CHL: colpo Ambrì Piotta. Il Frölunda si rilancia

Serata trionfale per l’Ambrì Piotta alla prima vittoria in Champions Hockey League. Risorge il Frölunda che ritrova i tre punti in trasferta.

L’Ambrì Piotta rende pan per focaccia al Färjestad che nello scorso weekend aveva battuto gli svizzeri 2-1; con una prestazione convincente gli uomini di coach Luca Cereda arginano le iniziative svedesi per tutto il primo tempo contraddistinto dal 5+20 assegnato a Victor Ejdsell per una carica da tergo. Ad inizio della frazione centrale Fabio Hofer finalizza il suggerimento di Michael Fora. Il nervosismo degli scandinavi si manifesta a metà gara, ne fanno le spese Linus Johansson, sanzionato complessivamente con 34’ a carico, e  il leventinese Tobias Fohler spedito in panca puniti per 14’. Al 48.18 il diagonale di Matt D’Agostini fa esplodere la Valascia; il coach svedese si gioca il tutto per tutto togliendo il portiere per l’uomo di movimento in più a 4’36” dalla sirena: i biancoblù non riescono a chiudere la partita, ma incassano la rete di Vojtech Mozik. Nei minuti successivi i padroni di casa reggono il forechecking avversario e al 60’ i tifosi possono liberare l’urlo di gioia per i primi tre punti conquistati in CHL.
Alti minutaggi per Nick Plastino, in prima linea, e Diego Kostner (terzo linea), sul ghiaccio rispettivamente per 22’08” e 18’11”. Tommaso Goi, in quarta linea, ha disputato 5’43”.

Insieme all’Ambrì si riscattano anche i campioni in carica del Frölunda, alla vigilia ancora a secco di vittorie: Gli Indiani di Göteborg mettono alle corde il Graz chiudendoli costantemente nel terzo difensivo: l’unica fiammata degli austriaci è quella di Dwight King che impatta la rete dello 0-1 di Johan Sundström. Dal 40’ salgono in cattedra Joel Lundqvist e Lucas Raymond, autori di una doppietta ciascuno. La partita è anche caratterizzata da due penalità partita assegnate a Theodor Lennström e Kevin Moderer per gioco duro e a Sundström per offese agli arbitri.

Nell’altro incontro del Gruppo G, il Banska Bystrica rallenta la corsa del Monaco e guadagna i primi due punti stagionali; negli 8’ iniziali succede di tutto: Slovak colpisce a freddo per gli Slovacchi dopo appena 38”, i tedeschi impiegano 4’ per riorganizzarsi e ribaltare il risultato con Frank Mauer e Philipp Gogulla in poco più di 2’. All’8’06” Milan Kabac riporta il risultato in equilibrio. Seppur i bavaresi si dimostrano maggiormente propositivi, la partita rimane inchiodata sul 2-2 fino al 65’. Ai rigori decide Marek Bartanus.

Nell’unica gara del gruppo C il Liberec travolge il Belfast Giants per 6-1, risultato raggiunto con due reti per tempo realizzate da Libor Hudacek (2), Petr Jelinek, Marek Zachar, Radan Lenc e Rostislav Marosz. La rete della bandiera britannica è firmata da Ben Lake.

Crolla il Cardiff Devils di Sean McMonagle sotto i colpi del Mountfield, i cechi, che  tengono in pugno la partita, raggiungono il doppio vantaggio dopo 20’, grazie a Tomas Vincour, in superiorità, e Lukas Cingel. Nel terzo tempo le situazioni speciali permettono a Daniel Rakos (in inferiorità) e Rudolf Cerveny (in superiorità) di calare il poker. Al 53’ trenta secondi di disattenzione della retroguardia dei padroni di casa permette a Daniel Rakos e Rudolf Cerveny di riaprire la partita, messa in ghiaccio al 58.41 da Maris Bicevskis. McMonagle, inserito in terza linea, è stato utilizzato 17’40” ed ha cercato la via del goal in due occasioni.

Come nella gara d’andata i cechi Il Pilsen superano l’Hämeenlinna all’overtime, due punti pesanti maturati dal guizzo di Milan Gulas, lo stesso attaccante che nel primo tempo ha aperto le marcature a fronte del pareggio al 40.38 di Cody Kunyk.

La trasferta dello Zugo in Danimarca si rivela una formalità; ai Tori basta il primo tempo per incornare il Rungsted con il netto risultato di 5-0, maturato con la doppietta di Gregory Hofmann e le reti di Oscar Lindberg, Yannick-Lennart Albrecht ed Erik Thorell.

