Il Salisburgo esonera Greg Poss

Con un breve comunicato stampa il Salisburgo ha ufficializzato l’esonero di Greg Poss; l’allenatore statunitense era stato ingaggiato nel 2016 al posto di Dan Ratushny. Nei quasi tre anni di permanenza sulla panchina dei Red Bull ha raggiunto una semifinale (2016/17) e la finale EBEL nel 2018, persa contro il Bolzano.

Campionato in corso all’insegna dell’inseguimento e segnato da quattro sconfitte consecutive nelle prime quattro giornate del torneo. Ad eccezione della Champions Hockey League, torneo in cui i salisburghesi hanno raggiunto una storica semifinale, la stagione è stata contraddistinta da alti e bassi che hanno posizionato la squadra al quarto posto al termine della stagione regolare. Nel Pick Round l’attesa svolta non c’è stata, il cammino nelle prime cinque giornate ha fruttato una vittoria all’overtime e quattro sconfitte, di cui una ai rigori contro il Vienna Capitals, tuttavia quella più dolorosa è stata l’ultima (1-4 il risultato) contro il Fehervar AV19 che ha relegato gli ex asburgici al quinto posto, a +1 dagli ungheresi.

La squadra passa di mano all’assistant coach Andreas Brucker, il quale sarà coadiuvato da Nicklas Hede, proveniente dall’Academy dei Red Bull, Andrei Lavrov e Santeri Hilli.

Tags: