Il Como acquista, Merano conferma

A poco più di quarantott’ore dall’inizio dell’edizione 2019/20 della IHL le formazioni cadette mettono a segno gli ultimi colpi di mercato o conferme.

Nel primo caso, il Como ha ufficializzato l’ingaggio di Davide Xamin (nella foto di copertina): una piazza nuova per il ventitreenne che in Lombardia ha giocato nel Varese, dove è cresciuto hockeisticamente, e nel Milano Rossoblu negli ultimi due anni. L’esperienza nel capoluogo lombardo si è chiusa con un ruolino di marcia di 76 partite e 29 punti (8 goal e 21 assist) tra IHL e Alps Hockey League, numeri ai quali vanno aggiunti 4 presenze e 2 assist in Coppa Italia e 1 presenza in Supercoppa italiana.

Il Merano prolunga i contratti di Ingemar Gruber e Flavio Faggioni: due dei giocatori più longevi delle Aquile che non ne vogliono sapere di appendere i pattini al chiodo spinti da una passione irrefrenabile per l’hockey su ghiaccio. In verità l’estate scorsa Gruber, terzino di quarantadue anni, aveva provato ad allontanarsi dalle piste, tuttavia il richiamo delle battaglie sul ghiaccio è stato più forte ed è tornato a disposizione di coach Massimo Ansoldi in post season conclusi con 8 gare e 6 punti (1 goal e 5 assist) a referto e nella finale di Coppa Italia.

Faggioni, 38 anni, come il vino migliora con il trascorrere degli anni: le ultime due stagioni hanno registrato le miglior performance realizzative dell’attaccante in bianconero, entrambe chiuse a quota 41 punti. Un prezioso apporto al quale il Merano non poteva rinunciare.

Statistiche
Davide Xamin
Ingemar Gruber
Flavio Faggioni