NL: sempre più appassionante la lotta per i playoff

A dieci partite dal termine della Regular Season, si fa sempre più appassionante ed incerta la lotta per conquistare un posto nei playoff, con otto squadre divise da soli sette punti. Fanno eccezione, ovviamente, le due di testa Berna e Zugo, che sembrano disputare un campionato a parte.

Gli “orsi” mantengono sempre la leadership, con due punti di vantaggio sugli svizzero-centrali, dopo aver sconfitto di misura alla Post Finance Arena (3-2) un coriaceo Ambrì, grazie al gol decisivo di Ebbett, nel periodo conclusivo. Da segnalare che, proprio nella sfida contro i leventinesi, il gol realizzato dal biancoblu Hofer, ha di fatto interrotto l’imbattibilità di Genoni, dopo oltre 140 minuti.  Esito diverso ha avuto, invece, per la formazione di Jalonen, il derby interno contro il Langnau, chiuso con una sconfitta all’overtime (3-2). Tabellino marcatori tutto di marca finlandese, con doppietta di Pesonen e gol di Elo. Quattro punti guadagnati anche da parte dello Zugo, che sarà impegnato domenica nella Finale di Swiss-Cup contro il Rapperswil. Nell’anticipo di campionato, andato in scena martedì alla Diners Arena, proprio contro i sangallesi, la formazione di Tangnes, ha finito per imporsi con un netto (4-1). Più problematica la trasferta alla Valascia, dove, dopo aver recuperato per tre volte un gol di svantaggio, ha finito per cedere all’overtime (4-3), condannato da un gol di Kubalik.

Scorrendo la classifica verso il basso, ci si imbatte in un terzetto di formazioni a pari merito (65 punti), composto, in rigoroso ordine, da Bienne, Langnau e Losanna. Una vittoria e una sconfitta nelle due trasferte contro Ginevra e Losanna, hanno contraddistinto la settimana degli ambiziosi seeländer. Il (3-1) delle Vernets è stato realizzato  in rimonta. Dopo il gol in apertura di Winnik, sono arrivate le tre di reti di Schmutz, Rajala e Hügli. Andamento diametralmente opposto nella vicina Losanna, dove la sconfitta per (5-2) si è materializzata, nonostante il doppio vantaggio iniziale, firmato da Pouliot e Neuenschwander. I Tigers, invece, vincitori con merito del derby contro il Berna, avevano già impreziosito la loro ottima posizione di classifica, sbancando a sorpresa la Corner Arena di Lugano con il successo per (4-2). E’ risultata di vitale importanza, anche la vittoria all’overtime (4-3) dei vodesi all’Hallenstadion di Zurigo. Dopo aver agguantato il pareggio a soli 30”dal termine, con un gol in power-play di Emmerton, già killer del Lugano, la formazione di Ville Peltonen chiudeva i conti con Dario Trutmann.

Al sesto e settimo posto, prosegue a braccetto la marcia di Zurigo e Ambrì con 62 punti. La cura Del Curto non sembra avere ancora guarito del tutto i Lions, battuti a sorpresa (4-1) dal fanalino di coda Rapperswil. Una doppietta di Mosimann unita ai gol di Clark e Timo Helbling, hanno ribaltato il vantaggio iniziale siglato da Hollenstein. Continua ad entusiasmare, invece, l’Ambrì di Luca Cereda che, pur dovendo far fronte tra gli altri ai recenti infortuni di Lerg e Novotny, è in grado di offrire sempre prestazioni di grande coraggio e qualità, dimostrando di meritarsi l’accesso alla post-season.

Allo stato attuale, a contendersi l’ultimo posto disponibile per i playoff, lottano serratamente, nell’ordine, Friborgo, Ginevra e Lugano. Proprio la bella vittoria in rimonta (5-3) nello scontro diretto contro la formazione di McSorley, ha dato il via al nuovo rilancio dei burgundi, a segno per due volte con Slater. La formazione di French, ripetendosi con un successo di misura (2-1), alla Vaillant Arena contro il Davos  nell’unica sfida in calendario sabato, ha così raggiunto in solitaria l’ottavo posto, con 59 punti.  Il Servette, con due sconfitte in altrettante uscite, è stato così agganciato a 58 punti dal Lugano, che ha sfruttato nel migliore dei modi, il confronto interno con il Davos, terminato con un perentorio (4-0). Oltre all’ottima prestazione del ritrovato Klasen, buone notizie in casa bianconera arrivano dal ritorno al gol di Fazzini e Bürgler.

Nell’ultima settimana il club più attivo sul mercato è stato il Langnau con gli acquisti, per le prossime due stagioni, dei difensori Alain Bircher e Tim Grossniklaus, rispettivamente in forza in questa stagione al Kloten e all’Olten; un altro terzino che lascia i solettesi è il francese Simon Barbero trasferitosi al Losanna. Per superare l’emergenza portieri il Davos ha messo sotto contratto, fino a fine stagione, Vincent Sauter.

 
Risultati NL:
martedì 29 gennaio
Berna      – Ambrì      3-2
Ginevra    – Bienne     1-3
Rapperswil – Zugo       1-4
Lugano     – Langnau    2-4
Zurigo     – Losanna    3-4 ot

venerdì 1 febbraio
Ambrì      – Zugo       4-3 ot
Berna      – Langnau    2-3 ot
Friborgo   – Ginevra    5-3
Rapperswil – Zurigo     4-1
Losanna    – Bienne     5-2
Lugano     – Davos      4-0

sabato 2 febbraio
Davos      – Friborgo   1-2

Classifica NL (dopo 40 giornate)
1.Berna       83 punti*
2.Zugo        81*
3.Bienne      65
4.Langnau     65
5.Losanna     65°
6.Zurigo      62
7.Ambrì       62
8.Friborgo    59
9.Ginevra     58
10.Lugano     58
11.Davos      33*
12.Rapperswil 26
*=una partita in meno
°=una partita in più


Top Scorer LNA
#               Club     Punti (reti+assist)
1.D.Kubalik    (Ambrì)     48     (20+28)
2.T.Rajala     (Bienne)    38     (21+17)
3.M.Arcobello  (Berna)     38     (18+20)
4.D.Zwerger    (Ambrì)     38     (16+22)
5.C.DiDomenico (Langnau)   38     ( 9+29)

Top Goalies
#                     Club      Svs%    GAA
1.L.Genoni           (Berna)    94,27   1.57
2.T.Stephan          (Zugo)     93,28   1.99

3.S.Zurkirchen       (Losanna)  92,43   2.37
4.E.Merzlikins       (Lugano)   91,97   2.44
5.R.Berra            (Friborgo) 91,82   2.27

Gli highlights di Ambrì e Lugano

Tags: