Nel Gruppo A, nel segno di Kaapo Kakko, si conferma la Finlandia.

Gruppo A:
La Danimarca vince il “lunch – game” contro la Francia, al termine di una sfida senza fine. I transalpini erano passati per primi in vantaggio con Bertrand salvo subire, prima della sirena, il ritorno dei Bianco Rossi che pareggiavano i conti con Storm e, quindi, si portavano avanti con Lauridsen. Nel secondo drittel i “galletti” piazzavano un parziale di 3-0 (DAME-MALKA, FLEURY e CLAIREAUX) capovolgendo il risultato a loro favore. I Danesi non si perdevano d’animo e, prima del secondo intervallo, accorciavano le distanze con Eller per poi pareggiare i conti nel terzo tempo con Jesper Jensen. L’Overtime non cambiava il risultato e si rendeva necessario andare agli shootouts.
Il primo tentativo francese era neutralizzato dal portiere danese DAHM, di contro, Lars Eller portava il vantaggio gli scandinavi. Poi a seguire i tentativi di Bertrand e Nicklas Jensen erano rintuzzati dai rispettivi goalie (Sebastian Dahm e Florian Hardy). Toccava a Anthony Rech pareggiare i conti per i francesi ma Mikkel Boedker, anche lui al terzo tentativo, riportava avanti i suoi. Al suo quarto shootout Sacha Treille pareggiava i conti ma Frederik Storm riportava avanti i danesi che venivano proclamati definitivamente vincitori allorquando Damien Fleury falliva la trasformazione del quinto shootout.

Danimarca – Francia 5 – 4 d.t.r. (2-1, 1-3, 1-0, 0-0, 1-0)
12:15 Steel Arena di Kosice; Arbitri: RANTALA Aleksi e TUFTS Jeremy; Giudici di Linea: GOLYAK Dmitri e ONDRACEK Jiri. Spettatori: 6190.
MARCATORI: 08:55 0-1 #82 BERTRAND Charles (#12 CLAIREAUX Valentin – #84 HECQUEFEUILLE Kevin); 19:06 1-1 #9 STORM Frederik; 19:56 2-1 #22 LAURIDSEN Markus (#9 STORM Frederik and #40 JENSEN Jesper); 24:08 2 – 2 #44 DAME-MALKA Olivier; 32:21 2 – 3 #9 FLEURY Damien (#94 BOZON Tim and #84 HECQUEFEUILLE Kevin); 33:55 2 – 4 #12 CLAIREAUX Valentin (#81 RECH Anthony and #94 BOZON Tim); 35:29 3 – 4 #20 ELLER Lars (#89 BOEDKER Mikkel); 46:34 4 – 4 #40 JENSEN Jesper (#17 JENSEN Nicklas and #72 MEYER Nicolai); 65:00 5 – 4 #9 STORM Frederik

La Germania vince nel finale, una partita molto combattuta e dall’esito incertissimo per i 5/6 della gara. I britannici sconfitti con l’onor delle armi, reggono bene l’urto della più prestigiosa formazione teutonica. Il primo vantaggio arriva con un tiro da fuori di Moritz Seider che sorprende la guardia del portiere britannico. Il pareggio arriva “per merito” di una incredibile leggerezza del difensore tedesco Leon DRAISAITL che serve da dietro alla gabbia un pack troppo lento verso lo slot. Sulla traiettoria si inserisce Mike Hammond, ventinovenne attaccante dei Manchester Storm, lesto ad infilare il disco all’angolo destro dell’incolpevole Mathias NIEDERBERGER. Il vantaggio dei tedeschi arriva soltanto al cinquantesimo: un gran missile dalla blu di Matthias Plachta viene goffamente respinto dal portiere britannico Ben BOWNS, il puck giunge sulla stecca di Yasin Ehliz che segna il più facile dei goal. Sull’entusiasmo, i teutonici segnano ancora con una ben congegnata azione di controfuga sviluppatasi sull’asse Matthias PLACHTA e Markus EISENSCHMID, trasformata da Leon DRAISAITL che trova l’occasione per riscattarsi dal grossolano errore che aveva provocato il pareggio dei britannici. Sul 3 – 1 la gara è praticamente finita: i tedeschi sono paghi di quanto ottenuto ed i figli di albione non hanno più né la forza né la voglia di cercare un impossibile rimonta.
Germania – Gran Bretagna 3 – 1 (0-0, 1-0, 2-1)
16:15Steel Arena di Kosice, Arbitri: GOUIN Olivier e HRIBIK Jan; Giudici di Linea: MALMQVIST Andreas e NIKULAINEN Lauri. Spettatori: 6866.
MARCATORI: 39:21 1 – 0 #21 SEIDER Moritz (#36 SEIDENBERG Yannic); 43:36 1 – 1 #21 HAMMOND Mike; 50:39 2 – 1 #42 EHLIZ Yasin (#22 PLACHTA Matthias); 52:03 3 – 1 #29 DRAISAITL Leon (#22 PLACHTA Matthias and #58 EISENSCHMID Markus).

Il match più atteso della giornata era indubbiamente quello della sera, che metteva di fronte i padroni di casa contro la corazzata finlandese. La gara, dall’esito molto incerto, ha visto prevalere i finnici al temine di sessanta minuti ben giocati. Il primo goal della serata porta la firma di Erik Cernak, che sfrutta impeccabilmente con un tiro incrociato, un rebound offerto dal goalie finnico in seguito ad una conclusione dalla blu di Richard Panik. I bianco-blu di Jukka Jalonen ribaltano il risultato in due minuti. Il pareggio lo realizza Petteri Lindbohm e centodieci secondi più tardi è l’enfant prodige Kaapo KAKKO (18 anni compiuti da appena tre mesi) ad infilare, con un incredibile shoot, l’angolino alto della gabbia di Marek Ciliak.
I padroni di casa, sospinti da un calorosissimo pubblico riescono a pareggiare i conti con un goal di Martin Marincin prima della seconda sirena. Ma questa è la serata di Kaapo KAKKO che dopo aver segnato il goal del pareggio e dopo la doppietta al Canada nella serata di esordio, si regala anche un esaltante “Hat Trick” con un rovescino nello slot: un colpo veramente da campione.
Slovacchia – Finlandia 2 – 4 (1-2, 1-0, 0-2)
20:15Steel Arena di Kosice, Arbitri: NIKOLIC Manuel e SIDORENKO Max; Giudici di Linea: JENSEN Rene e McCRANK Dustin. Spettatori: 7421
MARCATORI: 10:52 SVK 1 – 0 FIN #81 CERNAK Erik (#2 SEKERA Andrej #14 PANIK Richard); 14:21 SVK 1 – 1 FIN #40 LINDBOHM Petteri (#19 SAVINAINEN Veli-Matti and #25 RAJALA Toni); 16:11 SVK 1 – 2 FIN #24 KAKKO Kaapo (#70 MIKKOLA Niko and #65 MANNINEN Sakari); 39:20 SVK 2 – 2 FIN #52 MARINCIN Martin (#28 STUDENIC Marian and #83 JAROS Christian); 49:52 SVK 2 – 3 FIN #24 KAKKO Kaapo (#70 MIKKOLA Niko); 59:45 SVK 2 – 4 FIN #24 KAKKO Kaapo (#65 MANNINEN Sakari).