Vienna e Klagenfurt: 1 a 1 e disco al centro!

Tra i Vienna Capitals ed il Klagenfurt, dopo le prime due partite della serie “best of seven” di finale, il punteggio è di perfetta parità, con i capitolini che si sono imposti al supplementare in gara 1 per 3-2 ed i carinziani che hanno vinto 1-0 gara 2 alla Messehalle.

A Vienna, i padroni di casa partono meglio e Lars Haugen deve subito impegnarsi su Sondre Olden, ma nulla può il goalie delle “Rotjacken” quando Taylor Vause semina il panico nella difesa avversaria prima di segnare la rete de vantaggio giallonero. Passano circa 3 minuti ed i capitolini raddoppiano grazie ad un’altra rete “biancorossa”: Chris DeSousa insacca rendendo vano il tardivo tentativo di salvataggio di Harand e, alla prima sirena, i padroni di casa vanno al riposo sul doppio vantaggio.

Nella frazione centrale la musica cambia, il KAC esce dal guscio e costringe sulla difensiva i capitolini che, con l’uomo in meno, subiscono la rete del 2-1 ad opera del solito Andrew Kozek, bravo a trovare l’incrocio dei pali. Gli ospiti prendono coraggio, i Capi ribattono colpo su colpo e, ancora con l’uomo in meno, sfiorano il tris con l’imprendibile Vause, ma questa volta Haugen è ben posizionato e nega la gioia del gol al velocissimo attaccante viennese. 2-1 alla seconda sirena.

Nel terzo periodo il Klagenfurt perviene al pareggio grazie a Petersen che finalizza un lungo scambio fra Harand e Wahl, insaccando sotto la traversa. Vienna prova a reagire con Schneider e DeSousa, ma Haugen permette ai suoi di arrivare fino al supplementare; passano circa 5 minuti dell’overtime e Sondre Olden approfitta di un errore di posizionamento degli avversari per incunearsi nella difesa ospite ed insaccare la rete della vittoria sul primo palo.

Alla Messehalle di Klagenfurt sono i rossi a partire a tutto gas, sfiorando il vantaggio con Kraus prima e Hundertpfund poi. I Caps provano a reagire, ma il KAC concede poco o nulla e non sfrutta due superiorità numeriche, ma sul finire del primo periodo, Stefan Geier devia alle spalle di Lamoreux un tiro velenoso di Comrie. “Rotjacken” in vantaggio alla fine del primo tempo.

In apertura di frazione centrale, Vienna avrebbe subito la possibilità di pareggiare, ma Benjamin Nissner non sfrutta l’1 contro 0 in cui si è venuto a trovare e l’occasione sfuma, così come sfumano le occasioni ravvicinate capitate a Taylor Vause, che vede le sue conclusioni fermate dai gambali di Lars Haugen. I padroni di casa sembrano averne di più e sfiorano il raddoppio in inferiorità numerica con Hundertpfund che non riesce a capitalizzare un assist al bacio di Petersen. Sempre 1-0 alla fine del secondo periodo.

La terza frazione è abbastanza equilibrata, le due squadre non si nascondono e i ribaltamenti di fronte sono continui, pur senza grosse occasioni. Poco prima di metà periodo, con Peter nel penalty box, è Andrew Kozek a sfiorare il raddoppio per i padroni di casa. Nei minuti conclusivi le due squadre sbagliano parecchio sia in fase di impostazione che in fase realizzativa, Vienna prova gli ultimi disperati assalti togliendo anche il portiere per il sesto uomo di movimento, ma alla sirena conclusiva, il Klagenfurt può festeggiare la vittoria ed il pareggio nella serie.

SERIE DI FINALE “BEST OF SEVEN”

VIC – KAC 3-2 OT (2-0; 0-1; 0-1; 1-0)

KAC – VIC 1-0 (1-0; 0-0; 0-0)

Tags: ,