Bene le due slovene ed il Salisburgo. Tra le italiane vince solo il Val Pusteria

Il Fattore campo, ad eccezione della gara di Asiago, la fa da padrone in Gara Uno dei Quarti di Finale. A parte la larga vittoria dell’Olimpia Lubiana, c’è da dire che tutte le altre gare si sono decise con il minimo vantaggio, anche a riprova di un certo equilibrio nelle varie sfide e della tensione che sempre accompagna l’inizio di una serie ad eliminazione diretta.

L’Olimpia Lubiana vince, largamente, Gara Uno e mantiene la sua particolare tradizione positiva nelle sfide contro i campioni d’Italia, già sconfitti, durante la regolar season, in entrambe le occasioni, con il pesante e perentorio punteggio di 5 – 1. Stasera, di fronte ad un nutrito pubblico, i Draghi Verdi hanno conquistato la loro quinta vittoria consecutiva, regolando il Renon con un largo 3 – 0. Il match si è sbloccato nel secondo drittel, nel quale, con due segnature nel breve arco di tre minuti, gli Sloveni hanno messo in ghiaccio il risultato. Il goal del 3 -0 è arrivato a firma dello scatenato Ales Music (due goal ed un assist, stasera, per il top scorer sloveno) che appena dopo ventotto secondi dall’uscita di Thomas Tragust per l’inserimento di un uomo in più di movimento, ha siglato il 3-0 a porta vuota. HK SZ Olimpia Lubiana (2°) – Rittner Buam (5°) 3 – 0 (0-0, 2-0, 1-0) Lunedì, 18.03.2019, ore 19:15: Hala Tivoli di Lubiana. Spettatori: 1031; Arbitri: DURCHNER, OFNER, Giudici di Linea: Bärnthaler, Miklic. Marcatori: 34:26 1:0 HKO Music; 37:41 2:0 PP1 HKO Zajc; 59:28 3:0 EN HKO Music. Olimpia Lubiana vs Renon 1 – 0 nella serie.

Il Salisburgo vince la sua quindicesima gara consecutiva, la prima di questa serie dei quarti di finale, domando, in rimonta, un tenacissimo Lustenau. I Leoni giallo-verdi sono partiti alla grande ed al settimo minuto conducevano la gara per due a zero grazie alle realizzazioni di Mikke Myrrä e Philipp Winzig (in short hand). I giovani salisburghesi hanno avuto il merito di non scomporsi, trovando, nello stesso power play, il goal dell’uno-due con Justin Schütz. Prima della fine del tempo il cannoniere Oliver Nordberg, autore con quello di stasera di ben 72 punti (27 Goal e 45 Assist), ha trovato il goal del pareggio. L’inerzia della gara non è cambiata ed il risultato è rimasto in equilibrio per quasi mezz’ora. Il punteggio si è sbloccato, in inizio di terzo tempo, allorquando il goal di Filip Varejcka ha regalato ai suoi, quel minimo vantaggio che ha permesso alla formazione di Teemu Levijoki di aggiudicarsi Gara Uno portandosi avanti nella serie.
Red Bull Hockey Juniors (3°) – EHC Alge Elastic Lustenau (6°) 3 – 2 (2-2, 0-0, 1-0)
Lunedì, 18.03.2019, ore 19:15: Eisarena di Salisburgo. Spettatori: 117
Arbitri: BAJT, SUPPER, Giudici di Linea: Kainberger, Snoj.
Marcatori: 02:39 0:1 EHC Myrrä; 07:05 0:2 SH1 EHC Winzig; 07:26 1:2 PP1 RBJ Schütz; 15:00 2:2 RBJ Nordberg; 41:54 3:2 RBJ Varejcka
Red Bull Hockey Juniors vs EHC Alge Elastic Lustenau 1 – 0 nella serie.

Il Val Pusteria vince la sua quinta gara consecutiva, regolando col minimo scarto il Cortina. Il goal-vittoria, porta la firma del cannoniere Markus Gander (49 Punti | 26 G | 23 A) ma c’è da dire che i padroni di casa, avrebbero potuto chiudere assai prima la gara se solo avessero concretizzato le molte occasioni offensive create. I Brunicensi, stasera in maglia nera, sono partiti con un forecheking alto, impegnando da subito la difesa degli scoiattoli. Grazie anche a questa pressione è arrivata la marcatura di Markus Gander, favorita anche da una sbavatura difensiva degli ospiti. L’attaccante ex Vipiteno e Bolzano, servito da Teemu Virtala, ha lasciato partire un secco tiro di polso che si è insaccato all’angolo alto della porta Ampezzana. Nel secondo drittel i padroni di casa hanno ancora aumentato il ritmo, cingendo d’assedio il terzo difensivo degli ospiti. Sono fioccate le occasioni ma il risultato non è cambiato. I Lupi hanno insistito nel loro assalto, anche nel terzo tempo, ma alcuni errori di realizzazione (clamoroso quello di Raphael Andergassen) e diverse belle parate di Marco De Filippo Roia hanno consentito alla pattuglia di Giorgio De Bettin di restare in corsa fino alla sirena. Il Val Pusteria vince e convince grazie ad un assedio arrembante durato, praticamente, tutta la gara. Un dominio territoriale ben espresso dal computo delle conclusioni verso la porta, che, alla fine, saranno 36 – 22 per il Val Pusteria. Il Cortina, ha fatto ciò che ha potuto. Ha arginato la grande pressione offensiva dei giallo-neri, cercando di sfruttare le rare ripartenze che le venivano offerte e, comunque dando l’impressione di essere ben vivo e vegeto ed in grado di dire la sua in questa serie di quarto di finale.
HC Val Pusteria Lupi (1°) – S.G. Cortina Hafro (8°) 1 – 0 (1-0, 0-0, 0-0)
Lunedì, 18.03.2019, ore 20:00: Lungo Rienza di Brunico. Spettatori: 1350.
Arbitri: BULOVEC, RUETZ, Giudici di Linea: Bergant, Rinker. Marcatori: 13:41 1:0 PUS Markus Gander; Val Pusteria vs Cortina 1 – 0 nella serie

Lo Jesenice sbanca, il Pala Hodegart di Asiago, al termine di una gara, nervosa ed assai combattuta. Gli sloveni hanno sfruttato la velocità, che da sempre è loro arma migliore ma l’Asiago, soprattutto nel terzo drittel è parso troppo nervoso, collezionando una lunga serie di penalità. A circa 80 secondi dal termine, a riprova di quanto stavamo dicendo, Anthony Bardaro, per un intervento alla balaustra, sul cannoniere sloveno Tadej Cimzar (57 punti | 24G | 33 A), si è addirittura preso una penalità partita, giustificata anche dal fatto che l’attaccante ospite, colpito alla testa, è dovuto uscire dal ghiaccio in barella. Tornando a scrivere di hockey giocato, dobbiamo segnalare che il goal del vantaggio ospite era arrivato a metà del primo tempo grazie a Gasper Glavic e che, dopo il pareggio nel secondo tempo di Mark Naclerio, lesto a sfruttare una controfuga in situazione di uomo in meno sul ghiaccio, il climax della gara giungeva a tre dal termine allorquando l’ennesima azione in velocità degli sloveni puniva una disattenta difesa locale.
Migross Supermercati Asiago Hockey (4) – HDD SIJ Acroni Jesenice (7) 1 – 2 (0-1, 1-0, 0-1) Lunedì 18.03.2019, ore 20:30: Pala Hodegart di Asiago. Spettatori: 680.
Arbitri: MOSCHEN, PAHOR, Giudici di Linea: Rigoni, Pichler. Marcatori: 11:33 0:1 JES Glavic; 50:49 1:1 SH1 ASH Mark Naclerio; 57:06 1:2 JES Sodja.
Jesenice vs Asiago 1 – 0 nella serie

Tags: ,