Il Grenoble prova a resistere al Kärpät Oulu, tuttavia i francesi, annullato il vantaggio di Sami Anttila con il goal del pareggio di Damien Fleury nel primo tempo, incassano tre reti nel finale della frazione centrale per mano di Jesse Paljujärvi, Janne Pesonen e Jakub Krejcik. Il timido tentativo di risalita nel terzo periodo di Antonin Manavian è presto reso vano da Juho Lammikko e Tuukka Tieksola.

Rigori ancora alleati dello Skellefteå che contro il Berna bissa il successo ottenuto la scorsa settimana in casa; alla Postfinance Arena la noia non è di casa: dopo una frazione iniziale chiusa sull’1-1 per effetto delle reti di Albin Eriksson e Alain Berger, nel secondo tempo gli Orsi sorpassano gli svedesi con Inti Pestoni. Gli ospiti impiegano 14” ad imprimere l’accelerata del controsorpasso di Adam Patersson e d Andreas Wingerli, perdi più gli ospiti allungano al 37.45 con Rickard Hugg. A tenere vive le speranze bernesi tocca a Calle Andersson a 31” dal secondo riposo. In una partita contraddistinto da poche penalità, quella comminata a Filip Berglund costa agli scandinavi il secondo goal personale di Andersson e il nuovo pareggio. Dopo un overtime senza reti, ai rigori Albin Eriksson decide la partita a favore dello Skellefteå.

 

Risultati

Gruppo B: HPK Hämeenlinna (FIN) – Pilsen (CZE) 1-2 ot (0-1; 0-0: 1-0; 0-1); Rungsted (DEN) – Zugo (SUI) 0-5 (0-5; 0-0; 0-0)
Classifica: Pilsen (CZE) p.ti 7 (3 partite); Zugo (SUI) p.ti 7 (3); HPK Hämeenlinna (FIN) p.ti 4 (3); Rungsted (DEN) p.ti 0 (3)

Gruppo C: Bili Tygri Liberec (CZE) – Belfast Giants (GBR) 6-1 (2-0; 2-1; 2-0)
Classifica: Augsburger Panther (GER) p.ti 4 (2); Luleå (SWE) p.ti 4 (2); Belfast Giants (GBR) p.ti 4 (3); Bili Tigri Liberec (CZE) p.ti 3 (3)

Gruppo E: Grenoble (FRA) – Kärpät Oulu (FIN) 2-6 (1-1; 0-3; 1-2); Berna (SUI) – Skellefteå (SWE) 4-5 so (1-1; 2-3; 1-0; 0-0; 0-1)
Classifica: Kärpät Oulu (FIN) p.ti 7 (3); Berna p.ti 4 (3); Skellefteå (SWE) p.ti 4 (3); Grenoble p.ti 3 (3)

Gruppo G: Banska Bystrica (SVK) – Monaco (GER) 3-2 so (2-2; 0-0; 0-0; 0-0; 1-0); Ambrì Piotta – Färjestad Karlstad (SWE) 2-1 (0-0; 1-0; 1-1)
Classifica: Monaco (GER) p.ti 7 (3); Färjestad Karlstad (SWE) p.ti 6 (3); Ambrì Piotta (SUI) p.ti 3 (3); Banska Bystrica (SVK) p.ti 2 (3)

Gruppo H: Mountfield (CZE) – Cardiff Devils (GBR) 5-2 (2-0; 0-0; 3-2); Graz 99ers (AUT) – Frölunda Indians (SWE) 1-5 (1-1; 0-2; 0-2)
Classifica: Mountfield (CZE) p.ti 6 (3); Cardiff Devils (GBR) p.ti 5 (3); Frölunda Indians (SWE) p.ti 4 (3); Graz 99ers (AUT) p.ti 3 (3)

Prossime partite (6 settembre)
ore 18.00 Ocelari Trinec (CZE) – Lahti Pelicans (FIN)
ore 18.00 Tappara Tampere (FIN) – Klagenfurt (AUT)
ore 18.00 Djurgården Stoccolma (SWE) – Vienna Capitals (AUT)
ore 18.00 Augsburger Panther (GER) – Luleå (SWE)
ore 18.30 Frisk Asker (NOR) – Bienne (SUI)
ore 19.30 Adler Mannheim (GER) – Tychy (POL)
ore 19.45 Losanna (SUI) – Yunost Minsk (BLR)

Tags: