Mondiali TD Gr. A: Canada sul filo di lana

A giochi già fatti per quanto riguarda il passaggio ai quarti di finale, l’ultimo turno del girone A vede la Finlandia perdere lo scontro con la Germania e il conseguente sorpasso in extremis in testa al girone del Canada, vittorioso nel derby nordamericano con gli USA. La squadra di Vigneault potrà così avere il vantaggio di incontrare ai quarti la Svizzera, quarta classificata del girone B.

Nel primo match della giornata la Germania, con un sorprendente 3° periodo, batte la
Finlandia e conquista la terza posizione finale nel girone ai danni degli USA. Conclusi i primi 2 tempi in parità (2-2), con i finnici 2 volte avanti ma sempre raggiunti dai tedeschi, nel drittel conclusivo la Germania inserisce il turbo e grazie ad una doppietta della stella degli Edmonton Oilers Draisaitl conquista vittoria (2-4) e terzo posto nel girone. Da sottolineare la grande prestazione di Philipp Grubauer, al suo ritorno tra i pali tedeschi. Ai quarti i vicecampioni olimpici hanno la possibilità di confermare di

essere una delle prime potenze dell’hockey mondiale.

Nel pomeriggio i padroni di casa della Slovacchia, ormai fuori dal torneo, supportati dal
pubblico delle grandi occasioni alla Steel Arena di Kosice, si prendono la soddisfazione di battere la Danimarca e concludere il girone al 5° posto. Leitmotiv della serata l’addio all’hockey di Ladislav Nagy, 39enne storica ala della nazionale slovacca (435 presenze per 311 punti in NHL), cresciuto proprio nel Kosice, e che nel Kosice ha passato le ultime stagioni della sua carriera. Dopo l’1-1 nei tempi regolamentari, e il supplementare a reti bianche, è proprio Nagy (capitano per oggi) a segnare il primo dei rigori che porteranno la sua squadra alla vittoria (2-1), accompagnato dall’ovazione di un pubblico che in piedi ha salutato il “suo” #27. In ogni caso non sono bastate 4 vittorie e 11 punti alla squadra di casa per passare il turno. Moderata la soddisfazione anche in casa danese, dove le velleità iniziali di approdare ai quarti di finale hanno presto lasciato il posto all’appagamento per il mantenimento della posizione in Top Division.

A seguito della sconfitta finlandese, in serata il Canada è sceso sul ghiaccio cosciente che una vittoria con gli USA avrebbe significato il primo posto nel girone. I canadesi, concentratissimi, giocano probabilmente la miglior partita di questi mondiali, con Matt Murray in cattedra a chiudere la saracinesca sui 28 tiri avversari e a far registrare un meritato shutout. Padrona assoluta del primo periodo, la squadra di Vigneault prende il largo già da subito con Dubois che fredda Schneider sul primo palo da posizione angolata su assist di Stone (1-0). Pochi minuti dopo è Mantha a conquistare un disco a centro pista e a offrire a capitan Turris un assist da spingere in porta (2-0). Nel secondo periodo il Canada continua a dominare e, dopo aver controllato una situazione di penalty killing, mette il risultato al sicuro con un chirurgico tiro dalla media distanza di McCann (3-0). Inutili i tentativi statunitensi di riaprire il match nel drittel conclusivo, che i canadesi gestiscono senza patemi. Il Canada, primo nel girone, ai quarti incrocerà la Svizzera, mentre gli USA, quarti, daranno vita alla sfida infinta con la Russia.

 

Risultati
Finlandia – Germania 2-4 (1-1; 1-1; 0-2)
Slovacchia – Danimarca 2-1 SO (0-0; 1-0; 0-1; 0-0; 1-0)
Canada – USA 3-0 (2-0; 1-0; 0-0)

 

Classifica: Canada p.ti 18 (7 partite); Finlandia 16 (7); Germania 15 (7); USA 14 (7); Slovacchia 11 (7); Danimarca 6 (7); Gran Bretagna 2 (7); Francia 2 (7).

 

Quarti di finale (23/05)
ore 16.15 Canada – Svizzera
ore 16.15 Russia – USA
ore 20.15 Finlandia – Svezia
ore 20.15 Rep. Ceca – Germania