NL QFG5: capolinea Ambrì. Berna e Losanna manca un passo

Con l’onore delle armi e non senza rimpianti, l’Ambrì termina la corsa sua nei playoff. Al termine di una gara ancora una volta molto equilibrata, i leventinesi cedono di misura (2-1), lasciando strada al Bienne. In avvio, Trisconi, con la complicità di Hiller, aveva illuso i biancoblù. Nemmeno tre minuti dopo, infatti, Damien Brunner si liberava abilmente di Plastino, infilando di rovescio Conz. La fase chiave del match è stato sicuramente il periodo centrale, nel quale i bernesi hanno spinto decisamente sull’acceleratore, portandosi in vantaggio con Robbie Earl, innescato da Fuchs e centrando un palo con Forster. Ad un passo dalla capitolazione, la formazione di Cereda, aveva uno scatto d’orgoglio, centrando a sua volta un palo con Novotny. Nel periodo conclusivo, i seeländer badavano più che altro a non correre riuscendo, riuscendo così a centrare l’obiettivo della qualificazione alle semifinale. L’ovazione dei tifosi biancoblù, giunti ancora una volta in massa alla Tissot Arena, a partita già ampiamente conclusa, è stato il meritato riconoscimento all’entusiasmante stagione dei leventinesi.

Il Losanna, ad un passo dalla sua prima storica qualificazione alle semifinali, ha dovuto arrendersi alla Patinoire de Malley ad un grande Langnau. Nulla comunque è ancora perduto per i vodesi, che si mantengono, nonostante il passo falso, in vantaggio (3-2) nella serie. La netta sconfitta (5-1), è arrivata nonostante l’illusorio vantaggio, realizzato dopo solo un minuto di gioco da Jeffrey.  I “tigrotti”, infatti, nell’arco di soli cinque minuti, ribaltavano l’esito della contesa, grazie alle reti di di Nolan Diem e Elo. Lo stesso Diem, Leeger e Di Domenico arrotondavano successivamente il punteggio finale, prolungando la serie a Gara-6, in programma giovedì alla Ilfis Arena.

Un sempre più sorprendente Ginevra, ha dato del filo da torcere alla corazzata Berna, costringendola nuovamente alle fatiche supplementari dell’overtime. Alla fine, è stato Burren a realizzare il gol decisivo del (4-3) per gli “orsi”, che ora conducono (3-2) nella serie. La formazione di Jalonen, si era trovata in doppio vantaggio grazie a due gol del ticinese Grassi. La doppietta in power-play di Jacquemet unita alla rete in shorthand di Rod, con Mercier in panca puniti, avevano invece permesso alla formazione di Mc Sorley di ribaltare il risultato a proprio favore, ma il prezioso gol di Heim rimandava il verdetto finale all’overtime, poi nefasto per il Servette.

Nel girone Ranking Round, netto successo del Davos (6-1) a spese dello Zurigo di Arno Del Curto. Da segnalare nel match, che vede interrompersi la striscia vincente dei campioni in carica, la doppietta di Baumgartner. Nell’altra sfida, andata invece in scena alla Diners Arena, vittoria esterna (4-2) del Friborgo nei confronti del Rapperswil.

 
Risultati

martedì 19 marzo
Play off – Quarti di finale Gara 5
Berna      – Ginevra    4-3 ot
Serie: 3-2 Berna

Losanna    – Langnau    1-5
Serie: 3-2 Losanna
Bienne     – Ambrì      2-1
Serie: 4-1 Bienne

Playout – Ranking Round
Davos      – Zurigo     6-1
Rapperswil – Friborgo   2-4

Classifica Ranking Round(dopo 4 giornata)
1.Zurigo     82
2.Friborgo   81
3.Davos      54
4.Rapperswil 38

Top Scorer LNA (Playoff)
#                Club     Punti (reti+assist)
1.J.Fuchs       (Bienne)    6      (4+2)
2.D.Jeffrey     (Losanna)   6      (4+2)
3.J.Vermin      (Losanna)   6      (4+2)
4.D.Kubalik     (Ambrì)     6      (1+5)
5.T.Richard     (Ginevra)   6      (0+6)

Top Scorer LNA (Ranking Round)
#                Club        Punti (reti+assist)
1.B.Baumgartner (Davos)        5      (3+2)
2.A.Rödin       (Davos)        5      (2+3)

Top Goalies (Playoff)
#                Club      Svs%    GAA
1.J.Hiller       (Bienne)  94,38   1.80
2.R.Mayer        (Ginevra) 94,24   1.90
3.L.Genoni       (Berna)   93,17   1.90
4.B.Conz         (Ambrì)   92,26   2.46
5.D.Ciaccio      (Langnau) 91,41   2.23

Top Goalies (Ranking Round)
#                     Club        Svs%    GAA
1.M.Nyffeler         (Rapperswil) 95,95   1.50
2.L.Waeber           (Friborgo)   93,18   2.21
3.A.Lindbäck         (Davos)      90,77   2.47

Gli highlights dell’Ambrì Piotta

Tags: ,