AHL: Gara Uno della Finale va al Val Pusteria

Il Val Pusteria, senza neppure strafare, mette in cassaforte gara uno. I Lupi dopo un primo tempo un po’ cloroformizzato, passano decisamente a condurre nella seconda frazione di gioco nella quale sfruttano al meglio le due situazioni di uomo in più. Nel terzo tempo dopo aver controllato, senza grandi affanni, il prevedibile tentativo di recuperare il risultato da parte degli ospiti, piazzano il terzo centro nel finale, a porta vuota, chiudendo, definitivamente, i conti. Dopo i primi venti minuti di studio, nel quale le formazioni, si “annusano” proprio come fanno certi animali prima di combattere, la gara si sblocca nel secondo drittel. Il tempo inizia con un forte forechecking della formazione slovena che mette a dura prova la resistenza e la circolazione di disco della difesa pusterese. Il vantaggio dei Lupi arriva, comunque, dopo neppure sei minuti. Tutto nasce da un fallo in fase d’attacco di Luka Zorko, punito con una penalità di due minuti. Al Val Pusteria, per passare in vantaggio, bastano però, appena 8 secondi di uomo in più. Gli Sloveni si schiacciano nel loro terzo difensivo, Hofer, in possesso del disco, lo serve sulla linea blu a Markus Gander il quale, senza la pressione del difensore, lascia partire un missile che si insacca, imparabilmente, tra il corpo del portiere ed il palo sinistro della gabbia. Il 2 -0 arriva otto minuti dopo ed è sempre consequenziale ad un power play. Il Lubiana schiera un uomo in più sul ghiaccio ed è la volta di Koren Gal ad andare in panca puniti. I due minuti passano senza danni per gli ospiti ma proprio nell’attimo in cui il giocatore esce dal pancone per rientrare sul ghiaccio, Max Oberrauch, servito da Andergassen, trova il varco giusto per segnare il due a zero. Nel terzo drittel l’Olimpia Lubiana tenta di riaprire la gara mentre il Val Pusteria ha il solo obiettivo di “congelarla”. Alla formazione di Petri Mattila il gioco riesce molto bene anche perché gli sloveni mostrano, col passare dei minuti, un crescente nervosismo che, di certo, non giova alla loro causa. Ad un minuto dalla sirena, più per dovere di facciata che per vera convinzione di riuscire davvero a recuperare il risultato, coach Jure Vnuk, toglie il portiere per inserire un uomo in più di movimento. Ai Pusteresi bastano appena tredici secondi per trasformare la mossa in un vero e proprio “hara’kiri” ed è Markus Gander a punire i Draghi Verdi con un tiro dalla blu che si insacca nella gabbia sguarnita. Gara uno va al Val Pusteria che festeggia, oltre alla vittoria, il tredicesimo shutout di Colin Furlong (nella foto) nel corso di questa stagione: un viatico veramente importante per il prosieguo di questa finale di Campionato.

Alps Hockey League, Finali Gara#1 (al meglio delle sette gare): Val Pusteria conduce la serie per 1 -0. HC Pustertal Wolves (1.) vs. HK SZ Olimpija (2.) 3- 0 (0-0, 2-0, 1-0)
Giovedì, 11.04.2019, ore 20:00: Stadio Lungo Rienza di Brunico. Spettattori: 2000
Arbitri: Marco MORI, Rene STRASSER, Mauro De Zordo De Zordo, Florian Martin.
MARCATORI: 25:24 1:0 PP1 PUS Markus Gander (Armin Hofer); 33:28 2:0 PUS Max Oberrauch (Raphael Andergassen – Cody Corbett); 59:27 3:0 EN PUS Markus Gander (Ivan Althuber – Marko Virtala)
Tiri: 5-5, 13-8, 11-12.