CHL: Domenica bestiale per Yunost e Grenoble. McMonagle ancora decisivo su rigore

Lo Yunost Minsk coglie tre importanti punti contro l’Ocelari Trinec e balza in testa alla classifica del Gruppo D. Successo pieno anche per il Grenoble nella seconda trasferta in nord Europa. McMonagle miete un’altra vittima agli shootouts. Nordiche K.O. tranne il Djurgårders.

Lo Yunost Minsk fa valere ancora il fattore campo battendo l’Ocelari Trinec 2-0: partita sostanzialmente equilibrata, Nikita Mitsckevich e Andrei Gerashenko, in power play, fanno la differenza. La formazione ceca è l’unica nel torneo a non aver ancora segnato.

La seconda sorpresa domenicale è il successo del Grenoble in casa dello Skellefteå; i transalpini trovano la rete del vantaggio al 9.12 con Damien Fleury; nel terzo tempo gli svedesi aumentano il forechecking, la ghiotta occasione per pareggiare i conti matura al 58.28, in seguito alla penalità inflitta a Dennis Kearney per una carica con bastone. Coach Tommy Samuelsson toglie il portiere per l’uomo di movimento in più, ma è beffato al 58.57 da Joel Champagne che festeggia il 2-0. L’allenatore degli scandinavi insiste con la medesima mossa raggiungendo l’obiettivo a 4” dalla sirena con Jesper Fröden, ma è troppo tardi per pensare ad un recupero in extremis.

Non c’è pace per il Frölunda caduto nuovamente davanti al proprio pubblico amico per mano del Mountfield. Dopo un primo tempo a reti bianche i cechi raggiungono il doppio vantaggio tra il 30.40 e il 34.00 andando a segno con Ales Jergl e Philipp Bo Samuelsson. Una doppia superiorità consente a Rhett Rakhshani di accorciare le distanze, nel terzo tempo Lukas Cingel ristabilisce le distanze e, nonostante il secondo goal di Rakhshani, i cechi reggono alla pressione avversaria fino alla conclusione del match.

Come i tifosi italiani ai Mondiali di slovacchi, anche i gallesi del Cardiff hanno potuto gioire alla realizzazione di un rigore decisivo di Sean McMonagle. E’ successo contro il Graz 99ers al termine di una partita mai scontata: Trevor Hamilton apre le marcature per gli austriaci al 5’; nel secondo tempo i Devils ribaltano il risultato con Sean Bentivoglio e Mark Louis. Il botta e risposta è tenuto vivo da Philipp Lindner e Mike McNamee. Il 3-3 della formazione stiriana è firmata da Hamilton; poi ai rigori, come citato, McMonagle consegna la vittoria al Cardiff.

Fatica l’Adler Mannheim nella trasferta polacca a Tychy; i teutonici, in formazione rimaneggiata, ottengono la vittoria al supplementare, ma hanno dovuto confrontarsi con una squadra vogliosa di raccogliere punti: la partenza decisa dei padroni di casa vale la rete dell’1-0 di Alex Szczechura; nella frazione centrale in 150” i tedeschi Phil Hungerecker, Tim Stützle e il polacco Michael Szmatula raggiungono il momentaneo 2-2 che verrà mantenuto fino al 60’. Matthias Plachta manda la partita agli archivi a 53” dall’inizio del supplementare. Aquile ancora senza l’Azzurro Thomas Larkin.

Il Losanna coglie la prima vittoria in CHL al termine di una partita scoppiettante: complice una serie di penalità comminate agli svizzeri e sebbene regni l’equilibrio per due periodi, i Pellicani raggiungono il doppio vantaggio per effetto delle reti di Aleksi Mustonen (doppia superiorità), Waltteri Merelä e Jesse Ylönen che annullano il vantaggio ospite di Yannick Herren maturato nella frazione iniziale. Nel terzo periodo i vodesi prendono il sopravvento e raggiungono il 4-4 con Petteri Lindblom, Jeol Vermin e Josh Jooris, a fronte del tentativo di Otto Nieminen di mantenere il doppio vantaggio con la rete del 4-2. Ai tiri di rigore Christoph Bertschy chiude la contesa.

Anche il Berna vince in Finlandia piegando il Kärpät Oulu all’overtime: il goal a freddo, dopo appena 19”, di Michale Kristof e la rete di Otto Karvinen al 16’ illudono gli ermellini; nei minuti successivi gli elvetici raggiungono il pareggio imponendo il proprio gioco che produce i goal di Gregory Sciaroni e Matthias Bieber. Nel supplementare Mark Arcobello regala i due punti agli Orsi.

Delle gare domenicali che chiudono la seconda giornata l’unica vittoria delle squadre nordiche è quella del Djurgårdens che espugna l’Erste Bank Arena di Vienna in rimonta. I Capitals sbloccano il risultato al 14’, grazie ad Alex Wall (power play), gli ospiti rovesciano il risultato nei due restanti periodi con un gol per tempo di Sebastian Strandberg e Tom Wandell.

Risultati

Gruppo D: Yunost Minsk (BLR) – Ocelari Trinec (CZE) 2-0 (0-0; 1-0; 1-0); Lahti Pelicans (FIN) – Losanna (SUI) 4-5 so (0-1; 3-0; 1-3; 0-0; 0-1)
Classifica: Yunost Minsk (BLR) p.ti 5 (2 partite); Lahti Pelicans (FIN) p.ti 4 (2); Losanna (SUI) p.ti 3 (2); Ocelari Trinec p.ti 0 (2)

Gruppo E: Skellefteå (SWE) – Grenoble (FRA) 1-2 (0-1; 0-0; 1-1); Kärpät Oulu (FIN) – Berna (SUI) 2-3 ot (2-0; 0-1; 0-1; 0-1)
Classifica: Kärpät Oulu (FIN) p.ti 4 (2); Berna (SUI) p.ti 3 (2); Grenoble (FRA) p.ti 3 (2); Skellefteå (SWE) p.ti 2 (2);

Gruppo F: Vienna Capitals (AUT) – Djurgården Stoccolma (SWE); Tychy (POL) – Adler Mannheim (GER) 2-3 (1-0; 1-2; 0-0; 0-1)
Classifica: Adler Mannheim (GER) p.ti 5 (2); Djurgården Stoccolma (SWE) p.ti 3 (2); Tychy (POL) p.ti 1 (2); Vienna Capitals (AUT) p.ti 0 (2)

Gruppo H: Frölunda Indians (SWE) – Mountfield (CZE) 2-3 (0-0; 1-2; 1-1); Cardiff Devils (GBR) – Graz 99ers (AUT) 4-3 so (0-1; 3-1; 0-1; 0-0; 1-0)
Classifica: Cardiff Devils (GBR) p.ti 5 (2); Graz 99ers (AUT) p.ti 3 (2); Mountfield (CZE) p.ti 3 (2); Frölunda Indians (SWE) p.ti 1 (2)

Prossime partite (5 settembre)
ore 17.00 Banska Bystrica (SVK) – Monaco (GER)
ore 18.00 Mountfield (CZE) – Cardiff Devils (GBR)
ore 18.00 HPK Hämeenlinna (FIN) – Pilsen (CZE)
ore 19.30 Rungsted (DEN) – Zugo (SUI)
ore 19.30 Grenoble (FRA) – Kärpät Oulu (FIN)
ore 19.45 Bili Tygri Liberec (CZE) – Belfast Giants (GBR)
ore 19.45 Berna (SUI) –Skellefteå (SWE)
ore 20.20 Graz 99ers (AUT) – Frölunda Indians (SWE)

Tags: