A Losanna si assegnano le Olimpiadi 2026

Manca poco all’assegnazione delle Olimpiadi e Paralimpiadi invernali del 2026; domani a Losanna i delegati del CIO sceglieranno la candidatura che riterranno più idonea tra quella di Milano/Cortina e Stoccolma/Åre.

La rappresentanza italiana, che comprende anche Andrea Gios, Presidente della FISG, è arrivata ieri nella città sul lago Lemano. Le ultime ore serviranno per convincere gli ultimi membri indecisi: tra i punti di forza su cui si farà leva c’è quell’83% di italiani favorevoli ai Giochi contro l’ancora tiepido 63% degli svedesi raggiunto nell’ultimo sondaggio effettuato tra il 13 e il 17 giugno. Percentuale in aumento, in precedenza i favorevoli erano il 55%, ma ancora insufficiente per insediare la candidatura lombardo-veneta. I punti strategici sui quali ha lavorato il Comitato organizzatore guidato Giovanni Malagò, Presidente del CONI, sono cinque: Giochi per tutti, Sviluppo sostenibile e cooperazione nella macroregione alpina, promozione dello spirito olimpico, le Alpi come importante polo sportivo, rafforzamento del marchio olimpico e maggiore valore al Movimento Olimpico. Tutti racchiudono le linee guida dettate dal CIO che in sostanza punta alla riduzione dei costi come vuole l’Agenda olimpica 2020: atleti al centro dei Giochi, brevi distanze tra i villaggi olimpici e le sedi di gara, Giochi adattati alle città e non viceversa, utilizzo delle strutture esistenti anche in città o Paesi ospitanti e nuove strutture solo se potranno essere utilizzate anche dopo i Giochi.

La Svezia  farà leva su tre punti cardini: Giochi autofinanziati dalle entrate del settore privato, utilizzo delle strutture esistenti senza la necessità di costruirne delle nuove, impatto ambientale ed emissioni di carbonio minime.

Sono 83 i membri del CIO che voteranno, quelli di Italia e Svezia si asterranno, inoltre in tre (Lussemburgo, Bhutan e Slovacchia) hanno dato forfait, quindi per vincere serviranno 42 voti.
L’iter sarà aperto alle 10.25 dalla conferenza stampa del Comitato organizzatore scandinavo, a cui seguirà, alle 12.10, quello italiano. Entrambe le delegazioni hanno a disposizione mezz’ora. Dalle 13.50 alle 17.30 si svolgerà la 134a sessione del CIO durante la quale avverrà la presentazione delle città candidate, all’interno di questo lasso i tempo Stoccolma (14.00-14.30) e Cortina (14.45-15.15) avranno a disposizione 30 minuti per la presentazione finale. Seguirà dalle 15.15 alle 15.40 la presentazione della Commissione di valutazione del CIO.
Il momento clou è fissato alle 18.00, quando verrà ufficializzata quale delle due candidate ospiterà le Olimpiadi invernali del 2026. Alle 18.30 è programmata la conferenza stampa della vincente.

“Dreaming together” è il motto di MilanoCortina 2026. Il sogno diverrà realtà? Ai posteri l’ardua sentenza.

Tags: