscono la rete del pareggio ad opera di Tyler Spurgeon che insacca dopo due salvataggi miracolosi di Leland Irving sulle conclusioni ravvicinate di Lammers. Saltano un po’ gli schemi ad entrambe le squadre e le occasioni da rete piovono: Frigo ed Insam non riescono a concretizzare un 2 contro 1 e, sulla ripartenza, Michael Boivin colpisce una traversa clamorosa; poco dopo Ondrej Sedivy si trova a tu per tu con Irving ma non riesce a realizzare, stessa sorte tocca ad uno sfortunato Catenacci che, per la terza volta in serata, non riesce a trovare la rete da buona posizione. Anton Bernard prova a sfruttare un altro errore di Lammers, ma viene fermato fallosamente dall’avversario. Per Dan catenacci non è serata, infatti il numero 7 biancorosso prima spreca la quarta, nitida occasione da rete, poi vanifica in maniera sciocca un powerplay dopo soli 3 secondi di superiorità numerica. Una penaità in contemporanea per Vallant e Sylvestre, induce le due squadre a più miti consigli e la partita scivola ai tempi supplementari.

In avvio di overtime il Bolzano si divoa due grossissime occasioni per chiudere il match: prima a Marco Insam a sprecare clamorosamente solo davanti a Motte, poi è Tim Daly a fallire il colpo del KO. I padroni di casa provano a reagire con un tiro in girata di Thornberg prima e con un contropiede di Lammers e Spurgeon fermato da Stefano Marchetti; nessuna marcatura nei 5 minuti di overtime e la partita viene così decisa ai tiri di rigore.

Realizza subito Lattner, Hargrove impatta, Joel Broda beffa Irving fra i gambali e Bardaro colpisce un palo clamoroso; il rigore decisivo lo realizza Thornberg, marcatura convalidata anche dagli arbitri dopo la visione della video review.

L’Innsbruck può così festeggiare la seconda vittoria consecutiva ai tiri di rigore, mentre il Bolzano dovrà dimenticare questa sconfitta e prepararsi per la partità di venerdì sera che vedrà i Foxes ospitare al Palaonda il Dornbirn per un match che la truppa di coach Beddoes dovrà assolutamente portare a casa.

Riccardo Giuriato

HCI – HCB 3-2 dtr (1-1; 0-1; 1-0; 0-0; 1-0): 01:50 Joel Broda (1-0); 16:10 Luca FRIGO (1-1); 26:22 Sebastien SYLVESTRE (1-2); 43:12 Tyler Spurgeon PP1 (2-2); 65:00 Jesper Thornberg SO (3-2)

SEQUENZA RIGORI:

Jan Lattner GOL

Colton HARGROVE GOL

Joel Broda GOL

Anthony BARDARO PALO

Jesper Thornberg GOL

Tags: