SFG2: vincono le slovene Lubiana ed Jesenice

Gara Due sorride alle slovene: l’Olimpia, vincendo a Lustenau ipoteca il raggiungimento della finale, mentre lo Jesenice ribaltando il risultato all’overtime, pareggia la serie col Val Pusteria.

Quel che fatto è reso e lo Jesenice rende, al Val Pusteria la pariglia, restituendo in gara Due quanto subito in gara Uno a Brunico. Nella gara della Podmezakla, gremita peraltro da oltre duemila trecento spettatori, il Val Pusteria infatti era andato sul doppio vantaggio ma, come accaduto ai Red Steelers al Lungo Rienza, ha poi subito la rimonta degli sloveni ed il “Golden Goal” nell’overtime.
Lo Jesenice parte bene e nei primi minuti mette forte pressione nel terzo difensivo del Val Pusteria. Si registrano le conclusioni di Philipp Paradis con un tiro ravvicinato da posizione centrale e di Luca Basic dalla breve distanza ma defilato sulla sinistra della gabbia pusterese. Furlong in entrambe le occasioni è attento e blocca il puck evitando pericolosissimi rebound. I Pusteresi,  in maglia gialla, si fanno vedere dalle parti di Climie con una bella iniziativa di Oberrauch ed una conclusione di Raphael Andergassen. Il primo power play della gara si ha per una penalità ai danni di Berger e Furlong è chiamata ad una bella parata su tiro di Tomazevic. Nel secondo tempo il Val Pusteria capitalizza l’unica opportunità di giocare con l’uomo in più, dovuta ad una penalità fischiata al canadese Mathieu Gagnon. Il goal nasce da un violento tiro dalla blue di Cody Corbett, Tommaso Traversa, nello slot, è lestissimo alla deviazione aerea e beffa Climie. Gli Sloveni subiscono il colpo ed avrebbero, in due successivi Power Play (nelle occasioni: Althuber e Corbett in panca puniti), l’occasione per pareggiare ma Furlong è attento e la difesa dei lupi si salva pur con qualche affanno. In apertura di secondo drittel il Val Pusteria raddoppia con una situazione fotocopia rispetto a quella del primo goal. Anche in questo caso c’è Cody Corbett a concludere dalla blue e Tommaso Traversa trova la deviazione vincente nello slot. Gli Sloveni non ci stanno a perdere ed accorciano le distanze con Miha Brus ma c’è da dire che Furlong, nell’occasione, non è sufficientemente protetto dalla sua difesa. Il portiere infatti respinge un tiro ravvicinato di Glavic, sul disco invece dei difensori, arriva Svetina che tira ed ancora Furlong riesce a evitare la segnatura. Anche la seconda respinta è però preda degli avanti sloveni che con Brus trovano, questa volta, il varco giusto. Il pareggio arriva nell’ennesimo power play offerto dai Pusteresi, un po’ troppo sprecisi in fase difensiva. Teemu Virtala, per una evitabile rudezza in zona neutra, si prende i due minuti e, questa volta, il power play dei padroni di casa è micidiale. La rete arriva grazie a Philipp Paradis che un pò troppo soletto, dalla destra dell’attacco sloveno incrocia un tiro che si infila nell’angolo opposto. Il pareggio, ammesso che ce ne fosse bisogno, infiamma ancor più la tifoseria slovena ma il risultato non cambia fino alla sirena. Nell’extra-time il goal arriva subito e chiude, come per regolamento, i conti. L’azione propiziata da Paradis è concretizzata dal trentacinquenne sloveno David Rodman con un tiro che sorprende tutta la difesa pusterese.

HDD SIJ Acroni Jesenice vs. HC Val Pusteria Lupi 3 – 2 OT (0-0, 0-1, 2-1, 1-0)
Mercoledì, 03.04.2019, 19:00; Sportna dvorana Podmezakla di Jesenice. Spettatori: 2300.
Arbitri: DURCHNER, A. LAZZERI, Giudici di Linea: Bärnthaler, Rigoni.
MARCATORI: 26:37 0:1 PP1 PUS Tommaso Traversa (Cody Corbett); 41:33 0:2 PP1 PUS Tommaso Traversa (Cody Corbett); 46:52 1:2 JES Miha Brus (Svetina, Glavic); 51:14 2:2 PP1 JES Philipp Paradis (Basic): OT 61:39 3:2 JES David Rodman (Philipp Paradis).
Serie tra Val Pusteria e Jesenice, in parità: 1-1.

Nell’altra sfida in programma, l’Olimpia Lubiana stravince anche a Lustenau mettendo una decisiva ipoteca per la vittoria della serie. I Draghi Verdi passano immediatamente in vantaggio con una segnatura di Ziga Pesut. Lo stesso attaccante raddoppia nel secondo tempo in power play. Il Lustenau non ha più “gamba” e gli sloveni triplicano, subito dopo, con Aljaz Chvatal. Il colpo del k.o. arriva a quattro minuti dalla fine con Zan Jezovsek che fa calare il sipario su una gara a senso unico.

EHC Alge Elastic Lustenau vs. HK SZ Olimpia Lubiana 0 – 4 (0-1, 0-2, 0-1)
Mercoledì, 03.04.2019, 19:30; Rheinhalle di Lustenau. Spettatori: 1716.
Arbitri: STRASSER, VIRTA, Giudici di Linea: M. Cristeli, Martin.
MARCATORI: 00:23 0:1 HKO Ziga Pesut; 38:43 0:2 PP1 HKO Ziga Pesut; 39:43 0:3 HKO Aljaz Chvatal; 53:53 0:4 HKO Zan Jezovsek.
Andamento della serie di semifinale al meglio delle cinque gare: Lubiana avanti per 2:0

Tags: ,