Pre-playoff Gara 2: Cortina in casa e Jesenice, Lustenau e Rittner Buam in trasferta cercano la vittoria decisiva

(Comun. stampa AHL) – La serie dei pre-playoff al meglio delle tre partite, continuerà giovedì con il secondo atto sulle piste di Cortina, Selva di Val Gardena, Kitzbühel e Vipiteno. Vittorie obbligate per Feldkirch, Kitzbühel, Gherdeina e Wipptal se vogliono prolungare la loro stagione.

Alps Hockey League Pre-Playoff, Gara 2 (al meglio delle tre partite):
Gio, 14.03.2019: EC „Die Adler“ Stadtwerke Kitzbühel vs. Rittner Buam (20:00)
Gio, 14.03.2019: Wipptal Bronos Weihenstephan vs. HDD SIJ Acroni Jesenice (20:00)
Gio, 14.03.2019: Sportivi Ghiaccio Cortina Hafro vs. VEU Feldkirch (20:30).
Gio, 14.03.2019: HC Gherdeina valgardena.it vs. EHC Alge Elastic Lustenau (20:30).

Alps Hockey League Pre Playoff, game 2 (best of three):
Mar, 14.03.19: EC „Die Adler“ Stadtwerke Kitzbühel vs. Rittner Buam (ore 20:00, in diretta su: https://www.skysportaustria.at/ec-die-adler-kitzbuehel/)
Serie al meglio delle tre gare: RIT vs. KEC: 1:0
Arbitri: DURCHNER, FICHTNER, Bergant, Snoj.
• Posizione finale stagione regolare: KEC 12 | RIT 5. 
• Serie aperte: KEC 4 sconfitte consecutive | RIT 3 vittorie consecutive 
• Performance in casa KEC: 8 vittorie / 20 partite; serie: 5 sconfitte consecutive  
• Performance in trasferta RIT: 12 successi / 20 match; serie aperte: 2 vittorie consecutive in trasferta
• Performance nelle ultime 5 partite: KEC una vittoria / 4 sconfitte | RIT 3 successi/ 2 sconfitte
• Scontri diretti stagione 2018/19 (Alps Hockey League): KEC vs. RIT: 0:3 (2:6 a Kitzbühel / 6:2 e 6:0 a Collalbo)
• Scontri diretti assoluti (Alps Hockey League): Una vittoria KEC | 6 successi RIT
• I Campioni d’Italia in carica si potrebbero qualificare in caso di vittoria giovedì a Kitzbühel. La squadra di Collalbo ha vinto già contro le Aquile tre incontri su tre in stagione ed in ciascun match ha segnato sempre 6 reti.  
• RIT vanta migliori statistiche in alcuni fondamentali del gioco (Power Play, Penalty Killing, Efficienza realizzativa e Fair Play).
• I rispettivi best -scorer:
KEC: Adam Havlik – 47 punti (21G/26A)
RIT: Alex Frei – 49 punti (26G/23A).
La formazione di Collalbo ha disputato uno dei primi tempi migliori della stagione con una grande ed indiscutibile prova che ha permesso ai ragazzi di coach Lehtonen di andare già sul 3:0 dopo il primo periodo contro le Aquile del Tirolo. Poi la formazione di Collalbo, pur rallentando molto sul piano del gioco e delle azioni, ha controllato efficacemente gli avversari fino ad arrivare al 6:0 finale. Come in stagione regolare il Renon è riuscito a rifilare per la terza volta consecutiva ben sei reti al Kitzbühel. Con queste premesse, appare sicuramente in discesa anche il secondo impegno dei pre-playoff in trasferta in Austria ma sicuramente i rivali cercheranno in tutti i modi di fermare la compagine altoatesina. Buone indicazioni nel Renon anche per le nuove leve: Adam Giacomuzzi (non ancora 17enne) autore di una rete e dell’impegno in difesa di Alexander Brunner (2001). Ricordiamo che la formazione di Collalbo deve rinunciare ad importanti giocatori quali Frei (Top Scorer), Julian Kostner e Fink. Inoltre la difesa dei Campioni d’Italia non prende una rete da 158 minuti tra la fine della stagione regolare e gara 1 di pre-playoff giocata alla Ritten Arena e con Tragust autore di due shutout consecutivi.

Gio, 14.03.2019: Wipptal Bronos Weihenstephan vs. HDD SIJ Acroni Jesenice (ore 20:00)

Serie al meglio delle tre gare: JES vs. WSV: 1:0
Arbitri: RUETZ, STRASSER, Basso, Martin.
• Posizione finale stagione regolare: WSV 9. | JES 8. 
• Serie aperte: WSV una sconfitta | JES 5 vittorie consecutive
• Performance in casa WSV: 14 vittorie / 20 partite; Serie aperte: una vittoria in casa  
• Performance in trasferta JES: 10 successi / 20 match; Serie aperte: 3 vittorie consecutive 
• Performance durante le ultime 5 partite: WSV 3 vittorie / 2 sconfitte | JES 5 vittorie / 0 sconfitte
• Scontri diretti stagione 2018/19 (Alps Hockey League): WSV vs. JES: 1:2 (4:3/SO a Vipiteno e 4:1 e 3:0 a Jesenice)
• Scontri diretti assoluti (Alps Hockey League): 2 vittorie WSV | 5 successi JES
• HDD SIJ Acroni Jesenice si potrebbe qualificare per i quarti con una vittoria, giovedì sera, in trasferta a Vipiteno. Ma attenzione alle statistiche: il club che ha giocato in casa ha vinto nelle ultime sei partite consecutive. I Red Steelers hanno conquistato la loro ultima vittoria in Alta Val d’Isarco esattamente 893 giorni fa e precisamente il 20 ottobre del 2016. 
• JES è sicuramente una delle squadre del momento! Gli sloveni hanno segnato il maggior numero di goal (176) ed in quattro delle ultime cinque partite sono usciti dalla pista senza subire reti. 
• I rispettivi best-scorer:
WSV: Brandon McNally – 50 punti (16G/34A)
 JES: Tadej Cimzar – 55 punti (22G/33A).
È arrivato il momento in cui i Broncos devono dimostrare il loro valore. Solo una vittoria può prolungare la stagione della squadra dell’Alta Val d’Isarco che sfiderà un avversario che sembra cresciuto molto nelle ultime giornate o forse si è semplicemente messo in riga con l’arrivare dei pre-playoff e delle partite che contano. I Red Steelers sloveni, inoltre, non prendono goal da 144 minuti e sono apparsi molto determinati anche nella prima sfida contro i Broncos. La prova del Wipptal è stata in linea fino al 51’ quando poi Miha Brus con una deviazione sottoporta ha dato il via libera al successo dei balcanici. Ora i Broncos possono ripartire dallo 0:0 dei primi 51’ di Gara 1 in cui hanno tenuto testa all’attacco più forte della stagione regolare e cercando anche di replicare la vittoria ai rigori in stagione regolare. Primo obiettivo sarà quello di sbloccare l’attacco per superare anche l’arcigna difesa degli sloveni con Matthew Climie titolare nella porta per le ultime due gare ed autore di due shutout consecutivi. Le premesse sembrano molto in salita ma il Vipiteno ha tutte le carte in regola per andare alla bella di sabato a Jesenice. Da verificare l’assenza di Kruselburger.

Gio, 14.03.2019: Sportivi Ghiaccio Cortina Hafro vs. VEU Feldkirch (ore 20:30)
Serie al meglio delle tre gare: VEU vs. SGC: 0:1
Arbitri: MOSCHEN, OFNER, P. Giacomozzi, Holzer.
• Posizione finale al termine della stagione regolare: SGC 10. | VEU 7. 
• Serie aperte: SGC una vittoria| VEU una sconfitta
• Performance in casa SGC: 10 vittorie / 20 match; serie aperte: 3 sconfitte in casa 
• Performance in trasferta VEU: 12 successi / 20 partite; Serie aperte: una vittoria in trasferta
• Performance ultime 5 partite: SGC 2 successi / 3 sconfitte | VEU 2 vittorie / 3 sconfitte
• Scontri diretti stagione 2018/19 (Alps Hockey League): SGC vs. VEU: 1:2 (8:6 e 2:4 a Feldkirch e 2:3/SO a Cortina)
• Scontri diretti assoluti (Alps Hockey League): 3 vittorie SGC | 4 successi VEU
• La Sportivi Ghiaccio Cortina Hafro potrebbe qualificarsi in caso di vittoria, giovedì, all’Olimpico sul ghiaccio di casa contro il VEU Feldkirch. La squadra ampezzana ha vinto due delle tre sfide casalinghe giocate contro gli austriaci fino ad oggi. Ma la squadra del Vorarlberg ha vinto 11 giorni fa a Cortina ai rigori per 3:2 durante le ultime battute di stagione regolare. 
• SGC ha raccolto più minuti di penalità – PIM (545 PIM) di qualsiasi altra squadra. Devin Di Diomete è il giocatore più penalizzato (113 PIM).
• I rispettivi best scorer:
SGC: Riccardo Lacedelli – 35 punti (19G/16A).
VEU: Robin Soudek – 60 punti (32G/28A).
A volte ci sono partite che possono girare il corso di una stagione relativamente agli obiettivi prefissati. La vittoria del Cortina a Feldkirch è di quelle da segnare per gli ampezzani che sono l’unica squadra ad aver fatto saltare il fattore campo. Ora questo vantaggio, meritato, deve essere sfruttato in casa per chiudere definitivamente la serie. La squadra di coach Giorgio De Bettin sa benissimo che in Gara 2 si ripartirà come se si fosse sullo 0:0 nella serie e che gli austriaci, con ben altri obiettivi stagionali, avranno il dente più che avvelenato e cercheranno di salvare la loro stagione. Quindi si prospetta grande battaglia all’Olimpico contro Soudek e compagni. Il Cortina, in Gara 1, ha sicuramente giocato con il collettivo ed all’unisono anche se poi le penalità sono state sempre molte. Ma ci sono anche altri fattori importanti. Uno dei più talentuosi giocatori del campionato Under 19, Noah Zardini Lacedelli, ha realizzato la sua prima rete in Alps mentre il goal che ha fatto la differenza è stato segnato dal Top Scorer Riccardo Lacedelli al termine di una spettacolare e lunga serpentina. Ora la formazione veneta deve riuscire a replicare quanto di buono fatto nel Vorarlberg.

Gio, 14.03.2019: HC Gherdeina valgrdena.it vs. EHC Alge Elastic Lustenau (ore 20:30)
Serie al meglio delle tre gare: EHC vs. GHE: 1:0
Arbitri: GAMPER, MORI, D. Rigoni, D. Rinker.
• Classifica finale stagione regolare: GHE 11. | EHC 6. 
• Serie aperte: GHE 6 sconfitte consecutive | EHC 4 vittorie consecutive 
• Performance in casa GHE: 9 vittorie / 20 partite; Serie aperte: 2 sconfitte consecutive in casa 
• Performance in trasferta EHC: 12 successi / 20 match; Serie: una vittoria in trasferta
• Performance durante le ultime 5 partite: GHE 0 vittorie / 5 sconfitte  | EHC 4 vittorie /una sconfitta
• Scontri diretti stagione 2018/19 (Alps Hockey League): GHE vs. EHC: 0:3 (2:7 a Selva di Val Gardena e 4:1e 6:3 a Lustenau)
• Scontri diretti assoluti (Alps Hockey League): una vittoria GHE | 6 vittorie EHC
• EHC Alge Elastic Lustenau potrebbe qualificarsi ai quarti di finale in caso di vittoria in trasferta al Pranives, giovedì sera. La squadra del Vorarlberg ha sempre vinto in Val Gardena in tutti gli incontri disputati ed è in serie positiva contro le Furie da 5 incontri consecutivi. 
 • EHC vanta la migliore efficienza realizzativa (12.41%). I Leoni austriaci hanno realizzato 164 reti su 1.322 tiri in porta.
• I rispettivi best scorer 
GHE: David Roupec – 38 punti (6G/32A).
EHC : Marc-Olivier Vallerand – 66 punti (35G/31A).
Il Gherdeina deve obbligatoriamente vincere contro il Lustenau se vuole prolungare la sua stagione e forzare la serie alla decisiva gara di sabato in programma nel Vorarlberg. Le Furie non vincono da sei partite tra la fine della stagione regolare e la prima dei pre-playoff. Ma la squadra ladina può ripartire da quanto fatto vedere per più di metà gara alla RheinHalle quando si è trovata anche in vantaggio per 3:2 fino al 35’. Il Lustenau, che ha ribaltato la situazione grazie alle giocate di una formidabile seconda linea (Vallerand-Putnik-Wilfan) che ha messo lo zampino in tutte e sei le reti della squadra austriaca. Il solito Vallerand è stato il mattatore principale (hat-trick) ed il compito di coach Timo Keppo sarà quello d’imbrigliare il giocatore del Quebec. Il Gherdeina ha opposto la sua prima linea con la grande tecnica dei fratelli Vinazter (Andreas e Gabriel) insieme all’esperienza di Ivan Demetz. Di certo, oltre al loro contributo, ci vorrà una prova di grande carattere contro un Lustenau che in tre anni di Alps ha sempre vinto al Pranives.

Tags: