IHL: Merano e Caldaro chiudono le Serie di Semifinale in 4 Gare

Non devono trarre in inganno i risultati di Gara 4 di semifinale, Merano e Caldaro hanno dovuto sudare le proverbiali sette camicie per avere ragione del Bressanone e dell’Appiano. Le Aquile bianconere tornano in finale a distanza di un anno, mentre il Caldaro riassapora il gusto di lottare per il titolo cadetto dopo 11 anni. Dopo la finale di Coppa Italia, dal 28 marzo le due squadre si daranno battaglia anche la conquista del titolo al meglio delle cinque gare.

A Bressanone il risultato rimane inchiodato sullo 0-0 fino al 29’, nei minuti precedenti le difese dei padroni di casa e del Merano contribuiscono a mantenere in bilico la gara. A fare la differenza tra le due rivali sono le penalità comminate ai brissinesi: quelle di Christian Rainer (2’) e Christian Mair (2+2), entrambe per bastone alto, favoriscono la prima rete della serata firmata da Luca Ansoldi. Un ritardo del gioco e un nuovo fallo di bastone alto di Rainer, in apertura di terzo tempo, questa volta sanzionato con un 2+2, spalancano le porte agli sniper meranesi che non perdonano mettendo in ghiaccio la partita con Ansoldi, Thomas Mitterer e Flavio Faggioni. Il sussulto di Federico Demetz, nella stessa situazione di gioco, è annullato in 54” da Mathias Hellweger, al suono della sirena gli uomini di coach Max Ansoldi possono festeggiare l’approdo in finale.

In Oltradige, nei primi 7’ di gioco, il Caldaro ruba la scena prendendo d’assalto la gabbia di Simone Peiti senza, tuttavia riuscire a bucarla; respinti gli avversari, i Pirati escono alla distanza e sbloccano il punteggio con Simone Critelli. Il primo riposo serve ai Lucci per riorganizzarsi e pareggiare i conti dopo appena 27” dalla ripresa del gioco con Alexander Sullman. Il derby rimane aperto per buona parte della frazione finale, quando si prospetta lo spettro dell’overtime Daniel Peruzzo è spedito nel penalty box per un gancio con bastone. Il fallo è capitalizzato da Daniel Tedesco che riporta in vantaggio la formazione caldarese. Tuttavia i colpi di scena sono destinati a non finire, perché Maximilian Sölva alza troppo il bastone ed è fermato per 2’ dagli arbitri. I gialloblù vanno all’arrembaggio, ma non fanno i conti con Tedesco che, in inferiorità, chiude la partita ed elimina dalla corsa al titolo i campioni in carica della IHL.

 
Semifinali (Best of 5) 
(Gara 4)
giovedì 21 marzo
Bressanone – Merano 1-5
Serie: 3-1 Merano
Caldaro – Appiano   3-1
Serie: 3-1 Caldaro

Prossimo turno
Finali (Best of 5) 
(Gara 1)
giovedì 28 marzo
Merano – Caldaro

Tags: ,